In un finale di stagione fitto di impegni, anticipi e di recuperi, venerdì sera (21.00) prosegue la 36esima giornata di Premier League con Newcastle e Manchester City. Ma se i Citizens, campioni d’Inghilterra dopo la sconfitta del Manchester United martedì, seguiranno in poltrona il resto del campionato e Fulham, West Brom e Sheffield Utd sanno già di dover giocare la Championship il prossimo anno, la Premier ha ancora molto da dire. Sabato alle 13.30 tocca a Burnley e Leeds, con i Whites che proveranno a giocarsi fino in fondo la possibilità di qualificarsi alla prossima Conference League. Alle 16.00 il Southampton affronta il già retrocesso Fulham e alle 21.00 il West Ham sarà a Brighton per continuare a sognare la Champions League.

Domenica (13.00) il Crystal Palace ospita l’Aston Villa e alle 15.05 il Tottenham attende a Londra i Wolves per cercare di conquistarsi un piazzamento europeo. Alle 17.30 il The Hawthorns apre le porte al Liverpool e alle 20.00 l’Everton affronta lo Sheffield Utd.

Andiamo ad analizzare tutti i match con i pronostici sulle scommesse Premier League* della prossima giornata!

Newcastle United – Manchester City

A salvezza conquistata, ora i Magpies possono finalmente tirare un sospiro di sollievo. Il Newcastle ha perso solo una delle ultime quattro partite di Premier giocate a St James’ Park contro il Manchester City (1V 2P), andando in svantaggio in tutte e tre le partite che non ha perso. In caso di 3 punti, sarebbe solo la seconda vittoria del Newcastle contro la capolista in 21 gare di Premier (5P 14S).

Laureatosi campione grazie alla sconfitta del Man United, ora il City dovrà convogliare tutte le energie verso la finale di Champions League. I Citizens proveranno a conquistare la 12^ vittoria consecutiva in trasferta in Premier League: un record assoluto nelle prime 4 categorie del calcio inglese. Occhio ad Aguero, che ha segnato 15 gol in 14 presenze in Premier contro il Newcastle.

Burnley – Leeds United

Nella loro seconda partita nella competizione, il Burnley proverà a ribaltare il risultato dell’andata – e dell’unico altro precedente in Premier League tra le due –, un 1-0 con gol di Patrick Bamford su rigore. Negli ultimi 10 incontri in Championship, il Burnley ha vinto 4 volte, a fronte di un pareggio e 5 sconfitte. L’ultima a Turf Moor (aprile 2016) è finita 1-0 per i Clarets.

Per quanto complicato possa sembrare raggiungere la Conference League, la suggestione rimane viva in casa Leeds, con gli uomini di Bielsa decisi a proseguire sulla scia del meritato 3-1 con cui si sono sbarazzati del Tottenham. Contro il Burnley, il Leeds ha vinto 6 delle ultime 10 gare di campionato, ma in casa dei Clarets non vince dal novembre 2011 (2-1).

Southampton – Fulham

Sfiorato l’incubo retrocessione, ora il Southampton può cominciare a concentrarsi sulla prossima stagione in totale serenità. I Saints hanno vinto 3 degli ultimi 5 incontri contro il Fulham (per il resto, 2 pareggi e una sconfitta), segnando 9 gol e subendone 3, concentrati nel 3-2 a Craven Cottage del novembre 2018. L’ultima tra le due, nel Boxing Day, è finita 0-0.

Dopo la sconfitta contro il Burnley, la retrocessione è diventata una triste realtà per i Cottagers, che tornano in Championship dopo una sola stagione in Premier League. Contro il Southampton, in Premier, ha vinto 4 volte nei 15 incontri tra le due (7 pareggi, 4 sconfitte). Al St Mary’s il Fulham non ha mai vinto nel nuovo millennio, né in Premier League, né in Championship.

Brighton & Hove Albion – West Ham United

Nonostante la salvezza ormai aritmetica, contro il West Ham difficilmente vedremo un Brighton dall’atteggiamento arrendevole. In quella che potrebbe essere la penultima gara all’Amex di Graham Potter – viste le voci di mercato che lo coinvolgono –, il Brighton vuole proseguire la striscia di imbattibilità contro il West Ham: 3 vittorie, 4 pareggi nei 7 precedenti in Premier League.

