Manchester capitale del football. Da anni ormai il derby tra City e United è qualcosa di più di una stracittadina. Le due squadre, oltre a essere seguitissime a livello nazionale e internazionale, lottano ogni stagione per la conquista del titolo, si danno battaglia acquistando i migliori giocatori presenti sul mercato e spesso danno vita a degli scontri diretti tutt’altro che noiosi.

Basti pensare allo scorso anno, quando il Manchester City affrontava all’Etihad il Manchester United e vincendo avrebbe potuto assicurarsi il titolo. Vi immaginate? Vincere il campionato davanti alla propria gente e contro i rivali di una vita. Un sogno che sembrava poter diventare realtà a fine primo tempo (quando i Citizens conducevano pr 2-0) ma frantumatosi poi nella ripresa grazie all’assurda rimonta degli uomini di Mourinho che andranno a vincere per 2-3.

E proprio come lo scorso anno, il Manchester City dovrà provare a vincere a tutti i costi la sfida in programma all’Old Trafford. Il motivo? Questa volta 3 punti non darebbero agli uomini di Guardiola la certezza del titolo, ma li catapulterebbero al primo posto a una sola lunghezza dal Liverpool ad appena tre giornate dal termine. Lo United è l’ultimo vero ostacolo per i Citizens da qui al termine del campionato, nonché l’ultima squadra che può togliere loro qualche punto.

 

Lo United cerca vendetta

Il reparto difensivo non è sicuramente il punto di forza della squadra di Solskjaer: da ben 11 partite i Red Devils non riescono a mantenere inviolata la propria porta, nonostante nell’arco della stagione 2018-2019, tutte le vittorie ottenute in Premier League hanno visto segnare entrambe le squadre. In casa, quindi, il Manchester United segna con regolarità ma subisce anche tantissimi gol: un dato tutt’altro che confortevole visto che di fronte si troveranno la squadra con il miglior attacco del campionato e tra le più prolifiche d’Europa (157 gol realizzati finora in stagione).

Non solo: a Old Trafford il Manchester City non riesce a mantenere la porta inviolata da quasi 4 anni, nonostante sia riuscito a vincere in più di un’occasione e abbia tramutato lo stadio dei rivali cittadini in una sorta di terreno fertile per le proprie vittorie: delle ultime 6 partite giocate in trasferta sul campo del Manchester United, Aguero e compagni ne hanno vinte 5 e pareggiata 1.

Guardiola dal canto suo sà bene cosa voglia dire vincere: il City ha vinto 17 delle ultime 18 partite, perdendo solamente la trasferta di Champions League sul campo del Tottenham. In totale i Citizens hanno accumulato una striscia positiva di 10 vittorie consecutive in Premier League e sperano di poterle far diventare 11 grazie al trionfo del derby.

Attenzione particolare a Raheem Sterling, che in stagione ha già realizzato 17 gol (6 dei quali dopo il 75° minuto) e vuole dimostrare per l’ennesima volta di poter essere decisivo anche e soprattutto negli scontri diretti. Occhio anche a Pogba, goleador dello United da quando Solskjaer si è seduto sulla panchina dei Red Devils, e Marcus Rashford, a secco ormai da troppo tempo e desideroso di tornare al gol.

Clicca qui per maggiori informazioni su tutte le scommesse calcio* sulla Premier League.

*Si prega di essere consapevoli del fatto che questo link vi rimanderà al sito scommesse