Tante incognite per i campioni d’Italia per la prima partita di Champions League sotto la guida di Maurizio Sarri. Il brutto 0-0 di Firenze forse è stato figlio anche della stanchezza dei nazionali in giro per il mondo, al di là del classico campionario di giustificazioni alla Sarri, dal caldo all’orario, ma certo è che la Juventus sembra ancora da lavori in corso e Cristiano Ronaldo ha mostrato tutti i suoi 34 anni e mezzo. All’infortunio di Chiellini, probabilmente fuori per tutta la stagione, si sono aggiunti quelli di De Sciglio, Douglas Costa e Pjanic. E a dirla tutta, anche Higuain è uscito malconcio dal Franchi. Probabile quindi l’impiego di Dybala, finora dimenticato da Sarri. Finora, a dirla tutta, non è piaciuto nemmeno De Ligt, il colpo dell’estate, e sono quindi tante le incognite con cui i bianconeri si presentano al Wanda Metropolitano contro un Atletico Madrid profondamente rinnovato rispetto a quello eliminato nella scorsa edizione della Champions con una grande rimonta negli ottavi di finale. La squadra di Simeone viene da una sconfitta contro la Real Sociedad ed ha, come la Juventus, una fase difensiva ancora da definire. Addirittura in porta Oblak è sembrato meno sicuro di quello delle ultime stagioni, segno che il mutamento di pelle è difficile per tutti. Occhi puntati su João Felix, a San Sebastian ancora sostituito da Simeone: il ragazzo pagato 126 milioni al Benfica non è ancora paragonabile a Cristiano Ronaldo, ma sulle sue spalle ha pressioni molto simili. Per entrambe le squadre una sconfitta sarebbe un disastro ed è per questo che il pari è il risultato da ritenersi più probabile, così come un basso numero di gol: le difese perforabili portano ad una maggiore prudenza ed è per questo che il calcio spettacolo fra Simeone e Sarri dovrebbe essere rimandato alla partita di ritorno.

Clicca qui per maggiori informazioni su tutte le scommesse sul calcio.*

*Si prega di essere consapevoli del fatto che questo link vi rimanderà al sito scommesse