Dopo una settimana infuocata a causa dell’annuncio della Superlega, a cui hanno fatto seguito proteste, manifestazioni e clamorosi dietrofront, l’attenzione torna su una Premier League che potrà riservare ancora molte sorprese. Venerdì sera (21.00) l’Arsenal ospita l’Everton all’Emirates in una sfida che potrebbe valere un posto in Europa e sabato alle 13.30 il Liverpool (vs Newcastle) dovrà scacciare la maledizione di Anfield e ritrovare tre punti in campionato vitali per scalare posizioni e risollevare il morale. Alle 18.30 altra sfida che profuma di Champions League, con il West Ham che affronta il Chelsea in un sentitissimo – e cruciale – derby di Londra. Chiudono il sabato di Premier Sheffield United – già retrocesso – e Brighton (21.00), sempre più vicino alla salvezza.

Domenica all’ora di pranzo il Wolverhampton affronta il Burnley al Molineux (13.00) e alle 15.00 una grande classica del calcio inglese: a Elland Road tornano i Red Devils dopo oltre 16 anni per un Leeds-Manchester United dall’esito tutt’altro che scontato. Alle 20.00 l’Aston Villa ospita il West Brom al Villa Park e nel Monday Night il Leicester affronta un Crystal Palace che ha ormai poco da dire in questa Premier League. Non scenderanno in campo Tottenham, Manchester City, Fulham e Southampton poiché le prime due saranno impegnate domenica alle 17.30 nella finale di Carabao Cup.

Andiamo ad analizzare tutti i match con i pronostici sulle scommesse Premier League* della prossima giornata!

Arsenal – Everton

L’Arsenal è imbattuto nelle ultime 24 partite in Premier League giocate in casa contro l’Everton (20V 4P): l’ultima sconfitta risale al 1996. I Gunners sono inoltre imbattuti in tutte e 9 le gare di Premier giocate di venerdì (7V 2P), stabilendo un record in termini di risultati utili consecutivi nello stesso giorno. C’è di più: nei match giocati di venerdì dall’Arsenal sono stati segnati 42 gol (4,7 a partita).

Momento non semplice per l’Everton, a cui manca la vittoria da 5 partite (3P, 2S). I Toffees proveranno a vincere per la prima volta in Premier andata e ritorno contro l’Arsenal, dopo il 2-1 a Goodison Park dello scorso dicembre. Attenzione a Gylfi Sigurdsson, direttamente coinvolto in cinque gol nelle sue ultime sette presenze in Premier League (3 gol e 2 assist).

Liverpool – Newcastle United

Il pareggio con il Leeds ha rallentato la corsa del Liverpool verso un posto in Champions League, al momento distante 2 punti. I Reds sono imbattuti nelle ultime 24 partite giocate ad Anfield contro il Newcastle in Premier League (20V 4P): l’ultima vittoria dei Magpies in trasferta risale al 1994. Occhio ad Alexander-Arnold, che ha messo a referto almeno un gol o un assist nelle ultime tre gare.

A un passo dalla salvezza dopo le ultime due vittorie con Burnley e West Ham, ora il Newcastle punta a vincere tre partite di fila in Premier League per la prima volta dal novembre 2018, con Rafa Benitez in panchina. I Magpies hanno vinto il 37% delle loro partite di Premier quando in questa stagione Saint-Maximin era in campo (7/19): senza di lui le vittorie sono state solo il 15% (2/13).

West Ham United – Chelsea

Partita (quasi) da dentro o fuori per West Ham e Chelsea, entrambe alla disperata ricerca di un posto in Champions League. Gli Hammers hanno ottenuto 31 punti al London Stadium in questa stagione, secondi solo ai 38 del Manchester City all’Etihad; il West Ham proverà a trovare la decima vittoria stagionale in casa per la prima volta dalla stagione 2001/2002, quando ne arrivarono addirittura 12.

Dopo il pareggio con il Brighton, i Blues devono ringraziare il Leicester reduce da due sconfitte consecutive e quindi momentaneamente solo a +1. Tuchel può diventare il primo allenatore del Chelsea a essere imbattuto nelle sue prime 10 partite in trasferta in tutte le competizioni. Contro il West Ham il Chelsea ha la possibilità di vincere andata/ritorno per l’ottava volta in Premier League.

