È la partita più importante di questo mondiale di Cina 2019. Dopo aver superato il girone con una certa facilità, ora l'Italia dovrà affrontare uno dei colossi del basket mondiale: la Spagna. Le amichevoli pre-mondiali ci avevano mostrato degli azzurri in costruzione, che faticavano anche contro avversari di livello più basso come Russia e Nuova Zelanda, ma la mentalità messa in campo dagli atleti e da coach Meo Sacchetti nella prima fase di questi campionati mondiali è completamente diversa: dopo aver sconfitto con facilità Filippine ed Angola, gli azzurri hanno mostrato una delle migliori versioni di sé stessi contro la Serbia. Partita persa con onore al cospetto della ormai favorita alla vittoria finale.

Pronostici Italia vs Spagna: come ci arrivano gli azzurri

Arrivati secondi nel proprio gruppo, i giocatori di Italbasket sono obbligati a vincere entrambe le partite del mini-girone per passare ai quarti di finale. Nei prossimi tre giorni dovranno inanellare due successi con la temibile Spagna ed il più tenero Porto Rico. Pare che l'Italia abbia mostrato il proprio massimo potenziale nella sfida con la Serbia: grande intensità difensiva che a tratti ha permesso di fermare lo strapotere fisico degli avversari; buone medie al tiro da tre e tanta corsa. Un Gallinari pressoché perfetto per letture e momenti della partita, è il top scorer italiano con 16,3 punti di media (dietro Belinelli a 13,7) ed è stato leader su entrambi i lati del campo. Da evidenziare anche Hackett, con buone percentuali realizzative (40,9% dal campo) ma soprattutto poca paura di prendere tiri importanti. Il compito più difficile, così come per la Serbia, toccherà a Biligha e Brooks nel tentativo di limitare i fortissimi lunghi avversari nonostante i tanti centimetri di differenza.

Pronostici Italia vs Spagna: come ci arrivano gli spagnoli

Come al solito gli spagnoli sonnecchiano nel girone: gestiscono le forze, preparano i giochi e costruiscono la chimica. Di certo, il girone della Spagna non era quello di Italia e Serbia: le formazioni incontrate dagli iberici (Porto Rico, Iran e Tunisia) si sono dimostrate più solide, con una cultura cestistica e forniti di giocatori di alto livello, il che non ha permesso di produrre quegli scarti assurdi visti nei risultati di altri gruppi. La formazione spagnola presenta un Marc Gasol in grande spolvero (15 punti di media e top scorer) seguito da Juancho Hernangomez (7,7 rimbalzi a partita) ed un playmaker d'eccezione come Ricky Rubio (6 assist di media), tutti giocatori nel giro della NBA. La panchina ed i ricambi rimangono di altissimo livello quali Sergio Lull, Oriola e Ribas. Ultimo punto da sottolineare è la presenza di un coach leggendario: Sergio Scariolo dovrebbe essere insegnato nelle scuole ed infatti, uno dei pochi vantaggi dalla nostra parte risiede nel possedere uno staff che lo conosce alla perfezione. 

L'Italia deve vincere, la Spagna deve vendicare lo smacco di Euro 2015. Buoni mondiali a tutti.

Clicca qui per maggiori informazioni su tutte le scommesse sul basket.*

*Si prega di essere consapevoli del fatto che questo link vi rimanderà al sito scommesse