Per essere i migliori bisogna battere i migliori. È questo il diktat imposto da Jurgen Klopp al suo Liverpool, che si appresta ad affrontare il Barcellona al Camp Nou nell’andata delle semifinali di Champions League. Una sfida interessantissima, tra due delle squadre che esprimono il miglior calcio d’Europa e puntano dritti alla vittoria della competizione dopo, rispettivamente, 4 e 14 anni di attesa.

Fondamentale il gol in trasferta

Presupposto che il Barcellona in casa sembra imbattibile (non perde in Champions League da 31 partite, nelle quali ha totalizzato 28 vittorie e solo 3 pareggi), l’obiettivo non dichiarato degli uomini di Klopp sarà quello di segnare almeno un gol per poi giocarsi il tutto per tutto ad Anfield. E nonostante i blaugrana abbiano sconfitto chiunque al Camp Nou, tra rimonte impossibili, goleade e vittorie all’ultimo respiro, nella loro storia non sono mai riuscite battere il Liverpool, che nei precedenti 4 incontri ha raccolto 2 pareggi e 2 vittorie. Non solo: il Liverpool è l’unica squadra ad aver battuto il Barcellona in casa in ambito europeo, che contro le avversarie inglesi, in un totale di 34 incontri, ha totalizzato 21 vittorie, 11 pareggi e, appunto, 2 sconfitte.

Al netto dei dati relativi alle competizioni europee, battere il Barcellona in casa non sembra poi del tutto impossibile: nel corso di questa stagione sia Betis Siviglia che Girona sono riuscite a lasciare il Camp Nou con i 3 punti, mentre il Tottenham, nell’ultima partita del girone, pareggiando per 1-1 ha strappato la qualificazione che lo ha poi catapultato fino alla semifinale.

Dal canto suo il Liverpool arriva allo scontro diretto contro il Barcellona con un filotto di 10 vittorie consecutive in tutte le competizioni, sebbene a risentirne sia stata la fase difensiva. Van Dijk e compagni hanno tenuto la rete inviolata solamente in 4 di queste ultime dieci partite, subendo gol in 4 delle ultime 5 partite giocate lontano da Anfield. Il fatto che il Barcellona in casa segni con assurda continuità (nel 70% delle ultime 10 partite ha segnato più di 3 gol all’avversario) non è sicuramente un dato confortate per gli uomini di Klopp. Perdere si può, ma con troppi gol di scarto nemmeno la carica di Anfield potrebbe essere necessaria per eliminare gli spagnoli e approdare alla seconda finale di Champions League consecutiva.

Storicamente Barcellona e Liverpool quando si affrontano non danno vita a goleade clamorose, tanto che due degli ultimi tre incontri si sono conclusi sullo 0-0 e 6 degli 8 scontri diretti totali hanno visto le due squadre far registrare il segno Under 2,5.

Clicca qui per maggiori informazioni su tutte le scommesse sul calcio*.

*Si prega di essere consapevoli del fatto che questo link vi rimanderà al sito scommesse