Dopo una settimana di sosta il Motomondiale rimane come da tradizione estiva in Europa spostandosi in Germania, più precisamente in Sassonia. A Oberlungwitz prenderà il via nel weekend il Gran Premio di Germania sulla pista di Sachsenring, con condizioni meteo che si preannunciano calde e soleggiate.

Come arrivano i piloti all’ottavo appuntamento in calendario? Con differenti stati d’animo, visto che i grandi favoriti non riescono a trovare continuità di rendimento. Una grande occasione per gli inseguitori del leader Fabio Quartararo di accorciare un divario ampio ma non impossibile. Un occhio va anche buttato sull’incognita Marc Marquez. Vediamo dunque di capire chi sono i piloti favoriti nel Gran Premio di Germania.

GP di Germania: i piloti favoriti

La stampa continua a considerare un solo francese tra i pretendenti al titolo, tuttavia è arrivato il momento di prendere sul serio un altro transalpino: Johann Zarco. Il nizzardo sta conducendo la Ducati “clienti” Pramac al secondo posto nella generale a suon di piazzamenti, visto che manca ancora il grande acuto. A Barcellona Zarco si è reso protagonista di una gara di grandissima intelligenza tattica, che lo ha visto rimontare fino a sfiorare la vittoria. La moto è competitiva e lui sta gestendo la pressione con tanta esperienza. Ripetere il miracolo Mir sarà dura, ma se dovesse guadagnare punti sul connazionale aggiungerebbe altra carne al fuoco.

Nelle conferenze stampa del giovedì un nome sugli altri è stato sulla bocca di tutti. Stiamo parlando di Marc Marquez, il pluricampione del mondo della Honda. Lo storico tedesco è impressionante e recita sette successi consecutivi del catalano al Sachsenring. Il grande dubbio che ormai aleggia da qualche gara è però un altro: quanto vorrà rischiare ancora dopo l’infortunio all’omero e le ultime cadute nel Mondiale 2021? Certo, lui è uno che a dispetto della taglia fisica sa sempre tirare fuori gli artigli quando abbassa la visiera, eppure un ulteriore stop sarebbe una mazzata psicologica.

Penalizzato dal giudice sportivo per la tuta aperta (e retrocesso dal quarto al sesto posto) Fabio Quartararo sceglie il basso profilo per scongiurare un periodo che non è proprio brillantissimo. Il ragazzo ha bisogno di ritrovare fiducia e continuità, anche se ha ammesso di non gradire particolarmente il tracciato teutonico. Jack Miller ha invece grinta da vendere, purtroppo per l’australiano la concorrenza è tanta e pure interna. Potrebbe essere un frangente in cui l’oceanico riesce a tirare fuori il carattere nonostante la sua Desmosedici non si abbini perfettamente al circuito. In fase di sgonfiaggio “Pecco” Bagnaia, che ai microfoni dei giornalisti ha confessato di non amare per nulla il Sachsenring.

Un capitolo a parte per gli outsider. Joan Mir non sta riuscendo a replicare l’incredibile stagione che lo ha portato al titolo, e probabilmente la moto in questo momento non è competitiva. Tornerà in pista il compagno Alex Rins, che ha ricevuto l’ok dei medici ma difficilmente punterà in alto. Buoni risultati in Germania per Maverick Vinales, chiamato a rispondere alla fuga del compagno di squadra e da tenere sotto la lente d’ingrandimento ora che ha ritrovato tranquillità con il nuovo ingegnere di pista. Capitolo Miguel Oliveira da archiviare: la KTM ha già avuto il suo momento di gloria.

Clicca qui per maggiori informazioni su tutte le scommesse online* sul motomondiale

*Si prega di essere consapevoli del fatto che questo link vi rimanderà al sito scommesse