Meno combattuta del previsto, ma ugualmente settata su livelli altissimi, la corsa playoff nella Western Conference è stata comunque estremamente interessante per tutto l’anno. Malgrado le illusioni di competitività di Memphis Grizzlies e Dallas Mavericks siano durate ben poco, i Los Angeles Lakers si siano sciolti sul più bello e la sorpresa Sacramentonon sia riuscita a competere oltre fine febbrario, è stata comunque l’incertezza a caratterizzare la lotta per la post-season, risoltasi nella sua interezza soltanto nella notte di mercoledì.

La piazza che tutte le contendenti volevano evitare era, chiaramente, l’ottavo posto, quello che ti costringe ad affrontare i Golden State Warriors bicampioni in carica. Malgrado nell’ultimo mese siano sembrati a più riprese competitivi per la sesta posizione, a chiudere da ottavi sono stati i Los Angeles Clippers, autori di una delle stagioni più sorprendenti della storia recente della lega: partiti con una projection di 33 vittorie secondo tutti i maggiori siti di settore, gli angeleni hanno ottenuto ben 15 vittorie in più del previsto, raggiungendo la post season con importante anticipo. A questo punto, però, la corsa di Gallinari e compagni sembra costretta a fermarsi, visto che gli avversari che si parano davanti a loro sono troppo più esperti e talentuosi. Sembra davvero difficile pronosticare in questa serie un risultato che si discosti dal 4-0 per Steph Curry e compagni. Forse, con l’aiuto della propria straordinaria panchina, la migliore della NBA, i Clippers potranno procrastinare la loro sconfitta fino a gara 5, oltre sembra davvero difficile.

Dallo lato opposto del tabellone si situa una sfida il cui pronostico appare, invece, molto più difficoltoso: Denver Nuggets vs San Antonio Spurs è un matchup che può anche portare delle sorprese. La straordinaria regular season vissuta dai Nuggets ha permesso loro di emergere come seconda forza nella Western Conference ma, al momento, non fornisce garanzie su quello che potrebbe essere il loro impatto con la post-season: quasi nessuno tra i giocatori principali di Denver ha, infatti, esperienza-playoff e questo potrebbe pesare contro il gruppo allenato da coach Popovich che presenta tanti giocatori esperti come LaMarcus Aldridge, DeMar DeRozan, Rudy Gay, Patty Mills e il nostro Marco Belinelli. Nuggets ovviamente che partono con il vantaggio del pronostico, corroborato anche dal fattore campo favorevole, ma occhio a dare per spacciati gli Spurs che, a nostro avviso, venderanno carissima la pelle, portando la serie almeno fino a gara 6, se non addirittura a gara 7.

Ancora più tesa sarà la sfida tra il seed numero 3, i Portland Trail Blazers, e il seed numero 6, gli Oklahoma City Thunder. Il favore del pronostico in questa serie punta, invece, leggermente verso la squadra che parte con il seed più basse, per un paio di semplici ragioni: i Thunder hanno un’ossatura decisamente più abituata a vincere delle serie di playoff rispetto ai Blazers, che in più hanno anche perso per un gravissimo infortunio uno dei loro giocatori principali, Jusuf Nurkic. Potrebbe, dunque, cadere presto il fattore campo in favore dei Blazers, che sembrano davvero essere la squadra più fragile tra le migliori quattro della Conference. Chiaramente le sorti di Oklahoma City passano attraverso le mani di Paul George, che vorrà finalmente vestire i panni di Playoff P dopo la pessima post-season 2018, e di Russell Westbrook, storicamente in grado di attrarre una mole enorme di critiche anche e soprattutto nei momenti caldi dei playoff. Al momento ci sentiamo di pronosticare una vittoria di OKC in sei gare, starà a Lillard e compagni smentirci.

Chiudiamo il quadro sulle post season nelle due conference NBA con un’altra sfida infernale: Houston Rockets vs Utah Jazz. Due sistemi ben delineati, due squadre capaci di sorprendere continuamente per il loro approccio alla pallacanestro. L’MVP uscente, James Harden, contro il miglior difensore uscente, Rudy Gobert. E ancora, la nuova leva Donovan Mitchell contro la leggenda Chris Paul. Serve altro per presentare la serie? Houston parte leggermente favorita alla luce del quarto seed, che permette ai texani di avere il vantaggio del fattore campo in caso di decisiva gara sette. Utah sa però come reagire col collettivo a grandi individualità, come mostrato nel corso dei playoff 2018 quando hanno eliminato gli Oklahoma City Thunder. Questa potrebbe essere davvero la serie più bella del primo turno, grazie a un enorme numero di variabili che compongono il quadro tattico di ciascuna gara tra le due franchigie. La vincente affronterà, poi, con ogni probabilità i Golden State Warriors: è questo, dunque, l’accoppiamento al quale corrisponde il percorso più duro in questi playoff. Insomma, come avrete capito, fare un pronostico è davvero difficile: noi diciamo 4-3 per gli Houston Rockets, che un anno fa sono andati a pochi minuti dal raggiungere le NBA Finals e che quest’anno potrebbero meritare una seconda chance contro Curry, Durant e compagni.

Pronostico durissimo, ma serie tutta da seguire. Così come da seguire sarà l’intera post-season targata NBA. Per conoscere ogni aggiornamento vi basterà continuare a seguirci.

Mettetevi comodi: il più grande spettacolo sportivo del mondo è appena iniziato!

Clicca qui per maggiori informazioni su tutte le scommesse sul basket*

*Si prega di essere consapevoli del fatto che questo link vi rimanderà al sito scommesse