Il 24 agosto prenderà il via la Serie A 2019/20, la centodiciottesima edizione del massimo campionato italiano, ad aprire le danze saranno Fiorentina e Napoli alle 18:00 all’Artemio Franchi di Firenze. Vediamo ora quali sono i migliori rigoristi della Serie A squadra per squadra.

L’Atalanta presenta come rigorista numero uno Duvan Zapata, lo scorso anno ne ha tirati due realizzandone uno, in alternativa si presenteranno dal dischetto Josip Ilicic, che lo scorso anno ne ha tirato uno sbagliandolo e Marten De Roon, anche lui autore di un solo rigore lo scorso anno, ma al contrario del compagno sloveno lo ha realizzato.

Il Bologna, come lo scorso anno, con tutta probabilità affiderà i suoi calci piazzati ad Erick Pulgar (salvo la cessione del cileno), il centrocampista centrale si è dimostrato freddissimo dagli undici metri realizzando cinque rigori su cinque nello scorso campionato.

Il Brescia, neo promosso, con tutta probabilità affiderà il compito di calciare i rigori ad Alfredo Donnarumma.

Nel Cagliari lo scorso anno i rigoristi designati erano Joao Pedro, che ne ha realizzati due su due, e Nicolò Barella, passato all’Inter di Conte. Quindi con tutta probabilità quest’anno i rigori saranno affidati in toto all’attaccante brasiliano.

La Fiorentina fino a quest’estate aveva uno dei migliori rigoristi della Serie A, Jordan Veretout, passato quest’estate alla Roma, con l’acquisto di Kevin Prince Boateng i rigori toccheranno a lui, in alternativa si potrebbe presentare sul dischetto Biraghi, altro specialista dei calci piazzati.

Il Genoa lo scorso anno ha cambiato spesso il tiratore, l’indiziato numero uno a calciarli è Mimmo Criscito, dietro di lui nelle gerarchie ci sono Romulo, Sanabria e Pinamonti.

L’Inter molto probabilmente venderà quello che è stato il rigorista intoccabile degli ultimi anni, Mauro Icardi, a prendere il suo posto molto probabilmente sarà il connazionale Lautaro Martinez, in alternativa sono pronti Perisic e Brozovic.

La Juventus ha solo l’imbarazzo della scelta per quanto riguarda i rigoristi, Cristiano Ronaldo parte davanti a tutti, ma in caso di defezione sono pronti Dybala, Emre Can e Pjanic.

La Lazio ha il suo rigorista fisso ormai da tre anni, Ciro Immobile, lo scorso anno ne ha realizzati quattro su quattro, in alternativa sono pronti gli altri due attaccanti, Felipe Caicedo e Luis Alberto, lo scorso anno autori di un rigore a testa, realizzato per entrambi.

Il Lecce, neo promosso, lo scorso anno nel campionato di Serie B affidava i rigori all’attaccante Marco Mancosu, la sensazione è che con le mosse di mercato il tiratore designato cambierà, in pole Gianluca Lapadula seguito da Panagiotis Tachtsidis e in ultima battuta Mancosu.

Il Milan lo scorso anno si affidava a Kessié e Higuain per i tiri dal discetto, il primo non è sicuro di rimanere mentre il secondo dopo essere passato al Chelsea a gennaio e tornato alla Juventus. Il rigorista principale sarà Kessié in caso di permanenza, in seconda battuta sono pronti Ricardo Rodriguez e Krzysztof Piatek, che era il rigorista del Genoa fino allo scorso gennaio.

Nel Napoli di Ancelotti il rigorista numero uno è il capitano, Lorenzo Insigne, lo scorso anno ne ha realizzato uno su due, in caso di assenza del capitano il sostituto è Dries Mertens.

 

Il Parma come il Napoli non ha cambiato i rigoristi rispetto allo scorso anno, Roberto Inglese, ripreso in prestito con obbligo di riscatto dal Napoli, è il primo rigorista, subito dietro di lui Fabio Ceravolo, che è anche il suo sostituto naturale in campo; in terza battuta c’è Juraj Kucka, comprato lo scorso gennaio.

La Roma di Fonseca aveva già due ottimi rigoristi in rosa: Aleksandar Kolarov, che lo scorso anno ne ha realizzati tre su tre, e Diego Perotti, anche lui tre su tre come il compagno. A questi si è aggiunto Jordan Veretout, specialista dal dischetto, l’anno scorso ne ha realizzati cinque su sei con la maglia della Fiorentina.

La Sampdoria affiderà i tiri dal dischetto all’esperto attaccante e capocannoniere della scorsa Serie A, Fabio Quagliarella, nell’ultima stagione ne ha realizzati nove su dieci, in seconda battuta pronti Praet e Linetty.

Il Sassuolo cambierà i rigoristi rispetto alla scorsa stagione, Boateng è passato alla Fiorentina e Babacar è stato messo sul mercato, per sostituirli è stato preso Francesco Caputo, che diventerà il principale rigorista, lo scorso anno ne ha realizzati tre su sei all’Empoli, come secondo verrà utilizzato Domenico Berardi.

La Spal ha ceduto il suo secondo miglior rigorista, Mirko Antenucci, quindi si presume che quest’anno il tiratore numero uno sarà Andrea Petagna, lo scorso anno sei su sei dal dischetto.

Il Torino continuerà a puntare su Andrea Belotti, che lo scorso anno si è riscattato dal discetto segnandone cinque su sei, dietro di lui pronto Iago Falque.

L’Udinese molto probabilmente cederà il suo rigorista principale, Rodrigo De Paul, il suo posto sarà preso da Kevin Lasagna, che lo scorso anno ne ha tirato solo uno sbagliandolo.

Il Verona si affiderà all’esperta punta Giampaolo Pazzini, che lo scorso anno dal dischetto ne ha segnati tre su cinque in Serie B, in seconda battuta Samuel Di Carmine, che ne ha realizzati tre su tre l’anno scorso.

 

Clicca qui per maggiori informazioni su tutte le scommesse Serie A.*
*Si prega di essere consapevoli del fatto che questo link vi rimanderà al sito scommesse