Campioni, sterline, talento, pubblico ritrovato, grandi allenatori, ritmo, fisico. Si potrebbe andare avanti ancora a lungo a elencare tutti i pregi del più bel campionato di calcio al mondo - la Premier League, reduce da una stagione dominata dal Manchester City e con tante big che hanno voglia di rilanciarsi, di rimettersi in carreggiata. Quali sono le favorite per la conquista del titolo secondo le scommesse Premier League*? Questa una parziale ma necessaria previsione: a una settimana dal via, il sogno di conquistare la vittoria finale in Premier League possono coltivarlo (con speranze diverse) in molti.

9° POSTO - ASTON VILLA 

La cessione di Jack Grealish potrebbe segnare a livello emotivo una squadra che, a parte i milioni di sterline portati a casa, dovrebbe davvero compiere un miracolo per andare a prendersi il primo posto in classifica al termine della Premier League del prossimo anno. La notizia più raccontata delle ultime ore però non riguarda il campo, ma l’opportunità data dall’Aston Villa ai tifosi di restituire la maglia di Grealish e ricevere in cambio i soldi spesi per acquistarla. Non il migliore dei presupposti…

8° POSTO - LEEDS 

Marcelo Bielsa con i suoi 66 anni è l’allenatore più anziano della Premier League, ma l’età non è certo un problema per l’umore e la voglia di lavorare del maestro argentino - che ha portato il Leeds a chiudere al 9° posto l’anno passato dopo il ritorno nella massima serie. L’idea di vincere il campionato resta un’utopia, ma con un Patrick Bamford (reduce da 17 gol e 7 assist in 38 gare) pronto a confermarsi ad altissimo livello, la squadra di Elland Road potrebbe ripartire dalle certezze di qualche mese fa: negli ultimi 11 match il Leeds ha subito soltanto 8 reti, se la difesa restasse così solida l’impresa sarebbe un po’ meno impossibile.

7° POSTO - LEICESTER CITY 

Il 5° posto dell’anno scorso ha lasciato l’amaro in bocca a una squadra che - dopo il titolo vinto con Claudio Ranieri - nelle ultime due stagioni in fila ha sfiorato l’accesso in Champions League e confermato di essere squadra di vertice. Quanto in alto può arrivare il Leicester? Brendan Rodgers farà gli scongiuri del caso, ma sa di dover chiedere al suo Youri Tielemans di essere un cervello efficace a centrocampo, in grado di aprire assieme al nuovo arrivato Boubakary Soumaré la strada verso il vertice, sognando a cinque anni di distanza di bissare una delle più grandi imprese mai realizzate nello sport moderno.

6° POSTO - TOTTENHAM 

Riuscirà Harry Kane a portare a casa il primo titolo della sua carriera? Lo scopriremo nei prossimi mesi, anche se la più grande paura dei tifosi del Tottenham resta quella di vederlo esultare con un’altra maglia. Nel frattempo in panchina è arrivato Nuno Espirito Santo (portoghese per portoghese, considerando l’addio di Mourinho), mentre per rinforzare la difesa si è pensato a Pierluigi Gollini e Cristian Romero (sotto l’attenta supervisione del nuovo direttore sportivo Paratici). Basterà per colmare il gap con la vetta della Premier League? Lo scopriremo nelle prossime settimane.

5° POSTO - ARSENAL 

Due anni in fila all’ottavo posto (dopo che sotto la guida Wenger l’accesso in Champions League era stato una costante per due decenni) e con una squadra giovane da rilanciare, Mikel Arteta è giunto a un punto di non ritorno della sua esperienza ai Gunners: iniziare a vincere non è più un obiettivo da rimandare al futuro. Tocca farlo da subito, con una squadra che può competere per un posto in Champions League, ma che con più fatica può sognare di conquistare un titolo che manca davvero da un’eternità

4° POSTO - MANCHESTER UNITED 

Paul Pogba (e non solo lui) vorrebbe dare una scossa a una squadra che, beffata ai rigori lo scorso anno in finale di Champions League, vuole tornare a essere competitiva in maniera continuativa sui palcoscenici più importanti al mondo. Per farlo lo United non ha avuto dubbi nell’affidare la guida della squadra a Ole Gunnar Solskjær: ci sono ancora tre squadre però che partono un passo avanti ai Red Devils

3° POSTO - LIVERPOOL 

Jurgen Klopp ha una stagione da farsi perdonare, con il Liverpool che - dopo essere riuscito a concludere l’impresa di conquistare per la prima volta nella storia dei Reds la Premier League - è naufragato in un’annata condizionata da infortuni, occasioni perse e un rendimento al di sotto delle aspettative di tanti componenti della squadra. Adesso però c’è l’occasione di rilanciare una rosa che, come dimostrato fino al 2020, può dare filo da torcere a chiunque

2° POSTO - CHELSEA

La Champions League non si vince mai per caso e il Chelsea è riuscito a concludere l’impresa guidato da un gruppo giovane, cresciuto grazie al lavoro di Thomas Tuchel - che in sei mesi ha portato i Blues sul tetto d’Europa, dimostrando di poter incidere e cambiare rotta anche mettendosi alla guida della squadra a stagione in corso. Impossibile tenere il Chelsea fuori dal lotto delle favorite: nonostante la vittoria in finale ci Champions però, il City resta un gradino sopra nella competizione che si gioca su 38 partite.

1° POSTO - MANCHESTER CITY

Basta un dato per spiegare il motivo per cui il Manchester City resta la favorita indiscussa nella conquista della prossima Premier League: i campioni in carica sono guidati da Pep Guardiola che nella sua carriera da allenatore ha portato a casa 31 trofei, uno ogni 23 partite trascorse in panchina. Una statistica che racconta come il maestro spagnolo non solo sia in grado di cambiare la concezione e il modo di intendere il calcio di un intero gruppo, ma anche alla fine di portare a casa i risultati. Anche quest’anno il City resta la squadra da battere.

Clicca qui per maggiori informazioni su tutte le scommesse calcio* sulla Premier League.

*Si prega di essere consapevoli del fatto che questo link vi rimanderà al sito scommesse