Venerdì torna in campo la Premier League esattamente a 24 ore dalle semifinali di ritorno di Europa League che hanno coinvolto Arsenal e Manchester United. Il match che inaugura il turno (alle 21.00) è Leicester City-Newcastle, importantissimo per le ambizioni delle Foxes in ottica Champions League e per quelle dei Magpies nella lotta salvezza. Sabato tocca poi a Leeds e Tottenham (13.30), con gli Spurs chiamati alla terza vittoria consecutiva per continuare a sperare nel quarto posto, Sheffield Utd-Crystal Palace (16.00) e il big match tra Manchester City e Chelsea (18.30), prossime finaliste in Champions League. Chiude la fase degli anticipi la gara delle 21.15, con Liverpool e Southampton che si affrontano ad Anfield.

Domenica pomeriggio il Wolverhampton ospita il Brighton (13.00) e alle 15.05 il Manchester United sarà a Birmingham per affrontare l’Aston Villa al Villa Park. Alle 17.30 un lanciatissimo West Ham attende l’Everton al London Stadium in un match che potrebbe dire molto sulle chances di qualificarsi in Champions degli Hammers e alle 20.00 l’Arsenal ospita il West Brom, ormai vicinissimo alla retrocessione. Lunedì sera tocca a Fulham e Burnley (19.00), con i Cottagers decisi a giocarsi le ultime carte per rimanere in Premier League.

Andiamo ad analizzare tutti i match con i pronostici sulle scommesse Premier League* della prossima giornata!

Leicester City – Newcastle United

La qualificazione in Champions League è ancora in bilico e il rovinoso finale di stagione dell’anno scorso è ancora vivo nei ricordi delle Foxes. Vincere contro il Newcastle allungherebbe a 4 la striscia di risultati utili consecutivi oltre che a cementare il terzo posto degli uomini di Rodgers. Con i Magpies hanno vinto 4 delle ultime 5 partite in Premier League (12 gol fatti, 2 subiti).

Dopo le vittorie con Burnley e West Ham, il Newcastle ha di nuovo rallentato la corsa, pareggiando con il Liverpool (risultato comunque preziosissimo) e perdendo contro l’Arsenal. Il Fulham rimane a -9, ma la salvezza non è ancora garantita. Contro il Leicester sarà difficile trovare i 3 punti, considerando anche che i Magpies hanno vinto con le Foxes appena 3 volte negli ultimi 7 anni.

Leeds United – Tottenham Hotspur

Il Leeds potrebbe diventare la prima squadra a rimanere imbattuta in casa contro Arsenal, Chelsea, Liverpool, Manchester City, Manchester United e Spurs in una singola stagione di Premier League dal 2016, quando a riuscirci fu il West Ham nell’ultimo anno al Boleyn Gorund. Il Leeds ha segnato il 24% dei suoi gol di questa stagione in Premier League da fuori area (12 in totale).

Buon momento di forma degli Spurs (2 vittorie nelle ultime 2), che ora puntano a un (quasi) miracoloso quarto posto per guardare alla prossima stagione con ottimismo. Ryan Mason è il quarto manager del Tottenham a vincere le sue prime due partite in Premier, dopo Glen Hoddle, Mauricio Pochettino e José Mourinho; tutti e tre hanno perso però la loro terza partita in carica…

Sheffield United – Crystal Palace

Lo Sheffield United ha vinto le ultime tre partite in campionato in casa contro il Crystal Palace, contribuendo ad allungare una striscia che risale al dicembre 2009. Lys Mousset ha 99 presenze in Premier, 78 delle quali ottenute da subentrato: se l’attaccante francese dovesse giocare contro il Palace, diventerebbe il primo giocatore di Premier con almeno 100 gettoni ad avere una percentuale così alta di presenze non da titolare.

Il Crystal Palace proverà a vincere andata e ritorno contro le Blades in campionato per la prima volta dal campionato 2007/2008 (in Championship). Da allora, questa è la quinta stagione in cui i due club si incontrano. Il Palace ha perso solo due delle ultime 20 partite di Premier League contro squadre in zona retrocessione (per il resto, 12V 6P).

Manchester City – Chelsea

Una vittoria contro il Chelsea garantirebbe al Manchester City il quinto titolo della sua storia (e il quinto in meno di dieci anni). I Citizens hanno perso solo una delle ultime 24 partite casalinghe di Premier League contro squadre londinesi (20V 3P) ed è imbattuto nelle ultime 14 gare (12V 2P). La squadra di Guardiola ha ottenuto 18 clean sheet in 34 giornate.

Dopo l’approdo in finale di Champions League, la squadra di Tuchel ora punta a qualificarsi alla prossima edizione (qualificazione comunque garantita in caso di vittoria in finale). I Blues hanno raccolto 11 clean sheet nelle loro 15 gare di Premier con Tuchel: è la percentuale più alta registrata da qualsiasi allenatore nelle sue prime 15 panchine nella storia della competizione.

