Si torna nuovamente in pista dopo il chiacchieratissimo Gran Premio del Belgio. Questo fine settimana il Circus si sposterà di poco, nella vicina Olanda. Si torna in pista sullo storico Circuito di Zandvoort dopo l’ultima edizione del 1985. Il ritorno del Gran Premio, previsto nel calendario della stagione 2020, è stato inizialmente rinviato e successivamente posticipato al 2021 a causa della pandemia.

Vediamo un’analisi e i pronostici sui piloti favoriti per la vittoria della tappa in terra olandese, con tutte le scommesse sulla Formula 1*.

Come arrivano le squadre al GP d’Olanda

Dopo il GP del Belgio, che ha scatenato non poche polemiche, tutti i team hanno voglia di ricominciare da capo, in quello che potremmo definire il primo Gran Premio dopo la pausa estiva.

Sempre accesa la lotta tra Lewis Hamilton (Mercedes) e Max Verstappen (Red Bull) per la lotta al titolo di campione mondiale 2021. I due in classifica sono separati da pochissimi punti, tre per l’esattezza. Attenzione anche a Valtteri Bottas (Mercedes) e Sergio Perez (Red Bull), anche loro pronti a dare il tutto per tutto per i rispettivi team, considerando che anche nel mondiale costruttori i due colossi sono separati da sette punti.

Attenzione anche ad un’altra battaglia, quella per il terzo posto nella classifica costruttori tra McLaren e Ferrari. Charles Leclerc e Carlos Sainz hanno più volte affermato di volersi lasciare alle spalle il weekend sotto le aspettative del Belgio. Nonostante la Ferrari SF21 abbia ancora grosse lacune, questi due piloti danno sempre il massimo per cercare di fare il meglio possibile. Chissa che non salti fuori un podio a sorpresa come a Silverstone. Stesso discorso per McLaren: il team britannico ha tra le mani una monoposto molto veloce, che ha portato Lando Norris a podio ben tre volte questa stagione.

Sebastian Vettel è sicuramente tra i piloti che stanno migliorando di Gran Premio in Gran Premio. Il campione tedesco sembra avere trovato la quadra con la sua Aston Martin e potrebbe fare molto bene anche in Olanda.

Caratteristiche del Circuito di Zandvoort

Il Circuito di Zandvoort è noto per le entusiasmanti curve veloci, a cui si aggiungono impegnative variazioni altimetriche di ben quindici metri. La curva più famosa del tracciato è la cosiddetta "Curva Tarzan", un brusco tornante al termine del rettilineo iniziale che impone un'inversione di 180 gradi. Questo è uno dei tratti migliori per assistere a strepitosi sorpassi.

Da ricordare anche il velocissimo tratto che si affronta lungo la cresta “Hunse” e salendo attraverso la curva “Rob Slotemaker” per andare a frenare una volta raggiunta la cima delle dune, dove scollinando si affronta la veloce e cieca “Scheivlak”.

A novembre del 2018 i media annunciarono che la Formula 1 sarebbe ritornata in Olanda. Per quest'occasione è stato consigliato ai manager del circuito di apporvare alcune modifiche al tracciato per rispettare le nuove norme di sicurezza. Queste modifiche includono che la curva finale denominata “Hugenholtzbocht”, diventata una curva sopraelevata per permettere alle vetture di sfruttare la pendenza e così da ottenere velocità superiori in uscita.

I progetti sono stati affidati all'italiana Dromo, che ha realizzato due curve sopraelevate con una progressione variabile. La T3 con una sezione calcolata secondo la serie di Fibonacci con pendenza fino a 19º e la T14, con pendenza laterale variabile fino a 18º.

L'asfalto steso, progettato e realizzato in esclusiva per Zandvoort, prende il nome di FlyingDutch, in onore dei piloti olandesi.

 Clicca qui per maggiori informazioni su tutte le scommesse online* sulla Formula 1.

*Si prega di essere consapevoli del fatto che questo link vi rimanderà al sito scommesse