Sheffield United – Brighton & Hove Albion

Ormai aritmeticamente retrocesso, allo Sheffield Utd non resta altro che provare a salvare la faccia. Le Blades hanno perso tutte le 11 partite di Premier League giocate di sabato in questa stagione (solo il Sunderland tra il 2003 e il 2005 riuscì a fare peggio, con 16). David McGoldrick ha segnato il 35% dei gol dello Sheffield Utd in questa stagione (6 dei 17 complessivi).

Il pareggio contro il Chelsea ha dato l’ennesima prova del potenziale dei Seagulls, a cui manca però ancora la certezza della permanenza in Premier League. In 12 partite di campionato contro lo Sheffield Utd, il Brighton ha vinto appena 2 volte (4P 6S) e ha vinto solo 4 delle sue 24 partite di Premier League disputate contro le squadre in zona retrocessione con una percentuale del 17%.

Wolverhampton Wanderers – Burnley

Stagione ormai ampiamente archiviata per i Wolves, che con le due vittorie nelle ultime due hanno cementato una salvezza in realtà mai in discussione. Il Wolverhampton è l’unica squadra in questa stagione a non aver ancora perso una partita di campionato in cui è andata in vantaggio (8V 1P). Dopo 35 partite di Premier senza gol o assist, Traore ha segnato o fatto assist in ognuna delle ultime 3 presenze.

Dopo tre sconfitte consecutive, i Clarets cominciano a temere il Fulham, per il momento però ancora distante (-6). Il Burnley ha perso solo una delle ultime nove partite di campionato contro i Wolves, l’ultima a dicembre (2-1). Attenzione a Matej Vydra, che ha segnato tre gol nelle sue ultime sei presenze in Premier League, tanti quanti ne aveva segnati nelle precedenti 53.

Leeds United – Manchester United

Il pareggio contro il Liverpool ha gonfiato il morale dei Whites, che ora cominciano a credere a un piazzamento in Europa. Contro il Man Utd – con cui non vince dal settembre 2002 (1-0 a Elland Road) – non sarà semplice, ma i 5 risultati utili consecutivi (3V, 2P) giocano a favore degli uomini di Bielsa. Nella gara di andata i Red Devils hanno vinto 6-2 a Old Trafford.

Partita fondamentale per gli uomini di Solskjaer, che con una vittoria si avvicinerebbero all’aritmetica qualificazione in Champions League. Dopo 5 vittorie nelle ultime 5, il Manchester United non intende fermarsi contro il Leeds, con cui ha vinto 3 delle precedenti 5 in campionato (3V, 2P, 1S) e con cui ha perso solo 4 dei 25 incontri complessivi giocati in Premier (14V, 7P).

Aston Villa – West Bromwich Albion  

Con una partita in meno e a -9 da un posto in Europa, l’Aston Villa prova centrare il miracolo, nonostante gli stop con Manchester City, Liverpool e Tottenham nelle ultime 4. Contro il West Brom ha vinto senza grossi problemi all’andata (3-0) e in Premier ha vinto 8 dei 21 incontri totali, pareggiandone 9. L’ultima vittoria al Villa Park risale al marzo 2015 (3-1).

6 punti nelle ultime due con Southampton (3-0) e Chelsea (5-2) hanno riacceso una flebile speranza in casa Baggies, alimentata dallo scarso rendimento di un Fulham che non riesce più a vincere. La salvezza rimane distante 9 punti (seppur con due partite in meno) ma una vittoria contro i Villans riaccenderebbe immediatamente la lotta per non retrocedere.

Leicester City – Crystal Palace  

Dopo due sconfitte nelle ultime due (con West Ham e Manchester City), ora il Leicester ha bisogno di ritrovare punti e morale per non perdere il treno Champions League nelle ultime giornate (esattamente come l’anno scorso…). Con il Palace ha vinto sei volte in Premier League a fronte di otto sconfitte e tre pareggi. L’ultima al King Power Stadium (luglio 2020) è finita 3-0.

A un passo dalla salvezza aritmetica (momentaneamente a +11 con due partite in meno rispetto al Fulham), il Crystal Palace sa di non aver più molto da chiedere a un campionato che l’ha visto partire in maniera sorprendente per poi allinearsi agli standard delle ultime stagioni. Contro il Leicester non vince dal febbraio 2019, quando sempre al King Power si impose per 4-1.

Clicca qui per maggiori informazioni su tutte le scommesse calcio* sulla Premier League.

*Si prega di essere consapevoli del fatto che questo link vi rimanderà al sito scommesse