Tornano puntuali le scommesse Premier League*: siamo di fronte al classico Boxing Day che in qualche modo regala sempre emozioni. Di seguito i pronostici Premier League, il calendario e alcune curiosità sui match del 26 dicembre.

I match del Boxing Day iniziano con Liverpool-Leeds Utd e Wolverhampton-Watford alle 13.30 e proseguono con il big match di giornata tra Manchester City e Leicester. Alle 21.00 del 27 dicembre toccherà invece al Manchester United, impegnato sul campo del Newcastle.

Andiamo ad analizzare tutti i match con i pronostici sulle scommesse Premier League* della prossima giornata!

 

Liverpool - Leeds

Il giorno più bello dell’anno in Premier League si apre con una sfida che la scorsa stagione ha regalato scintille: il Liverpool di Jurgen Klopp, uno dei principali candidati al titolo, affronta il Leeds di Marcelo Bielsa, che in questa stagione sta affrontando non poche difficoltà.

Se è vero che nel 2020 il risultato finale fu di 4-3, è altrettanto vero che quest’anno la differenza tecnica da le due squadre sembra essere aumentata e sembra difficile vedere i Peacocks segnare ben 3 reti ad Anfield. Gli ospiti arrivano da 1 vittoria nelle ultime 8 partite (arrivata al 93’ grazie a un calcio di rigore) e hanno subito 14 gol nelle ultime 3 partite. Resistere all’attacco del Liverpool sarà difficile.

Wolverhampton - Watford

Sempre alle 13.30 si affrontano due squadre che si trovano in posizioni di classifica e forma fisica completamente differenti. I padroni di casa hanno vinto solo 2 delle ultime 8 partite ma sono comunque saldi all’ottavo posto e hanno una statistica molto particolare che li riguarda: le ultime 7 partite giocate sono finite tutte con il risultato di 0-0 o 1-0. Segnano poco ma subiscono pochissimo. Watford che arriva invece da 4 sconfitte di fila, nonostante il cambio in panchina e l’arrivo di Claudio Ranieri.

Burnley - Everton

Sfida tra le deluse della stagione. Il Burnley ha vinto 1 partita in tutto il campionato, l’Everton solo 1 delle ultime 11. Due squadre che giocano un calcio poco offensivo e molto fisico e che, soprattutto, segnano poco. Tutto dipenderà da quali e quanti giocatori Benitez riuscirà a recuperare, perché sicuramente la sua è la squadra con maggior qualità.

Occhio però a dare per scontato il risultato a Turf Moor, stadio da sempre ostico. Per tutti. Risultato più probabile il pareggio e con pochi gol, a meno che Demarai Gray non si inventi una giocata delle sue.

Manchester City - Leicester City

La capolista gioca in casa il Boxing Day, stavolta contro un avversario che però potrebbe dar loro più di qualche noia. Il City non ha bisogno di presentazioni, ovviamente: ha appena stabilito il record per il maggior numero di vittorie di sempre in un anno solare (34) e arriva da 8 vittorie consecutive in campionato (e 11 gol nelle ultime 2).

Foxes che invece faticano e non poco ultimamente, anche a causa degli infortuni: sono solo 2 le vittorie nelle ultime 7 partite, troppo poco per una squadra che fino alla scorsa stagione lottava per un posto tra le prime 4.

Norwich - Arsenal

Il fanalino di coda Norwich, che ha da poco cambiato allenatore, sfida una delle squadre in assoluto più in forma d’Inghilterra. Sfida che non lascia dubbi su quale sia la reale favorita, ma questo Norwich in più occasioni ha dimostrato di poter essere improvvisamente una spina nel fianco.

I numeri statistici sono impietosi, anche perché sono solo 2 le vittorie da inizio stagione. Arsenal in grande spolvero e soprattutto fresco di approdo in semifinale di Coppa di Lega.

Tottenham - Crystal Palace

Boxing Day casalingo per Antonio Conte, che escluso il problema Covid, sta piano piano risollevando le sorti degli Spurs. Affronterà una squadra che quest’anno ha dato del filo da torcere a tutti e gioca un calcio propositivo, offensivo e di qualità.

Un derby forse poco commerciale ma pieno di spunti interessanti. Vincendo, il Tottenham potrebbe scalare qualche posizione e avvicinarsi al quarto posto, non irraggiungibile visti gli ultimi risultati delle dirette concorrenti.

West Ham - Southampton

Gli Hammers tornano in campo dopo i recenti cattivi risultati per provare a rientrare tra le Top4. La sconfitta nel derby contro l’Arsenal ha fatto scivolare la squadra al quinto posto, ma i Saints sembrano la squadra giusta contro la quale reagire e tornare a far punti.

Gli uomini di Moyes hanno vinto solo 2 delle ultime 7 partite in campionato, entrambe per 3-2 e contro Chelsea e Liverpool. Questo fa capire quanto gli Hammers siano imprevedibili. Favoriti ma mai dare nulla per scontato con loro. 

Aston Villa - Chelsea

Se una reazione deve arrivare, non c’è teatro migliore che quello del Villa Park. Una squadra in forma e sulla cresta dell’onda (Aston Villa) affronta la squadra potenzialmente più forte di tutte ma che in questo periodo fatica a fare risultato e fatica tantissimo a segnare (Chelsea).

In questo stadio i Blues l’anno scorso, perdendo, hanno rischiato seriamente di rimanere esclusi dalla Top4, quest’anno invece potrebbero ricominciare la rincorsa al City battendo proprio i Villans e smuovendo la classifica. Gli uomini di Gerrard, al contrario, arrivano da 4 vittorie e 2 sconfitte (contro City e Liverpool) nelle ultime 6 partite. Non male per un allenatore esordiente.

Brighton - Brentford

Bella sfida tra due delle sorprese del campionato. Il Brighton, ora 13° ma con delle partite da recuperare, non vince da 12 partite (ovvero dal 27 settembre), sebbene, nonostante tutto, sia comunque riuscito a pareggiarne diverse e rimanere a galla, giocando un calcio piacevole e di qualità. Al contrario il Brentford continua a sorprendere per la costanza di prestazioni positive, che non sempre si tramutano in vittorie ma che permettono oggi alla squadra di essere in una tranquilla posizione di classifica. Spesso la parola Brighton significa “pochi gol”, mentre la parola Brentford è similitudine di “gol e divertimento”. Un mix che potrebbe riservare sorprese.

Newcastle - Manchester United

Chiude il turno il 27 dicembre il posticipo tra Magpies e Red Devils. La squadra di casa, nonostante il cambio di allenatore, ha avuto finora un calendario poco favorevole e la sfida allo United non l’aiuta di certo. Il penultimo posto in classifica non fa ben sperare, anche se le dirette concorrenti continuano a perdere e di conseguenza le speranze di salvezza sono ancora altissime.

Il Newcastle subisce tanto, ma lo United dall’arrivo di Rangnick è molto più attento all’organizzazione che alla sostanza e segna meno del previsto. Sfida che pende a favore della squadra ospite ma attenzione allo spirito Geordies, soprattutto nella giornata più magica dell’anno.

 

Clicca qui per maggiori informazioni su tutte le scommesse calcio* sulla Premier League.

*Si prega di essere consapevoli del fatto che questo link vi rimanderà al sito scommesse