Se negli altri campionati europei questo periodo è sinonimo di sosta, in Premier League non ci si ferma: il 26 dicembre torna lo storico e attesissimo Boxing Day! La quindicesima giornata sarà spalmata su due giorni, a cavallo tra sabato e domenica. Ad inaugurare il turno il big match delle 13.30: un Leicester in grande forma ospita il Manchester United al King Power Stadium in una sfida che promette spettacolo. Alle 16.00 in programma una doppia sfida, con Aston Villa e Fulham che incontrano rispettivamente Crystal Palace e Southampton. Alle 18.30 è invece in programma il derby londinese tra Arsenal e Chelsea, con i Gunners chiamati necessariamente alla vittoria visti gli appena 4 punti che li separano dalla zona retrocessione. Alle 21.00 altro doppio match: Manchester City-Newcastle all’Etihad e Sheffield United-Everton a Bramall Lane.

Le ultime quattro gare saranno tutte di domenica, con il Leeds che torna a Elland Road per la delicatissima sfida contro il Burnley (13.00). Alle 15.15 il West Ham ospita il Brighton e alle 17.30 il Liverpool cercherà di allungare sulle inseguitrici vincendo contro il West Brom di Allardyce, alla seconda panchina con i Baggies. Chiude il turno l’interessante sfida tra Wolverhampton e Tottenham, con gli Spurs decisi a invertire la tendenza dopo gli ultimi tre risultati negativi.

Andiamo ad analizzare tutti i match con i pronostici sulle scommesse Premier League* della prossima giornata!

Leicester City – Manchester United

Le Foxes sono lanciatissime dopo la vittoria sugli Spurs e ora osservano i Reds da un comodissimo -4. Il titolo è un’utopia, ma la Champions League è un obiettivo concreto. Quello del Boxing Day, però, non è un turno tradizionalmente semplice per il Leicester: dal suo ritorno in Premier League nel 2014, le Foxes hanno perso 5 dei 6 incontri totali nel Boxing Day.

La travolgente vittoria sul Leeds (6-2) ha gonfiato il morale dei Red Devils, ora saldamente al terzo posto pur con una partita in meno. Con questo il Leicester, ça va sans dire, non sarà certo semplice, ma fuori casa il Manchester United sta facendo molto bene: in caso di vittoria, infatti, eguaglierebbe il record di 11 vittorie consecutive in trasferta in Premier League (come Chelsea e Man City).

Aston Villa – Crystal Palace

Il 3-0 sui Baggies ha lanciato i Villans al nono posto, a -4 dal quarto posto e con ben due partite da recuperare. Con il Palace l’intenzione è quella di proseguire una striscia positiva che dura da inizio dicembre. L’Aston Villa ha vinto due degli ultimi tre incontri contro il Crystal Palace, tanti quanti ne ha vinti nei precedenti 12. Le ultime due gare al Villa Park si sono trasformate in altrettante vittorie (2-0 e 1-0).

Lo 0-7 contro il Liverpool ha coperto di vergogna il Crystal Palace e Roy Hodgson, che con questa gara entra nella top10 degli allenatori con il maggior numero di panchine in Premier League (sarà la 341esima per lui). Con il Villa potrebbe esserci un inatteso protagonista: Nathaniel Clyne ha segnato tre degli ultimi suoi quattro gol in Premier League proprio contro i Villans…

Fulham – Southampton

Dopo una sconfitta e tre pareggi consecutivi, i Cottagers vogliono tornare alla vittoria per districarsi quanto prima da una zona retrocessione che li vede ospiti stabili da inizio stagione. Contro i Saints in Premier League, il Fulham ha perso quattro volte, ma ne ha vinte altrettante nei 14 incontri totali tra le due (di cui nessuno lontano a Craven Cottage).

Lo stop contro il City influirà sul morale dei Saints? Difficile dirlo, ma la squadra di Hasenhuttl ha dimostrato di non lasciarsi condizionare facilmente dai risultati. Il quarto posto rimane a -2 e la priorità per il Southampton è ritrovare subito i tre punti contro una “piccola”, pur dovendo fare i conti con la probabile assenza di Danny Ings. L’ultima a Craven Cottage finì 3-2 per i padroni di casa.

Arsenal – Chelsea

Crisi senza fine per l’Arsenal, che ora guarda con preoccupazione alla zona retrocessione. La vittoria manca da quasi due mesi e la classifica ora appare un incubo per i Gunners. Risollevare la stagione non sarà una passeggiata, ma ripartire da questo derby londinese con una vittoria potrebbe essere il segnale che ci si attende. L’Arsenal ha vinto gli ultimi 9 incontri giocati in casa nel Boxing Day.

Dopo un momento di flessione, il Chelsea ha ripreso a correre con il 3-0 del derby contro il West Ham di settimana scorsa. Con l’Arsenal ha un ottimo bilancio, avendo perso solo due degli ultimi 17 incontri in Premier League (entrambi però all’Emirates, nel settembre 2016 e nel gennaio 2019). I Blues non perdono tre gare consecutive in trasferta dal febbraio 2019.

