Dopo appena 47 giorni dalla chiusura dello scorso campionato, la Premier League torna in campo con un primo turno che promette spettacolo. Si riparte dall’attesissima promozione del Leeds, dal ritorno dello United in Champions League e, soprattutto, dal titolo conquistato dal Liverpool dopo trent’anni di digiuno. Quello che inizierà ufficialmente sabato 12 settembre sarà uno dei campionati più interessanti e – presumibilmente – più competitivi degli ultimi anni, tra la voglia di rivalsa del Manchester City, la compattezza del Liverpool e le rinnovate ambizioni di Chelsea e Manchester United.

La prima giornata si apre con l’anticipo delle 13.30 tra il neopromosso Fulham di Scott Parker e l’Arsenal fresco vincitore di FA Cup e Community Shield. Alle 16.00 giocano Crystal Palace e Southampton, anticipando il big match di Anfield delle 18.30 tra Liverpool e Leeds, tornato in Premier League dopo 16 anni di purgatorio. Alle 21.00 il West Ham ospita invece il Newcastle al London Stadium, dove ha perso già due volte negli ultimi tre incontri. Domenica il West Bromwich riassaggia la Premier ospitando il Leicester, mentre l’Everton di Ancelotti ritrova il Tottenham di Mourinho dopo poco più di due mesi. A chiudere la giornata c’è un ‘doppio’ Monday Night, con lo Sheffield United che affronta il Wolverhampton e il Brighton che attende il Chelsea all’Amex Stadium in una sfida dai contorni decisamente più rilevanti rispetto all’amichevole di pochi giorni fa. Rinviate invece le gare delle due squadre di Manchester, alle quali è stato concesso ancora qualche giorno di riposo dopo le fatiche europee del mese scorso.

Andiamo ad analizzare tutti i match con i pronostici sulle scommesse Premier League* della prossima giornata!

Fulham – Arsenal

I Cottagers tornano in Premier League affrontando l’Arsenal a Craven Cottage, dove i Gunners non perdono dal gennaio 2012. Il Fulham spera di mettere fine alla più lunga striscia di sconfitte (10) di una squadra londinese dei derby della capitale, tentando subito di ridimensionare il morale degli uomini di Arteta dopo le recenti vittorie in FA Cup e nel Community Shield.

L’Arsenal torna in riva al Tamigi forte del bilancio positivo contro il Fulham negli ultimi dieci anni (una sola sconfitta a fronte di tre pareggi e sei vittorie). Arteta potrà contare anche e soprattutto su Aubameyang, che ha già messo a segno 12 gol e 4 assist nelle ultime 13 partite di Premier League contro squadre neopromosse, di cui rispettivamente 3 e 1 proprio contro il Fulham nella stagione 2018/2019.

Burnley – Brighton & Hove Albion

L’Europa è ormai irraggiungibile, ma questo non toglie nulla al lavoro incredibile di Dyche. Tre punti con il Brighton, più che per la classifica, coronerebbero una stagione straordinaria e allungherebbero a 8 la striscia di risultati utili consecutivi.

Il Brighton, come il Burnley, cerca di chiudere dignitosamente una stagione difficile ma complessivamente positiva su cui porre basi stabili per la prossima stagione. La salvezza è ormai archiviata, difficile quindi vedere il Brighton lottare con il coltello tra i denti. 

Crystal Palace – Southampton

Tanti dubbi di formazione per Hodgson, alle prese con numerosi infortuni e ancora incerto sui tempi di recupero di molti giocatori. Nonostante le 12 sconfitte complessive negli ultimi 20 incontri contro i Saints (l’ultima vittoria risale al dicembre 2016), il Palace proverà a invertire una curiosa tendenza: nella sua storia non ha mai vinto quando ha giocato la prima giornata di Premier League a Selhurst Park.

Imbattuti negli ultimi cinque incontri di Premier League, i Saints arrivano a questa sfida potendo contare anche sull’ottimo rendimento di Danny Ings fuori casa, come testimoniano i 12 gol e i 2 assist nelle ultime gare in trasferta in cui è partito titolare. Contro il Crystal Palace il Southampton ha perso solamente tre volte nelle 22 gare di Premier League giocate finora.

Liverpool – Leeds United

L’ultima gara di Premier League giocata tra Reds e Whites risale al febbraio 2004 (2-2 il risultato finale), da allora si sono incontrati solamente due volte in EFL Cup (1-0 e 2-0). Il Liverpool – che non ha perso nessuno degli ultimi 8 match contro il Leeds – cercherà di allungare a 60 partite la striscia di imbattibilità ad Anfield, che dura dall’aprile 2017. Attenzione a Salah, andato a segno nelle ultime tre giornate di apertura della Premier League.

C’è tanta curiosità intorno al Leeds di Marcelo Bielsa, tornato in Premier League dopo aver vinto un titolo in Championship quasi mai in discussione. Nei tradizionalmente spettacolari match contro il Liverpool, solo una volta nelle ultime 11 gare di Premier non sono stati segnati almeno due gol. Curiosità: il Leeds non ha mai perso all’esordio in campionato dalla nascita della Premier League.

