Dopo un weekend in cui le sorprese non sono mancate, la Premier League riparte venerdì. Alle 21.00 si apre la 28esima giornata con Newcastle e Aston Villa che tenderanno le corde del sipario inaugurando il turno. Sabato all’ora di pranzo il Leeds attende il Chelsea a Elland Road (13.30) e a seguire il Crystal Palace ospita il West Bromwich a Selhurst Park. Alle 18.30 il Burnley scenderà in campo a Goodison Park per affrontare un Everton che vuole subito ritrovare la vittoria. Alle 21.00 un sorprendente Fulham – che ora comincia veramente a credere nella salvezza – ospita il Manchester City a Craven Cottage.

Domenica il Southampton trova un Brighton ferito, affamato e in cerca di punti (13.00), il Leicester ospita lo Sheffield Utd al King Power Stadium (15.00) e alle 17.30 il big match di giornata vede difronte Arsenal e Tottenham in un North London Derby che potrebbe valere un posto in Europa. Alle 20.15 un rinvigorito Manchester United attende il West Ham a Old Trafford e lunedì nel Monday Night il Wolverhampton affronta il Liverpool al Molineux.

Andiamo ad analizzare tutti i match con i pronostici sulle scommesse Premier League* della prossima giornata!

Newcastle – Aston Villa

Il Newcastle è imbattuto negli ultimi 11 incontri giocati in casa in Premier League con l’Aston Villa (6V 5P): l’ultima sconfitta risale al 3-0 dell’aprile 2005, quando i Magpies finirono la partita in 8 uomini. Questa è la 14esima gara di Premier che il Newcastle gioca di venerdì (4V 2P 7S), ma solo la seconda a St. James’ Park, dopo la fragorosa vittoria per 6-2 contro l’Everton nel marzo 2002.

Dopo il 2-0 a gennaio, l’Aston Villa proverà a vincere anche il ritorno in campionato con il Newcastle come non succede dalla stagione 2004/2005. Solo il Manchester City (15) ha mantenuto più clean sheet in Premier League rispetto ai 14 dell’Aston Villa in questa stagione: 8 di questi sono stati raccolti in trasferta, più di qualsiasi altra squadra quest’anno.

Leeds United – Chelsea 

Affrontare questo Chelsea in questo momento della stagione non sarà certo una passeggiata, ma con i Blues in Premier League il Leeds ha perso solo una volta (in 9 gare). La squadra di Marcelo Bielsa ha perso almeno due partite consecutive in campionato per la quinta volta in questa stagione: contro il Chelsea proverà a non subire la terza sconfitta di fila, come non accade dal novembre 2017.

Momento magico per il Chelsea, che dopo aver agganciato il quarto posto ora punta a mantenerlo per cementare la qualificazione alla prossima Champions League. I Blues hanno vinto 5 delle 6 gare giocate in trasferta con Tuchel in panchina, con cui sono ancora imbattuti (9 partite consecutive). In caso di sconfitta, sarebbe il quarto anno di fila che il Chelsea perde contro una neopromossa.

Crystal Palace – West Bromwich Albion 

Dopo i due clean sheet con Fulham e Manchester United, il Palace ha perso rovinosamente 4-1 contro il Tottenham e ora ha tutte le intenzioni di tornare a una prestazione convincente. Le Eagles hanno vinto tre degli ultimi quattro incontri in Premier League con il WBA (1P), vincendo 5-1 al The Hawthorns all’andata. Occhio a Zaha, a segno 4 volte nelle ultime 4 gare contro il West Brom.

I pareggi con Manchester United e Burnley e la vittoria contro il Birghton sembrano già un lontano ricordo per i Baggies, i quali per mantenere viva la speranza non possono che vincere contro il Palace. Dopo una serie di otto partite di campionato tra dicembre e febbraio in cui ha concesso almeno due gol, il West Bromwich ne ha subiti appena due nelle ultime cinque.

Everton – Burnley 

La sconfitta con il Chelsea peserà sul morale degli uomini di Ancelotti? Difficile a dirsi, ma perché non diventi un problema va archiviata quanto prima. Contro il Burnley serve una vittoria, come è successo in cinque delle sei partite casalinghe in Premier giocate finora. Attenzione alla possibile sorpresa Iwobi, coinvolto in 4 gol contro il Burnley (due reti e due assist), sua vittima preferita.

Dopo l’1-0 contro il Liverpool a gennaio, sabato il Burnley proverà a vincere per la prima volta contro entrambi i club del Merseyside nella stessa stagione. Sei dei venti gol (30%) in Premier League del Burnley in questa stagione sono arrivati nei 15 minuti iniziali delle partite: nessuna altra squadra è riuscita a segnare una percentuale più alta dei propri gol nel primo quarto d’ora di gara.

Fulham – Manchester City

Crederci adesso è obbligatorio, dopo tre vittorie, due pareggi e una sola sconfitta nell’ultimo mese. La strada per la salvezza rimane in salita, ma i Cottagers sembrano aver trovato la marcia giusta. Dopo l’1-0 sul Liverpool, con una vittoria il Fulham potrebbe diventare solo la seconda squadra nella storia della Premier League a battere consecutivamente campione in carica e capolista.

