Due settimane dopo la tappa in Azerbaigian, la Formula 1 vola in Francia dove, nella provenzale pista di Paul Ricard, andrà in scena il settimo atto di una delle più combattute stagioni degli ultimi anni. Assente nel 2020 a causa dell’emergenza sanitaria, il circuito di Le Castellet torna nel calendario per accogliere la grande lotta del 2021, quella tra la Red Bull e Mercedes, quella tra Verstappen e Hamilton. Andiamo a vedere insieme l’analisi e i pronostici sui piloti favoriti per la vittoria, con tutte le scommesse sulla Formula 1*.

Pronostici Formula 1: i piloti favoriti in Francia

Nonostante i tanti problemi avuti nei test, Lewis Hamilton resta comunque tra i favoriti per la vittoria del GP del Bahrain. Bisogna tenere a mente, infatti, che le difficoltà sono state riscontrate solo nel corso dei test pre-stagionali, che da sempre non forniscono un quadro veritiero e completo.
Dopo i test collettivi, il team di Stoccarda ha inoltre voluto sfruttare i 100km di filming day per le ultime rifiniture su entrambe le monoposto in vista della prima gara.

A creare problemi alla scuderia tedesca, però, potrebbe essere un agguerrito e affidabile Verstappen che, nel corso dei test, ha dominato insieme al compagno. Un’ipotesi questa sempre più realistica, soprattutto se si considera la crescita avuta dall’olandese nell’ultimo anno.
Possibile candidato per il podio anche Sergio Perez che ha brillato nel corso dell’ultima mattinata di test e che lo scorso anno in Bahrain ha ottenuto la prima vittoria in carriera e perso un podio agli ultimi chilometri per problemi di affidabilità.

Non va dimenticato anche Bottas che negli ultimi due anni ha sempre vinto la gara d’apertura della stagione. Il finlandese proverà anche quest’anno a raggiungere il quasi inarrivabile compagno, e in Bahrain, salvo problemi tecnici, tenterà di iniziare al meglio la stagione.

Tutt’altra storia per Leclerc e Sainz che, nonostante i miglioramenti apportati alla monoposto, dovranno con molta probabilità aspettare per la vittoria. I vertici di Maranello, infatti, sono stati chiari il 2021 sarà un anno di crescita ma per ritornare ad essere primi in classifica bisognerà aspettare ancora.

Da tenere d’occhio anche i piloti McLaren e Aston Martin, sicuramente lontani dalla vittoria ma non del tutto fuori dai giochi per quanto riguarda il podio. Dopo un 2020 all‘insegna della crescita e un terzo posto nel mondiale costruttori, la McLaren, infatti, ha tutte le carte in regola per fare bene.

Non va dimenticato, tra l’altro che dal 2021 Ricciardo e Norris correranno con una Power-Unit Mercedes, decisamente più performante e competitiva della precedente. Stessa storia per l’Aston Martin, erede della Racing Point, che potrà contare sull’esperienza di Sebastian Vettel e sui dati di una monoposto 2020 che in Sakhir ha ottenuto due podi.

GP Francia: caratteristiche del circuito e statistiche

L’appuntamento della Francia con la F1 è tappa storica della massima categoria automobilistica. Tornato in programma dopo un decennio di assenza, il GP transalpino è sempre stato presente nelle stagioni di F1, eccezion fatta per alcune saltuarie occasioni e, per appunto, per il periodo 2009-2017. Ad ospitare l’evento d’oltralpe nella storia del mondiale dal 1950 sono state sette differenti sedi: Reims, Rouen, Le Mans, Digione, Clermont-Ferrand, Magny-Cours e Le Castellet (su due differenti layout dei 180 disponibili).

Il tracciato della regione della Provenza-Alpi-Costa Azzurra si sviluppa su 5.842 metri, che si snodano in 15 curve, tra le quali la più suggestiva è la Courbe de Signes, da affrontare in pieno alla conclusione del rettilineo del Mistral. I piloti nel giorno di gara percorreranno i quasi 6km di pista per 53 volte, cercando un bilanciamento perfetto ed un’importante aderenza meccanica. Talvolta criticato per le ampie vie di fuga in asfalto, l’autodromo di Paul Ricard è in cima alle preferenze per i test, grazie alla combinazione di curve a bassa, media ed alta velocità che richiedono un setup da medio carico aerodinamico.

Il primo GP di F1 a Le Castellet è stato disputato due anni dopo l’inizio dei lavori, nel 1971, quando a vincere fu Jackie Stewart. Il record della pista in gara appartiene a Sebastian Vettel che, nel 2019, girò in 1:32.740 con la sua Ferrari SF90. Dal ritorno in calendario nel 2018 a trionfare è stato sempre e solo Lewis Hamilton su Mercedes.

Clicca qui per maggiori informazioni su tutte le scommesse online* sulla Formula 1.

*Si prega di essere consapevoli del fatto che questo link vi rimanderà al sito scommesse