Anche quest’anno, come da abitudine, la NBA non ha deluso, offrendoci un pacchetto di ben cinque gare una dietro l’altra, tutte piene di temi di interessi e tutte estremamente spettacolari, anche se per motivi ben diversi l’una dall’altra. Vien da sé che una disposizione di questo genere si sposa perfettamente con un vero e proprio Binge Watching a tema NBA per tutti gli appassionati mondiali, che possono davvero sintonizzarsi in ogni momento della notte di Natale e trovare comunque a propria disposizione del basket di altissimo livello. Non perdiamo altro tempo in fronzoli, dunque, e passiamo alla break down delle gare della notte.

Ad aprire il programma del Chrismas Day NBA ci sarà subito una sfida ad altissima quota a Est: alle 18 ora italiana i Toronto Raptors e i Boston Celtics, infatti, daranno il kick off alla nottata con una gara che promette sia spettacolo che grande intensità. Entrambe le squadre sono tra le potenze dell’Est e il matchup tra Pascal Siakam e la batteria di esterni a disposizione di coach Stevens sembra già intrigantissima. Jayson Tatum, il ritrovato Gordon Hayward e Jaylen Brown sono i tre uomini da tenere d’occhio per i bostoniani mentre in casa Raptors si spera in un rientro lampo di Fred VanVleet che, al momento, potrebbe non essere della partita. I temi di interesse, però, anche in contumacia al numero 23 dei canadesi, come vedete sono sempre tanti e rilevanti.

Si può dire assolutamente la stessa cosa per la gara delle 20.30, quella tra Milwaukee Bucks e Philadelphia 76ers: la sfida potrebbe essere addirittura un’anticipazione di ciò che molti si aspettano di vedere in finale di Eastern Conference. Giannis Antetokounmpo e la sua truppa sono nuovamente in cima ai ranking NBA e da loro traspare una sensazione di solidità e forza davvero impressionante. Allo stesso modo coach Brett Brown può contare potenzialmente sul quintetto base più devastante della NBA, quello composto da Ben Simmons, Josh Richardson, Tobias Harris, Al Horford e Joel Embiid. Una potenza di fuoco devastante che, comunque, anche al netto delle difficoltà di inizio stagione ci ha messo ben poco a scalare le gerarchie della Eastern Conference. Insomma, uno scontro tra colossi assolutamente imperdibile nel primetime italiano: questa volta la NBA ha voluto farci proprio un bel regalo.

Ha perso molta della propria attrattiva la sfida tra Houston Rockets e Golden State Warriors delle ore 23.00: complice una serie di sfortunatissimi eventi, non ultimi numerosi infortuni, al momento i californiani sono tra le peggiori squadre NBA e i Rockets sembrano davvero poter avere vita facile. James Harden e Russell Westbrook sembrano comporre un duo davvero troppo forte per le attuali capacità di Golden State e anche gli altri membri del roster contribuiscono a creare un gap semi-incolmabili con i Dubs. Inutile dire che quando la lega ha pensato a questo scontro, contava di poter mettere in mostra alcuni dei propri gioielli migliori.

La sfida che grossa parte dell’audience NBA attende è, però, il derby di Los Angeles tra Lakers e Clippers, in programma per le 2 ora italiana. Non ce ne vogliano tutte le altre squadre impegnate nel Christmas Day ma la Lega ha selezionato questo come main event della serata: un derby in una delle più grandi città sportive al mondo che vede confrontarsi la squadra famosissima, oltre che storicamente vincente, e i rampanti pretendenti al trono, coloro i quali per la prima volta nella loro storia sembrano davvero più competitivi che mai. Se non vi basta questo pensate alla sfida delle coppie: LeBron James e Anthony Davis contro Paul George e Kawhi Leonard. Se ancora non siete convinti pensate che in molti si auspicano di poter vedere questa sfida in fondo alla Western Confernce, sulla soglia delle NBA Finals. Che dite, ora vi siete convinti a dedicare la notte più magica dell’anno a questa sfida?

A chiudere i programmi ci sarà un sfida che, come quella delle 23, risente di un’assenza che fa calare incredibilmente l’hype che avvolge la contesa: stiamo parlando di New Orleans Pelicans contro Denver Nuggets, in programma alle 4.30. Inutile dire che con Zion Williamson la gara sarebbe apparsa decisamente più appetibile per il pubblico di tutto il mondo, oltre che molto più equilibrata. Invece, al momento, i favoritissimi sono i Nuggets che si ritrovano ad affrontare una delle peggiori squadre della Western Conference, che dovrà quindi aggrapparsi all’impatto di Brandon Ingram per sperare di migliorare il proprio record.

Ma non finisce qui: anche a Santo Stefano la NBA ha in programma sfide meravigliose: occhi puntati sui due derby, quello texano e quello di New York. I San Antonio Spurs, infatti, vorranno provare ad aver la meglio sui Dallas Mavericks privi di Luka Doncic per provare a riagguantare la quota playoff. La gara tra Knicks e Nets, invece, assume decisamente un tono minore rispetto alle aspettative, anche complici le assenze. Nets largamente favoriti, ma mai sottovalutare i derby.

Chiudiamo consigliandovi una sfida tra squadre in ricostruzione: Memphis Grizzlies contro Oklahoma City Thunder, per osservare già da ora grandi stelle di domani come Shai Gilgeous-Alexander, Ja Morant e Jaren Jackson Jr.

Insomma, la NBA non va mai in vacanza: anzi, se possibile, proprio durante le vacanze che il suo spettacolo si fa bello come non mai in regular season. Il vostro compito, ora, è quello di godervela!

 

Clicca qui per maggiori informazioni su tutte le scommesse sul basket.*

*Si prega di essere consapevoli del fatto che questo link vi rimanderà al sito scommesse