Manchester City – Newcastle United{ODDS:656894020:1,66}

In una stagione che sta faticando a decollare, la vittoria al St. Mary’s contro i Saints potrebbe essere il punto di svolta per i Citizens, al momento ottavi seppur con una partita ancora da giocare. Il Manchester City ha vinto tutti gli ultimi undici incontri casalinghi contro i Magpies, segnando 39 gol e subendone 7: è la miglior striscia del City contro un avversario nella massima serie.

Lascelles e Saint-Maximin sono ancora indisponibili, costringendo Bruce a correre ai ripari in vista di questa delicata sfida. Il dodicesimo posto, per il momento, garantisce un minimo di tranquillità ai Magpies, nonostante il pessimo bilancio nel Boxing Day: il Newcastle ha infatti perso nelle ultime cinque volte, per un totale di 14 come nessun altro in Premier League.

Sheffield United – Everton

Vicinissimo alla vittoria contro il Brighton, alla fine lo Sheffield United ha dovuto accontentarsi del pareggio. Contro l’Everton cercherà i tre punti per l’ennesima volta in questo campionato, che al momento li vede ultimi ad appena 2 punti e a -10 dal quartultimo posto. Con una vittoria potrebbe essere la prima squadra dal 2013 a vincere nel Boxing Day da ultima in classifica.

Dopo un più che fisiologico calo, l’Everton ha ripreso a vincere e convincere, dimostrando di non avere alcuna intenzione di fermarsi. In Premier League l’Everton ha vinto solamente una volta in trasferta contro le Blades. Dopo l’1-0 nel ritorno nello scorso campionato, l’Everton vuole vincere anche l’andata in questa stagione, come non succede dal 1897.

Leeds United – Burnley

Dopo la clamorosa sconfitta contro il Manchester United, il Leeds ha bisogno di riscattarsi prima che il risultato dell’Old Trafford trascini i Whites in una spirale negativa che potrebbe avere gravi conseguenze sul prosieguo della stagione. Quello contro il Burnley sarà il primo incontro in assoluto tra i due club in Premier League.

Il Burnley sta gradualmente prendendo quota dopo un avvio di stagione tutt’altro che soddisfacente. I preziosi pareggi con Everton e Aston Villa e le sorprendenti vittorie con Arsenal e Wolves hanno ridato slancio ai Clarets, che arrivano a questa sfida con l’intenzione di allontanarsi ancor di più dalle zone basse della classifica. L’ultima sfida ufficiale tra le due risale al settembre 2017.

West Ham – Brighton

Gli Hammers hanno bisogno di ritrovare la vittoria dopo il pareggio con il Palace e, soprattutto, dopo la brutta sconfitta (0-3) contro il Chelsea. Piccola curiosità: il West Ham contro il Brighton non ha mai vinto in Premier League nei 6 incontri disputati complessivamente tra le due. Le ultime tre partite sono finite con tre pareggi (2-2, 1-1 e 3-3).

Nonostante un momento non particolarmente brillante per i Seagulls, Graham Potter vuole proseguire la striscia di imbattibilità del Brighton contro gli Hammers, ferma appunto a 6 (3 vittorie, 3 pareggi). Il dicembre dei Seagulls è stato però finora disastroso: 4 partite, 2 pareggi e 2 sconfitte (rispettivamente con Fulham, Sheffield Utd/Southampton, Leicester).

Liverpool – WBA

I Reds stanno letteralmente volando e l’idea del secondo titolo consecutivo comincia a materializzarsi nella testa di tifosi e giocatori del Liverpool. Le vittorie con Leicester e Tottenham nell’ultimo mese hanno lanciato gli uomini di Klopp verso il primo posto in solitaria. Contro i Baggies hanno vinto solo due degli ultimi 5 incontri: l’ultima vittoria in casa risale all’ottobre 2016 (2-1).

Il cambio in panchina, con Allardyce che ha sostituito Bilic, non ha momentaneamente giovato al West Brom, visto il pesante 0-3 inflittogli dall’Aston Villa settimana scorsa. Ora il WBA deve reagire, anche se farlo contro il Liverpool non è certo una passeggiata. L’ultima vittoria dei Baggies ad Anfield in Premier League risale al febbraio 2013 (2-0, con un rigore sbagliato da Gerrard).

Wolves – Tottenham  

I Wolves non sembrano aver ancora trovato la miscela giusta per rendere al meglio in questa stagione, che li vede momentaneamente all’undicesimo posto – ben lontano dai settimi posti degli ultimi due campionati. Contro gli Spurs serve l’ennesima scossa in un campionato finora molto altalenante. I Wolves hanno perso le ultime due gare giocate al Molineux contro il Tottenham.+

Parlare di crisi sarebbe eccessivo, ma dopo un pareggio e due sconfitte (con due squadre di vertice) le preoccupazioni per Mourinho e tifosi cominciano ad affiorare. La vittoria in EFL Cup – e la conseguente qualificazione in semifinale – ha riportato un po’ di serenità all’ambiente. Contro i Wolves gli Spurs hanno vinto 6 dei 14 incontri totali in Premier League, di cui 4 al Molineux.

Clicca qui per maggiori informazioni su tutte le scommesse calcio* sulla Premier League.

*Si prega di essere consapevoli del fatto che questo link vi rimanderà al sito scommesse