La sconfitta del Chelsea contro l’Arsenal ha riacceso la speranza del West Ham, consapevole che con una vittoria sul Brighton – sarebbe la prima dalla nascita della Premier – riaprirebbe la lotta per il quarto posto. Nonostante le 3 sconfitte nelle ultime 4, la Champions League per gli Hammers rimane alla portata, ma va sfatato il tabù Amex, dove non vince dal 2011 (in Championship).

Crystal Palace – Aston Villa

Le tre sconfitte nell’ultimo mese avevano fatto precipitare pericolosamente il Palace, consapevole che sarebbero bastati 3 punti per conquistare la salvezza (arrivata dopo il 2-0 contro lo Sheffield Utd a Bramall Lane). Contro l’Aston Villa ha vinto le ultime due in Premier League a Selhurst Park (1-0 nell’agosto 2019 e 2-1 nell’agosto 2015).

Una volta raggiunta la salvezza, la squadra di Dean Smith ha decisamente rallentato, ma dopo il finale al cardiopalma della scorsa stagione può ritenersi più che soddisfatta. Contro il Crystal Palace ha vinto le ultime due in Premier League (3-0 nel Boxing Day e 2-0 lo scorso luglio), ma in trasferta non vince dal dicembre 2014 (1-0).

Tottenham Hotspur – Wolverhampton Wanderers

La sconfitta contro il Leeds a Elland Road ha definitivamente spento le speranze degli Spurs di qualificarsi alla prossima Champions League. L’Europa League rimane ampiamente alla portata e il posto in Conference è tutto nelle loro mani. Nelle ultime 5 contro i Wolves si sono viste sempre partite combattute (2V, 2P, 2S). In casa non vince dal settembre 2010 (3-1).

Stagione complicata quella del Wolverhampton, rallentato dagli infortuni (Jimenez su tutti), da un mercato in entrata che non ha compensato quello in uscita e da una preparazione molto ristretta a causa degli impegni in Europa League nella passata stagione. Contro il Tottenham ha vinto le ultime due in trasferta, segnando in entrambe 3 volte. Nelle ultime 9, però, ha sempre subito gol.

West Bromwich Albion – Liverpool

Con la testa comprensibilmente già rivolta alla prossima stagione in Championship, il West Brom proverà a non subire un’umiliazione mantenendo il trend positivo delle ultime 3, nelle quali ha sempre fermato il Liverpool sul pareggio (0-0, 2-2, 1-1). In 25 gare di Premier League contro i Reds ha vinto solo 2 volte al The Hawthorns e non conquista i tre punti dal febbraio 2013 (2-0 ad Anfield).

Prosegue la disperata rincorsa al quarto posto del Liverpool, attualmente a -4 dal Chelsea ma con una partita in meno. L’ultima sconfitta dei Reds risale al 7 marzo (0-1 contro il Fulham), dopo la quale hanno inanellato 4 vittorie e 2 pareggi rimanendo saldamente in corsa per la qualificazione alla prossima Champions League. L’ultima vittoria contro il WBA in trasferta è dell’aprile 2017 (1-0).

Everton – Liverpool

La sorprendente vittoria sul West Ham ha nuovamente rilanciato le quotazioni dell’Everton nell’ottica di un piazzamento europeo. I Toffes sono a -8 dal Chelsea (con una partita in meno rispetto ai Blues) e -2 dal sesto posto, ultima posizione disponibile per l’Europa League. Contro lo Sheffield Utd ha vinto 4 dei 9 incontri complessivi tra le due in Premier League.

Mentre circolano voci sul futuro allenatore e sui giocatori che comporranno la rosa dell’anno prossimo, lo Sheffield Utd è deciso a chiudere dignitosamente la stagione nonostante l’ormai certa retrocessione in Championship. Con i Toffees l’ultima vittoria in campionato risale al settembre 2019 (2-0), che è anche l’ultima delle uniche 2 in Premier League conquistate a Goodison Park.

Clicca qui per maggiori informazioni su tutte le scommesse calcio* sulla Premier League.

*Si prega di essere consapevoli del fatto che questo link vi rimanderà al sito scommesse