Quarto appuntamento stagionale. Primo back to back del 2021. Dopo la domenica portoghese la Formula 1 torna con il GP di Spagna. Lo scorso anno il Circus non aveva fatto tappa a Barcellona a causa della situazione sanitaria. Sarà molto interessante vedere come si comporteranno le varie monoposto su una pista completa come quella catalana. Nelle scorse stagioni i test di inizio stagioni venivano svolti proprio a Barcellona perché i team avevano modo di testare il valore delle vetture in settori molti diversi tra di loro. Ma andiamo a vedere insieme l'analisi e i pronostici sui piloti favoriti per la vittoria, con tutte le scommesse sulla Formula 1*.

Pronostici Formula 1: i piloti favoriti

Le prime tre gare hanno evidenziato una Red Bull in grado di giocarsela ad armi pari con una Mercedes che fino a pochi mesi fa sembrava essere imbattibile. Verstappen e Hamilton sembrano potersi giocare il Mondiale punto su punto. Dopo la tanto discussa vittoria del britannico in Bahrain, il giovane talento olandese si è preso la scena a Imola con un weekend da assoluto protagonista. In Portogallo è andato in scena il terzo atto di un duello che tanti aspettavano da anni. Il futuro contro il presente e passato della Formula 1. Un futuro campione del Mondo e un già sette volte iridato. Saranno con grande probabilità loro a giocarsi la vittoria anche a Barcellona.

Valtteri Bottas è apparso in ombra in questo inizio di stagione. Dopo il podio in Bahrain è arrivato il ritiro di Imola. A Portimao, complice un errore ai box di Hamilton, è riuscito a conquistare la pole position anche se in gara non è mai stato in grado di reggere il ritmo dei due davanti a lui.

Anche la lotta per il terzo posto sembra essere molto equilibrata con Ferrari e McLaren leggermente più avanti rispetto alle altre scuderie. Il team di Maranello, dopo un 2020, molto difficile è riuscita a fare diversi passi in avanti soprattutto in termini di motore. Proprio la Power Unit era stata il tallone d’Achille di una SF1000 apparsa in difficoltà nella gran parte della passata stagione. Tre gare in cui Leclerc e Sainz sono stati in grado di portare a casa ottimi risultati, fatta eccezione per l’ultimo Gran Premio disputato in cui entrambi hanno sofferto. McLaren dopo due anni ottimi può contare anche sulla Power Unit Mercedes, forse la più competitiva del Paddock. Inoltre in questo inizio di 2021 Lando Norris è apparso in grande mentre Daniel Ricciardo prosegue nel suo lavoro di adattamento.

Ci si aspettano risposte da AlphaTauri, Alpine e Aston Martin. La squadra di Faenza nelle prime uscite stagionali ha dovuto fare i conti con la sfortuna e con alcuni errori da parte del rookie Tsunoda mentre in Portogallo si è mostrata poco competitiva. Alpine e Aston Martin sono le grandi incognite di questo 2021. Entrambe le scuderie vengono da un 2020 molto positivo. Entrambe hanno due pluricampioni del Mondo come Alonso e Vettel in squadra. Il tedesco, ex Ferrari, è apparso in difficoltà a differenza di un compagno di squadra, Lance Stroll, in grado di stare costantemente nella zona punti.

Alfa Romeo è la sorpresa di questa prima parte di stagione. Il team italo-svizzero può contare su un motore Ferrari molto superiore a quello montato nel 2020. Già dai test Raikkonen e Giovinazzi avevano dato prova delle potenzialità di una vettura che ha come obiettivo quello di portare a casa più punti possibili. In Portogallo Giovinazzi non ha centrato per poco la top ten mentre Raikkonen è stato costretto al ritiro al termine del primo giro per un errore commesso sul rettilineo principale.

Diversa è la situazione di Haas e Williams. Lo storico team britannico sta dimostrando di essere sulla strada giusta, soprattutto grazie a un George Russell molto competitivo soprattutto in qualifica. La squadra americana guidata da Steiner aveva già annunciato che sarebbe stato un anno difficile sia per il fatto di avere due giovani piloti sia perché già concentrati sul 2022. Fino ad ora Mick Schumacher è stato in grado di battere un Nikita Mazepin in grande difficoltà in questa stagione di debutto in Formula 1.

Statistiche del GP di Spagna

Il GP di Spagna è tra gli appuntamenti storici del Mondiale di Formula 1. Più di cinquanta edizioni a partire dal 1913 disputate su circuiti diversi.

Il pilota con più vittorie è Michael Schumacher a quota sei seguito da Lewis Hamilton a quota cinque. Il tedesco ha anche il record di pole position e giri veloci in gara. Il pilota britannico della Mercedes, in caso di vittoria, avrà l’occasione di allungare la lista dei record ottenuti finora. Tra i piloti in griglia Kimi Raikkonen e Fernando Alonso hanno trionfato due volte a testa in Spagna mentre Sebastian Vettel, nonostante quattro titoli mondiali, ha vinto solo nel 2011.

A livello di team Ferrari è la più vincente con dodici successi all’attivo seguita da McLaren con otto.

Clicca qui per maggiori informazioni su tutte le scommesse online* sulla Formula 1.

*Si prega di essere consapevoli del fatto che questo link vi rimanderà al sito scommesse