Il primo weekend post-All Star Game non avrebbe potuto essere più esplosivo: tutti in campo. 30 squadre per quindici partite in due giorni, molte delle quali a orari user-friendly e con interessanti implicazioni per il prosieguo della stagione.

Il nostro fine settimana a stampo cestistico sarà inaugurato da Philadelphia 76ers vs Portland Trail Blazers alle 19.00 di sabato: un orario insolito che permetterà la piena fruibilità di una sfida molto intrigante per spessore dei giocatori in campo e ambizioni delle due squadre. Ai big three di Phillie, a cui mancherà Embiid, faranno da contraltare i big three di Portland. Se cercate un matchup intrigante nella sfida occhio a Lillard vs Butler: un duello che promette scintille.

Saranno ben cinque, poi, le gare che avranno inizio all’1. Se da una parte Hawks vs Suns è una sfida tra derelitte in cui Atlanta parte favorita per fattore campo e brillantezza dei giocatori schierati e dall’altra Cleveland vs Memphis potrebbe già configurarsi come una delle più noiose partite dell’anno per ritmi di gioco e poca competitività delle squadre in campo, le altre tre gare che si giocheranno in contemporanea avranno qualcosa da dire.

In Charlotte Hornets vs Brooklyn Nets, ad esempio, entrambe le squadre si giocheranno buona parte della loro reale competitività in ottica playoff, con Brooklyn determinata a mantenere il sesto posto a Est e leggermente favorita malgrado la flessione accusata. Per gli Hornets potrebbe, invece, essere già una gara decisiva, visto che le inseguitrici si fanno sempre più pressanti e una vittoria potrebbe aiutarli tanto ad allontanare Pistons e Magic quanto ad avvicinare un po’ proprio il sesto posto dei Nets.

Alla stessa ora anche Washington Wizards vs Indiana Pacers può risultare molto interessante: i Pacers hanno mantenuto costante il loro livello dopo l’infortunio di Oladipo mentre Washington sta continuando a inseguire disperatamente un piazzamento playoff. Partita intrigante soprattutto in ottica mercato quella tra Lakers e Pelicans, protagonisti della telenovela di fine deadline: Lakers decisamente favoriti contro un team che sta mestamente abbandonando ogni speranza di centrare i playoff, al contrario della franchigia di LA che sta rilanciando la propria candidatura alla post-season.

All1.30 importantissima sfida tra le inseguitrici dell’ottava piazza a Est: i Miami Heat ospitano i Detroit Pistons e puntano a far valere il fattore campo per portarsi davanti alla franchigia del Michigan in vista della corsa finale alla post-season.

Alle 2.00 sarà il momento di una sfida carica di storia che quest’anno, però, ha un chiarissimo favorito: i Chicago Bulls ospiteranno i Boston Celtics in una gara che i ragazzi di coach Brad Stevens non possono e non devono sbagliare per non alimentare i mugugni di un’opinione comune che li aspettava decisamente più protagonisti all’interno di questa regular season.

In contemporanea si terrà anche l’interessantissima partita tra Thunder e Sacramento Kings: i Thunder, sempre più decisi a ergersi al secondo posto dell’Ovest, avranno pane per i loro denti contro la sorpresa della stagione. OKC parte con i favori del pronostico ma non stupitevi di vedere una vittoria in trasferta dei Kings, capaci di competere e dare spettacolo fino in fondo con tutti.

Alle 2.30 sarà il momento delle migliori squadre di entrambe le Conference: i Milwaukee Bucks ospiteranno i non sempre leggibili Minnesota Timberwolves in una sfida non comodissima, che sono però chiamati a vincere per confermarsi in cima alla lega.

Gli Warriors, invece, saranno impegnati nella sfida della notte contro gli Houston Rockets: Harden e compagni sanno come mettere in difficoltà i campioni in carica, come dimostra la serie di playoff tra le due squadre della scorsa stagione, ma Golden State parte gioco-forza favorita, anche grazie al fattore campo della Oracle Arena. Se proprio volete restare svegli nella notte di sabato, questa è la sfida da cerchiare in rosso.

A chiudere il nostro sabato ci saranno due squadre divinamente allenate ma con ambizioni decisamente diverse: i Dallas Mavericks di Luka Doncic andranno a far visita agli Utah Jazz, sempre più focalizzati sul raggiungimento del fattore campo nei playoff. Dopo l’antipasto del rookie challenge, la sfida tra il fenomeno sloveno e Donovan Mitchell promette spettacolo.

La domenica targata NBA, invece, partirà alle 21.30 con i Toronto Raptors che ospiteranno gli Orlando Magic in una sfida non semplicissima nella quale, comunque, partono con il deciso favore del pronostico. L’obiettivo per i canadesi è quello di restare nella scia dei Milwaukee Bucks, provando a sfruttare ogni defaillance della franchigia del Wisconsin per catturare il primo posto nella Conference.

Alle 23.00 sarà il turno dei Denver Nuggets che ospiteranno i Los Angeles Clippers in una sfida con diverse implicazioni in ottica playoff nella Western Conference: Denver proverà ad arrivare seconda a fine stagione, mentre i Clippers hanno ancora buone chance di centrare i playoff, pur essendo decisamente focalizzati su ciò che accadrà nella prossima off-season.

A chiusura di uno straordinario weekend di pallacanestro NBA ci saranno i New York Knicks e i San Antonio Spurs: per i texani l’unico risultato accettabile sarà una vittoria contro quella che, probabilmente, è la peggior squadra della NBA. Un risultato che, per New York, sempre più interessata a una scelta di livello al prossimo draft, non è detto rappresenti decisamente un male.

Al termine di questo straordinario fine settimana di pallacanestro americana entreremo nella ventesima settimana di regular season: ne mancano solo sei al termine della stagione. Allacciate le cinture, il rush finale sta iniziando!

Clicca qui per maggiori informazioni su tutte le scommesse sul basket*

*Si prega di essere consapevoli del fatto che questo link vi rimanderà al sito scommesse