Dopo aver perso contro lo United, il City si è subito ripreso sbarazzandosi facilmente del Southampton (5-2). I Citizens hanno vinto gli ultimi sei incontri con il Fulham, segnando 18 gol e mantenendo sempre la porta inviolata. In Premier League il Man City ha perso solo una delle 13 gare giocate a Craven Cottage (7V 5P), risalente al novembre 2005 (2-1).

Southampton – Brighton & Hove Albion

La sconfitta contro il Man City ha scosso un po’ il morale di un Southampton che vuole tornare subito a vincere. I Saints sono imbattuti in tutti e sette gli incontri in Premier League con il Brighton (100% di vittorie, come contro nessun altro avversario). Gli uomini di Hasenhuttl hanno mantenuto la porta inviolata in tutte e cinque le vittorie in casa in Premier League quest’anno.

Uno sfortunatissimo Brighton ha assoluta necessità di invertire quanto prima la tendenza, partendo magari da una vittoria contro i Saints che, in Premier League, non è ancora mai arrivata. Occhi puntati su Lallana, che cerca ancora il suo primo gol da ex da quando ha lasciato Southampton. Il Brighton non perde quattro partite consecutive in Premier League dall’aprile 2019.

Leicester City – Sheffield United  

La vittoria sul Brighton ha permesso al Leicester di tornare a respirare, in vista anche dello scontro diretto di settimana prossima in ottica Champions League (vs Manchester Utd). Contro lo Sheffield Utd serve comunque una vittoria, come è sempre successo con le Blades in Premier League (3 su 3, segnando due gol in ognuna di esse). Occhio a Iheanacho, in gol nelle ultime due gare di campionato.

La classifica è amara per lo Sheffield Utd, che vede i suoi sforzi infrangersi anche e soprattutto a causa dell’ottimo momento del Fulham, che ora guarda le Blades da 12 punti di vantaggio. Con appena 16 gol segnati, lo Sheffield United è diventato il quarto peggior club per reti trasformate a questo punto della stagione, pareggiando i “record” di Derby, Aston Villa e Huddersfield Town.

Arsenal – Tottenham Hotspur  

Continua l’altalenante stagione dell’Arsenal, perennemente sul punto di rialzarsi per poi crollare subito dopo. Archiviato il pareggio con il Burnley, i Gunners vogliono tornare alla vittoria, forti del loro trend positivo con gli Spurs: negli ultimi 35 incontri di campionato giocati in casa, l’Arsenal ha perso solo due volte. Nelle ultime due gare in Premier, però, i Gunners si sono arresi in entrambe.

Dopo 4 vittorie consecutive, il Tottenham sembra sulla buona strada per concludere questa stagione in maniera dignitosa. Un ottimo banco di prova è sicuramente questo North London Derby che porta con sé numerose insidie. Gli Spurs proveranno a rimanere imbattuti contro l’Arsenal per la sesta partita consecutiva in tutte le competizioni, come mai successo prima nella storia del club.

Manchester United – West Ham United

Il buon momento dei Red Devils si riflette sulla grande performance di domenica scorsa, grazie alla quale si sono meritatamente imposti sul Man City. Dopo aver vinto l’andata, il Man Utd proverà a vincere anche il ritorno, come non succede da quando Moyes guidava i Red Devils (13/14). In caso di porta inviolata, sarebbe la prima volta con Solskjaer che il Man Utd colleziona 4 clean sheet consecutivi.

La vittoria sul Leeds (2-0) ha rilanciato gli Hammers in zona Champions League, che ora dista appena 2 punti (ma con una partita ancora da giocare). Se vincesse, il West Ham diventerebbe il quarto club di Londra a vincere a Old Trafford in questa stagione. Da manager avversario Moyes non ha mai vinto una partita di Premier League all’Old Trafford (13 gare).

Wolverhampton Wanderers – Liverpool

Buon momento per il Woverhampton, che ha perso solo una delle ultime sette partite in Premier League (dopo aver perso quattro delle sei precedenti). In caso di tre punti, la squadra di Nuno Espirito vincerebbe due partite consecutive in casa solo per la seconda volta nelle ultime due stagioni, dopo esserci riuscito nelle due gare finali al Molineux nella stagione 2019/2020.

Momento complicatissimo per il Liverpool, che se non altro mercoledì ha tirato un sospiro di sollievo guadagnando l’accesso ai quarti di Champions League. In una stagione di Premier League, solo tre squadre hanno finito la stagione tra le prime quattro avendo conquistato 43 o meno punti con 10 partite rimanenti: Leeds (43, 2000/01), Liverpool (42, 2003/04) e Man Utd (42, 2020/21).

Clicca qui per maggiori informazioni su tutte le scommesse calcio* sulla Premier League.

*Si prega di essere consapevoli del fatto che questo link vi rimanderà al sito scommesse