Si è da poco conclusa la Serie A 2018/2019, finale deludente per il Milan, che ha visto sfumare l’obbiettivo della qualificazione in Champions League nell’ultima giornata. I giorni seguenti alla fine del campionato sono stati caratterizzati dalle risoluzioni dei contratti dell’allenatore Gattuso e del direttore generale dell’area tecnico-sportiva, Leonardo. Il 19 giugno 2019 è stato annunciato ufficialmente il nuovo allenatore del Milan, Marco Giampaolo, ex tecnico della Sampdoria. Nel frattempo il Milan ha iniziato i colloqui con l’UEFA; la società meneghina potrebbe rinunciare alla partecipazione alla prossima Europa League in cambio di un ulteriore anno per sistemare il fair play finanziario. Attualmente il Milan dovrebbe raggiungere il pareggio di bilancio entro il 2021.

Ora analizziamo quella che potrebbe essere la rosa del Milan dell’anno prossimo, tenendo conto che sul mercato sarà molto limitata dai vincoli finanziari. In porta rimarrà Reina, per quanto riguarda Donnarumma, l’intenzione della società è quella di trattenere il giocatore, che essendo valutato 60 milioni di euro, potrebbe portare nelle casse societarie un’importante plusvalenza, integrando in prima squadra Plizzari. Nel reparto difensivo, si punta a trattenere Romagnoli, Musacchio, Calabria, Conti e Caldara; Abate e Zapata saranno svincolati dal primo luglio. Rodriguez, Laxalt e Strinic saranno invece messi sul mercato e usati come pedine di scambio. A centrocampo Bakayoko non sarà riscattato e tornerà al Chelsea; Bertolacci e Montolivo essendo in scadenza di contratto non saranno rinnovati. Jose Mauri e Kessie saranno messi in vendita, soprattutto il secondo che ha tante richieste in Premier League e la sua valutazione si aggira attorno ai 30 milioni di euro, anche Lucas Biglia davanti alla giusta offerta potrebbe essere ceduto. Bonaventura e Paquetà sono gli unici sicuri di rimanere. In attacco l’unico incedibile è Piatek; la sensazione però è che per l’offerta giusta tutti possano essere ceduti. Suso ha espresso la volontà di rimanere, ed essendo molto apprezzato da Giampaolo potrebbe restare. Il giovane attaccante scuola Milan, Patrick Cutrone, è valutato 25 milioni di euro, se arrivasse un’offerta congrua al suo valore verrà probabilmente ceduto. Calhanoglu, Borini e Castillejo saranno messi sul mercato per far cassa, con l’obbiettivo di cederne almeno due. Andre Silva non sarà riscattato dal Siviglia e tornerà a Milanello, dove sarà valutato dal nuovo allenatore; il Milan non ha intenzione di svendere il giovane attaccante portoghese e per questo potrebbe rimanere per provare a riscattare le opache prestazioni degli ultimi due anni.

La nuova dirigenza composta da Maldini, Boban e Massara sta seguendo diversi profili, concentrandosi sul reparto di centrocampo. In difesa si sta trattando l’acquisto del giovane difensore turco classe 2000, Ozan Kabak, dove c’è da battere la concorrenza del Bayern Monaco. Gli altri nomi seguiti per il ruolo di difensore centrale sono Dejan Lovren, 29enne croato del Liverpool, Gianluca Mancini dell’Atalanta e Andersen della Sampdoria. Nel caso venisse ceduto Ricardo Rodriguez, andrebbe acquistato anche un terzino sinistro; la dirigenza rossonera sta seguendo Theo Hernandez e Reguilon del Real Madrid. A centrocampo è stato acquistato Rade Krunic per 8 milioni di euro, centrocampista offensivo che nell’ultima stagione ha militato nell’Empoli. In questo reparto gli uomini mercato del Milan sono molto attivi, si seguono i profili di: Torreira dell’Arsenal, Praet della Sampdoria, Veretout della Fiorentina, Tonali del Brescia, Barella del Cagliari, De rossi che attualmente è svincolato e Ceballos e Isco del Real Madrid. In attacco si stanno monitorando Schick della Roma e Gabbiadini della Samp.

Ipotizzando che il Milan trattenga Donnarumma e Suso, che ceda Strinic, Kessie, Jose Mauri, Borini, Castillejo, Cutrone e che riesca ad acquistare Kabak, Torreira, Praet, Schick e Gabbiadini, considerando il modulo utilizzato da Giampaolo, 4-3-1-2, l’anno prossimo si schiererebbe nel seguente modo:

4-3-1-2

Donnarumma

Conti (Calabria), Romagnoli, Caldara (Musacchio), Rodriguez

Bonaventura, Torreira, Paquetà (Praet)

Suso (Calhanoglu)

Piatek, Schick (Andre Silva)

Riserve: Reina, Kabak, Laxalt, Biglia, Gabbiadini

I tifosi rossoneri sperano di raggiungere la qualificazione in Champions League, competizione a cui il Milan non partecipa dal 2013. La dirigenza rossonera è al lavoro sul mercato per regalare a Giampaolo una rossa di qualità che esprima un bel gioco e faccia tornare a divertire i tifosi. In questo modo la speranza è che la squadra possa finalmente competere per le posizioni alte della classifica, obbiettivo che ha sempre contraddistinto la storia di questo club e che lo ha reso famoso in tutto il mondo.

Clicca qui per maggiori informazioni su tutte le scommesse calcio.*

*Si prega di essere consapevoli del fatto che questo link vi rimanderà al sito scommesse