West Ham United – Newcastle United

Il West Ham non vince alla prima giornata dal 2016 (2-0 contro l’Arsenal) e ha battuto i Magpies nel nuovo London Stadium solamente una volta (2-0 nel marzo 2019). Nonostante le premesse non siano delle migliori, conforta sapere che negli ultimi 5 incontri contro il Newcastle il West Ham ha sempre segnato due o più gol (2-2, 2-3, 2-0, 3-0, 2-3).

Contro gli Hammers in trasferta ha vinto 9 volte in Premier League, tante quante vittorie del West Ham in casa. Dopo una campagna acquisti scoppiettante (sono arrivati nel giro di pochi giorni Jamal Lewis, Callum Wilson, Jeff Hendrick e Ryan Fraser), i Magpies cercheranno subito di ottenere punti preziosi in quella che tra qualche mese potrà essere una importante sfida salvezza.

West Bromwich Albion – Leicester City

Tornato in Premier League sotto la sapiente guida di Bilic, il WBA cerca la prima vittoria in casa contro il Leicester, con il quale ha vinto solamente in trasferta negli appena 8 incontri di Premier League tra le due. Con i tre punti inoltre allungherebbe a tre la striscia di vittorie consecutive nella giornata d’apertura del campionato.

Il Leicester arriva a questa delicata sfida contro il West Bromwich forte delle quattro vittorie su quattro maturate al The Hawthorns negli ultimi dieci anni. Jamie Vardy è pronto a eguagliare un altro record: se dovesse segnare al WBA (contro il quale ha già siglato 4 reti in 4 gare) raggiungerebbe i 5 gol in 5 partite di Ruud Van Nisterlooy contro un singolo avversario (il Newcastle nel suo caso).

Tottenham Hotspur – Everton

C’è tanta attesa per la prima stagione del Tottenham completamente sotto la guida di Mourinho, accontentato sul mercato grazie agli arrivi di Doherty dai Wolves e di Höjbjerg dal Southampton per puntellare la rosa. Gli Spurs sono imbattuti negli ultimi 15 incontri contro l’Everton e nei 56 precedenti hanno perso solo 8 volte. Occhio a Harry Kane, che ha segnato 9 gol in 9 gare contro i Toffees.

Il lussuoso mercato dell’Everton (negli ultimi giorni sono arrivati a Liverpool Nkounkou, Doucouré, James Rodriguez e Allan) ha garantito ad Ancelotti una rosa dal grande potenziale. L’ex allenatore di Milan, Real Madrid e Bayern Monaco – che potrà contare sugli importanti recuperi di André Gomes e Yerry Mina – in 21 stagioni ha perso solo una volta alla prima giornata.

Sheffield United – Wolverhampton Wanderers

Contro i Wolves si ripropone quella che è stata per larghi tratti di stagione una sfida per un posto in Europa. I Blades, che non hanno mai perso contro nelle precedenti (e uniche) quattro giornate d’apertura in Premier League, vorranno proseguire quanto di buono fatto nella scorsa stagione, conclusa a un passo dall’Europa League. Lo Sheffield, però, ha perso tre volte negli ultimi sei incontri contro il Wolverhampton (0-3, 0-2, 0-2).

Il Wolverhampton vorrà evitare di perdere due partite consecutive contro i Blades – come accaduto l’ultima volta nel 1996 – nonostante non vinca nello Yorkshire dal marzo 1981. Gli uomini di Nuno Espirito Santo hanno voglia di rifarsi dopo le sconfitte con Chelsea e Siviglia che hanno rispettivamente escluso i Wolves dalla qualificazione in Europa e dalla corsa al titolo in Europa League.

Brighton & Hove Albion – Chelsea

In questo ‘remake’ dell’amichevole di pochi giorni fa, il Brighton vorrà replicare la buona prestazione sfoggiata con i Blues. Negli ultimi sei incontri contro il Chelsea in Premier League i Seagulls hanno raccolto appena un punto, perdendo le altre cinque gare con appena un gol segnato complessivamente. Ma un barlume di speranza c’è anche nelle statistiche: il Brighton non perde giocando di lunedì dall’aprile 2015.

Nonostante l’altisonante campagna acquisti, contro il Brighton Lampard dovrà fare a meno dei nuovi arrivi Ziyech e Chilwell (infortunati), oltre a Kovacic (squalificato) e Thiago Silva, che non ha ancora preso parte agli allenamenti con la squadra. In caso di vittoria Chelsea vince diventerebbe la terza squadra a raggiungere 2000 punti in Premier League, dopo Manchester United (2234) e Arsenal (2011).

Clicca qui per maggiori informazioni su tutte le scommesse calcio* sulla Premier League.

*Si prega di essere consapevoli del fatto che questo link vi rimanderà al sito scommesse