Da Antoine Griezmann a Barack Obama, da Papa Francesco a Lionel Messi: abbiamo visto ogni tipo di personaggio, dallo sport alla politica, condividere una grande passione: l’amore per il mate. L’attaccante francese ora in forze al Barcellona ha reso la bevanda famosa anche in Francia e in giro per l’Europa, sempre in mano prima e dopo le partite - scoperta ai tempi della sua permanenza alla Real Sociedad, quando i suoi compagni di spogliatoio sudamericani gli hanno letteralmente aperto un mondo: “Carlos Bueno e Pablo Balbi, i nostri preparatori fisici, gli hanno fatto conoscere il mate. Prima dell’allenamento e in ogni viaggio, Antoine ha iniziato a bere il mate, anche se non aveva mai messo piede in Uruguay”, racconta Martin Lasarte, l’allenatore che per primo lo ha lanciato tra i professionisti. “Insieme a mia moglie gli abbiamo comprato il suo primo kit per il mate al mercato artigianale di Montevideo, in modo che potesse averne uno suo”. Ma facciamo un passo indietro è rispondiamo alla più banale delle domande: che cos’è il mate?

Il mate, infuso energizzante originario dell’Uruguay

Il mate è una bevanda nota per le sue virtù energizzanti. Appartiene alla famiglia dell’agrifoglio, le foglie di questa erba (chiamata “yerba maté” nella sua dicitura completa) vengono estratte, tostate e poi frantumate per essere infuse e bevute usando una cannuccia di metallo che filtra il liquido, la cosiddetta bombilla. Il risultato è un infuso dal gusto amaro - che può non incontrare il gusto di tante persone - ma che contiene in sé i benefici che noi leghiamo all’assunzione di caffè e tè: una scarica di energia, “rende più vivaci” e soprattutto migliora la concentrazione e i riflessi, aiutando a mettere da parte lo stress e la stanchezza. Tutto questo senza essere considerato un prodotto dopante: gran bel vantaggio per i calciatori che, come nel caso di Griezmann, sembrano non poterne più fare a meno: “Ho fatto 30 esami del sangue e più di 20 controlli antidoping: non ci sono problemi, altrimenti non mi avrebbero dato l’ok”, commentava l’attaccante francese in un video in cui parlava del mate di qualche anno fa.

Come si prepara il mate: strumenti e procedimento

Vi starete chiedendo: se anche io in Italia volessi provare? Come faccio ad assaggiarlo? Niente di impossibile: la yerba mate si può trovare nelle erboristerie, ad esempio, e la preparazione dell’infuso non è complicata. Basta avere, oltre all’erba: la tazza di zucca (realizzata specificatamente per questo tipo di bevanda), ma in alternativa vanno bene anche quelle di legno, in vetro o in ceramica; l’insostituibile bombilla - la cannuccia che permette di filtrarla; un pentolino per far bollire l’acqua. Dopo aver riempito la tazza per metà di erba, agitare per evitare il deposito delle polveri e poi piegarla in maniera tale da far scivolare tutta l’erba da un lato. Inserire la bombilla dalla parte rimasta vuota e versare dell’acqua fredda. Far riposare un paio di minuti in infusione e aggiungere poi quella calda (non bollente) fino a riempire tutta la tazza. Attendere qualche altro minuto e poi si può bere, riempiendo nuovamente fino a 20 volte mantenendo la stessa erba in infusione che non perde il suo sapore.

Il mate: una bevanda per condividere un momento di aggregazione

Non solo Griezmann e Messi, ma tanti altri super campioni del calcio mondiale sono legati al mate, spesso convinti dai compagni sudamericani insieme a loro nello spogliatoio. Ad esempio, al PSG Angel Di Maria, Edinson Cavani, Presnel Kimpembe o Alphonse Areola non si muovono senza la loro calebassa - il nome con cui viene indicata la tazza all’interno della quale si prepara il mate - ha spiegato l'anno scorso Le Parisien. Marco Rojo e Sergio Romero ai tempi del Manchester United sono stati coloro che hanno introdotto all’arte della bevanda sudamericana anche Paul Pogba, mentre non sorprendere vedere i vari Sergio Aguero, Gonzalo Higuain o Luis Suarez non separarsi mai dal loro infuso. Un motivo in più per condividere un’esperienza di piacere, non è solo una moda o un preparato per migliorare le proprie prestazioni: il mate incarna anche la convivialità e consente di trascorrere un momento di condivisione con il gruppo che ti circonda. Nel club e in nazionale.

Clicca qui per maggiori informazioni su tutte le scommesse calcio*.

*Si prega di essere consapevoli del fatto che questo link vi rimanderà al sito scommesse