Liverpool – Southampton

Alla disperata ricerca di punti in ottica Champions League, i Reds sanno di non potersi concedere passi falsi. Il Liverpool è imbattuto nelle ultime sei partite in casa in Premier League contro il Southampton (4V 2P) e ha vinto le ultime tre con un punteggio complessivo di 10-0. Salah ha segnato 7 gol in 7 presenze in Premier contro i Saints, tra cui 5 nelle 3 gare giocate ad Anfield.

Il Southampton proverà a vincere andata/ritorno in Premier contro il Liverpool per la seconda volta nella competizione (era già successo nel 2004). Nessun giocatore dei Saints è stato coinvolto in più gol in Premier in questa stagione di James Ward-Prowse (14). I suoi 8 gol sono un record per lui in campionato, mentre solo nel 2014/15 era riuscito a registrare tanti assist quanti ne ha fatti quest’anno (6).

Wolverhampton Wanderers – Brighton & Hove Albion

Le ultime due partite dei Wolves (0-4 vs Burnley, 1-1 vs WBA) dimostrano quanto la squadra stia già ampiamente pensando alla prossima stagione. Contro il Brighton serve una vittoria per provare a chiudere dignitosamente il campionato. In Premier League il Wolverhampton non ha mai vinto contro i Seagulls e al Molineux ha sempre pareggiato nei 4 precedenti.

La vittoria sul Leeds (2-0, dopo 2 pareggi e 2 sconfitte nelle precedenti 4) ha lanciato il Brighton verso una salvezza che ora sembra poco più che una formalità. Con una vittoria – che sarebbe la prima al Molineux in Premier League contro i Wolves – potrebbe guadagnarsi la permanenza in Premier. L’ultima vittoria risale al 27 ottobre 2018 (1-0, all’Amex Stadium).

Aston Villa – Manchester United  

Il settimo posto – ultimo slot disponibile per una qualificazione alle coppe – dista 6 punti e quindi oggettivamente complicato da raggiungere in queste ultime 4 giornate. Contro il Manchester United proverà a vincere anche per migliorare un trend, con i Red Devils, piuttosto deludente: nelle 51 gare di Premier tra le due, i Villans hanno vinto appena 3 volte (di cui 2 al Villa Park).

Accantonati (per il momento) i disordini di settimana scorsa e archiviata l’accesso alla finale di Europa League, il Manchester United deve tornare a concentrarsi sul campionato e su un secondo posto da difendere fino a fine campionato. Contro l’Aston Villa ha vinto quattro delle ultime cinque partite in campionato (a fronte di un solo pareggio), con 9 gol fatti e 2 subiti.

West Ham United – Everton  

Dopo la cruciale vittoria con il Burnley in rimonta, prosegue la disperata corsa degli Hammers verso un posto in Champions League per la prima volta nella sua storia. Davanti a sé ha però un Everton affamato e in cerca di riscatto dopo la sconfitta con l’Aston Villa nell’ultimo turno. Nei 49 incontri in Premier tra le due, il West Ham ha vinto solo 10 volte, di cui appena 5 in casa.

La sconfitta con i Villans ha frenato le ambizioni dell’Everton, intenzionato però a ritrovare subito morale, condizione e risultati per tentare l’assalto all’ultimo posto disponibile per le coppe europee – e chissà, magari proprio a discapito del Liverpool. Contro gli Hammers il trend dell’Aston Villa è abbastanza positivo, come dimostrano le due vittorie nelle ultime quattro (di cui una al London Stadium).

Arsenal – West Bromwich Albion

Prosegue invece l’altalena di risultati dei Gunners, che arrivano a questa sfida dopo due vittorie, un pareggio e due sconfitte. L’Europa è vicina (5 punti, con una partita in più), ma all’orizzonte non sembrano esserci le condizioni per un assalto convincente dell’Arsenal. Contro il West Brom ha vinto 10 delle sue 12 partite di Premier League giocate in casa, fallendo solo nel 2004 e nel 2010.

Una sconfitta significherebbe abbandonare definitivamente la Premier League, eguagliando il record di 5 retrocessioni del Norwich. Sam Allardyce non ha mai vinto in casa dell’Arsenal in Premier (3P 11S), perdendo in ognuna delle sue ultime nove panchine all’Emirates. I Baggies hanno perso le ultime 7 partite fuori casa contro i Gunners, con 15 gol subiti e appena 1 realizzato.

Fulham – Burnley

Il Fulham ha vinto otto degli ultimi nove incontri in campionato in casa contro il Burnley. I Cottagers hanno segnato solo nove gol nelle loro 17 partite di Premier League giocate a Craven Cottage in questa stagione: nessuna squadra inglese nella massima divisione ha mai fallito il raggiungimento della doppia cifra di gol realizzati in casa in una singola stagione.

Dopo il 4-0 sul Wolverhampton al Molineux – un importante mattoncino in ottica salvezza – ora il Burnley proverà a vincere due gare in trasferta consecutive per la prima volta dallo scorso luglio. Attenzione particolare a Jay Rodriguez, autore di cinque gol in sette presenze contro il Fulham in tutte le competizioni. In questa stagione, però, è fermo a 1 gol e 2 assist in campionato.

Clicca qui per maggiori informazioni su tutte le scommesse calcio* sulla Premier League.

*Si prega di essere consapevoli del fatto che questo link vi rimanderà al sito scommesse