Tra poco prenderà il via una nuova stagione di Serie A, come ogni anno si potranno ammirare nuovi talenti mettersi in mostra, ma anche vedere giovani già affermati nel nostro campionato consolidarsi a grandi livelli.

Tra i pali il talento più luminoso è senza dubbio quello di Gigio Donnarumma, il portierone del Milan sebbene ormai non vada più considerato un giovane promettente, ma un calciatore già affermato, ha ancora grandissimi margini di miglioramento vista la giovane età, solamente 20 anni.

Il reparto difensivo propone diversi giocatori talentuosi, alcuni già conosciuti, altri meno. Il più in vista è senza dubbio De Ligt, l’ex capitano dell’Ajax, pagato a peso d’oro dalla Juventus, dovrà affermarsi in bianconero al fianco di campioni del calibro di Bonucci e Chiellini, sempre della Juventus, il roccioso e promettente difensore centrale Merih Demiral, classe 1998 e 21 anni compiuti, si prevede una luminosa carriera per lui, alcuni addetti ai lavori pensano sia già più forte del compagno di squadra De Ligt. Altro centrale di prospettiva, che lo scorso anno ha fatto benissimo con la maglia del Parma, è Alessandro Bastoni di proprietà dell’Inter, il giovane italiano ha impressionato Conte che punta a trattenerlo a Milano. Sulla fascia sinistra tra i talenti da tenere d’occhio c’è il nuovo acquisto del Milan, Theo Hernandez, al Real Madrid non è riuscito ad esplodere complice la concorrenza di Marcelo, nella squadra di Milano avrà sicuramente più spazio per crescere al meglio e mostrare le sue qualità, nel precampionato ha ben impressionato fino al suo infortunio.

Nel suo stesso ruolo troviamo Aleksa Terzic, ventenne serbo accasatosi alla Fiorentina che lo ha prelevato dalla Stella Rossa, su di lui ci sono tante aspettative e se Biraghi partisse in direzione Inter, avrebbe quasi sicuramente il posto da titolare; suo compagno di squadra è il giovane italiano Ranieri, in grado di giocare sia da terzino sinistro che da centrale difensivo, durante il precampionato Montella lo ha schierato come centrale, rimanendo positivamente impressionato dalle sue prestazioni. Altro talento sulla fascia sinistra è Luca Pellegrini, acquistato dalla Juventus e girato in prestito al Cagliari, dove ha giocato la seconda parte della scorsa stagione, nel suo caso si tratta di dare continuità alla sua crescita e di confermare le buone cose viste nello scorso campionato.

Brayan Vera, terzino sinistro in grado di disimpegnarsi anche da centrale, acquistato dal Lecce viste le sue ottime prestazioni nel Sudamericano Under 20. Per finire due talentuosi difensori centrali di proprietà delle big ma in prestito ad alcune società dove possano essere titolari, il primo è Romero del Genoa, già acquistato dalla Juve ma lasciato in prestito in Liguria, le sue eccellenti doti difensive gli hanno permesso di diventare titolare nella stagione del suo esordio, la scorsa, l’altro è Gravillon, portentoso centrale della Guadalupa di proprietà dell’Inter, il Sassuolo lo ha inseguito per buona parte dell’estate riuscendo ad ottenerne il prestito.

A centrocampo il Napoli ha investito molto sul centrocampista macedone Elmas, Ancelotti lo vede già pronto nonostante la giovane età, sarà la prima sostituzione a centrocampo, giocandosi bene le sue carte potrebbe fare lo stesso percorso di Fabian Ruiz nella passata stagione. Altro talento da cui tutta l’Italia si aspetta la consacrazione è Zaniolo, lo scorso anno ha mostrato numeri da campione, la Roma dopo aver resistito agli assalti di mezza Europa spera di vederlo affermarsi con la maglia giallorossa. Di proprietà della Fiorentina il cartellino del giovane fantasista spagnolo Montiel, nella partita di Coppa Italia contro il Monza è entrato dalla panchina e ha fornito due assist mostrando tutta la sua qualità. Nella sua stessa posizione la Sampdoria ha acquistato Gonzalo Maroni, il trequartista proveniente dal Boca Juniors, grazie alle sue prestazione nell’ultimo Sudamericano Under 20, ha convinto Ferrero ad investire su di lui.

Gli ultimi due, ma non per talento, sono Sandro Tonali del Brescia, da cui ci si aspetta la conferma delle ottime giocate viste nella scorsa Serie B e Traoré, acquistato dalla Juventus e girato al Sassuolo in prestito, la scorsa stagione ha conquistato la maglia da titolare con l’Empoli per poi non perderla più.

In attacco il talento più luminoso è senza dubbio quello di Lautaro Martinez, attaccante argentino dell’Inter, da lui ci si aspetta che raccolga l’eredità di Icardi a suon di goal. Rafael Leao è stato comprato dal Milan, lo scorso anno ha fatto benissimo con la maglia del Lille in Francia, se riuscirà ad adattarsi al meglio al campionato italiano potrà mostrare a tutti le sue qualità, molto veloce, amante del dribbling, ma anche ottimo finalizzatore. Kluivert della Roma lo scorso anno non ha impressionato come ci si aspettava, dopo un’annata di assestamento, nella capitale contano molto sulla sua esplosione. I due attaccanti della Fiorentina, Vlahovic e Sottil, sono stati elogiati pubblicamente da vari addetti ai lavori, sul primo Boateng e Montella si sono esposti paragonandolo ad Ibrahimovic, sicuramente ha fatto vedere le sue qualità nella partita contro il Monza, dove è entrato e ha segnato due goal, sul secondo si è esposto il ct della Nazionale, Roberto Mancini, definendolo come uno dei talenti più cristallini del calcio italiano. Infine, Skov Olsen, ala offensiva classe 1999, acquistato dal Bologna, giudicato da tutti come uno dei migliori talenti della sua età, e Vincenzo Millico, prodotto del vivaio del Torino, quest’anno promosso in prima squadra per fare il vice Belotti.

Clicca qui per maggiori informazioni su tutte le scommesse Serie A.*
*Si prega di essere consapevoli del fatto che questo link vi rimanderà al sito scommesse