Il 30 maggio prenderà il via il secondo Slam dell’anno, il torneo sul rosso più importante del calendario tennistico: il Roland Garros.

Dopo l’edizione atipica del 2020 disputata tra fine settembre e inizio ottobre, nel 2021 le date riprenderanno ad essere quelle originali con, inevitabilmente, anche il clima che tornerà ad essere quello tardo primaverile tipico delle due settimane dedicate al Major parigino.

Insomma, questi e tanti altri ancora sono gli ingredienti che renderanno questo torneo imperdibile, e quindi vediamo i pronostici e i principali tennisti favoriti per la vittoria finale con tutte le scommesse Roland Garros*.

Chi vincerà il Roland Garros nel 2021?

Difficile a dirsi, come in tutti gli Slam, chi sarà il tenore del tennis in grado di sollevare il trofeo alla fine dei giochi. Nel caso del Roland Garros però gli indizi sono decisamente orientati verso il re di questo torneo, ossia Rafa Nadal; occhio però a tutti i protagonisti, perché per ora l’entry list prevede praticamente tutti i big, ad eccezione di Stan Wawrinka cancellatosi in questi giorni a causa dell’infortunio al piede che lo condiziona da tempo, e di Borna Coric, che, sempre per infortunio, nel suo caso alla spalla destra, ha dovuto dare forfait per lo Slam sul rosso.

Impossibile non considerare il ritorno sui campi di Roger Federer, non propriamente il suo favorito dei Major, ma comunque una buona occasione per tornare a colpire tante palline, grazie ai numerosi turni che l’ampio tabellone a 128 prevede, e alla struttura di punteggio 3 set su 5.

Uno slam, il Roland Garros, che però può essere visto anche come il tentativo di Nadal di tener vivo il suo impero sulla terra parigina, lui che è stato l’assoluto dominatore negli ultimi 16 anni; oppure, come quello della rivincita di Djokovic, alla luce anche della recente sconfitta proprio con Nadal al Foro Italico. Ecco la tabella con i principali favoriti alla vittoria e le quote sul Roland Garros di questo 2021.

Tennisti  Quota Vincente Roland Garros 2021
Rafael Nadal  1,83
Novak Djokovic  4,00
Dominic Thiem  7,00
Stefanos Tsitsipas  8,00
Alexander Zverev  17,00
Roger Federer  34,00

Andiamo allora a capire come si presentano i principali tennisti a questo speciale appuntamento.

Pronostici Roland Garros: i 5 favoriti per la vittoria

Rafael Nadal

È ancora lui il favorito numero uno per la vittoria finale dello Slam che gli ha regalato in carriera 13 trofei sui 20 totali conquistati nei Major.

La grande condizione di Djokovic e quella un po’ traballante di Nadal negli ultimi periodi non hanno comunque permesso al serbo di sovrastare Rafa nell’ultimo torneo sul rosso a Roma, nella cui finale lo spagnolo ha concesso le briciole nel terzo set al rivale balcanico. Alla luce di questi eventi, ma anche della storia del Roland Garros degli ultimi sedici anni che ha visto in Nadal l’assoluto trionfatore (13 volte su 16), ancora una volta è il mancino maiorchino che si presenta ai blocchi di partenza con i galloni del favorito.

Novak Djokovic

Al nome di Nadal si accompagna inevitabilmente quello di Novak Djokovic, con cui ha istituito una nuova (ma non troppo) rivalità dopo quella leggendaria con Roger Federer. I due, spesso, durante il torneo condividono un percorso simile, durante il quale lasciano le briciole o poco più agli avversari che incontrano sulla propria strada. Poi, nel momento della finale, la ferocia di Nadal prende spesso il sopravvento, e a Djokovic non resta che inchinarsi: per tre volte, nel 2012, nel 2014 e nell’ultima edizione del 2020, Djokovic si è dovuto arrendere al rivale che gli ha lasciato la miseria di 2 set in totale in tre match.

In ogni caso, Djokovic - vincitore qui a Parigi una sola volta nel 2016 - parte senza ombra di dubbio come il primo favorito alle spalle di Nadal, degradato al secondo posto sul podio dei pronostici solamente perché il concorrente maiorchino, sulla terra rossa, è un alieno.

Stefanos Tsitsipas

Al di sotto dei due intoccabili troviamo Tsitsipas, ormai presenza fissa in qualsiasi torneo nell’albo dei favoriti, adesso anche in quelli più prestigiosi.

Il greco si sta ritagliando un ruolo da protagonista ora anche sulla terra rossa, a inizio carriera non la sua superficie prediletta, viste le qualità tecniche e fisiche di cui dispone che meglio si sposano, in teoria, con i campi veloci. Ma il 2021 sul rosso parla per lui: la stagione condita dalla vittoria a Montecarlo, a cui ha fatto seguito la finale persa al terzo set con Nadal a Barcellona, ha trovato un unico risultato non eccellente nel quarto di finale all’ultimo torneo di Roma in cui però, va detto, ha visto la sconfitta per 7/5 al terzo set con un grande Djokovic. All’Open di Francia, quest’anno, il 22enne di Atene può, grazie anche all’esperienza che sta accumulando di torneo in torneo, migliorare il comunque ottimo risultato del 2020 nello Slam francese in cui si è arreso solo al quinto set, ancora, a Novak Djokovic a un passo dalla finale.

Dominic Thiem

La stagione sulla terra di Thiem - ma in generale tutto il 2021 dell’austriaco - non è stata fin qui all’altezza di ciò che ci si aspettava. La semifinale a Madrid persa - tra l’altro malamente - con Zverev è stato il miglior risultato raggiunto fin qui dal numero 4 del mondo che è chiamato al Roland Garros a riscattare una stagione poco esaltante, esattamente come poco esaltante è stato il cammino dell’austriaco allo scorso Open di Francia.

Arrivare in fondo al Roland Garros per lui è stato spesso un trauma, perché nonostante i cammini solitamente percorsi indenni nelle sue partecipazioni allo Slam parigino prima della finale, nel momento di giocarsi l’ultimo atto si è sempre trovato dall’altra parte della rete un Nadal che a Thiem non ha praticamente mai fatto vedere la pallina, nonostante l’incredibilmente alto livello di tennis messo sempre in campo dall’austriaco. Sebbene non sia nella top 3 dei favoriti a differenza di quanto successo alla vigilia delle ultime edizioni, Thiem resta comunque uno dei papabili vincitori dello Slam parigino, e una mina vagante che, in caso di un calo degli alieni Nadal e Djokovic, può seriamente essere l’indiziato numero uno per mettere le mani sul trofeo.

Alexander Zverev

Ancora più sotto rispetto ai sopracitati c’è Alex Zverev, fresco vincitore del torneo di Madrid sull’italiano Matteo Berrettini, e che è ancora in cerca del suo primo titolo Slam. Anche per lui come per Tsitsipas, la terra non è la superficie su cui il gigante tedesco riesce ad esprimersi al meglio, ma i titoli più importanti messi da lui in bacheca fin qui colorano di rosso: due 1000 a Madrid e il titolo agli Internazionali di Roma del 2017. Quindi, in corsa per questo Roland Garros c’è anche Zverev, che però sicuramente parte un gradino sotto a Thiem e Tsitsipas e forse anche due rispetto a Nadal e Djokovic: ma lo spilungone classe ‘97 ha già dimostrato più volte di avere i colpi per mettere in difficoltà chiunque.

Clicca qui per maggiori informazioni su tutte le scommesse tennis.*

*Si prega di essere consapevoli del fatto che questo link vi rimanderà al sito scommesse