Lasciata alle spalle la pausa delle nazionali, si riaccende il fitto calendario dei club che tra Europa e campionato sono costretti a bilanciare energie e turnover per non perdere preziosi punti per strada. La decima giornata di Premier League comincia presto con un match tra due squadre in cerca di riscatto dopo le ultime prove deludenti: venerdì alle 21.00 è infatti in programma a Selhurst Park Crystal Palace-Newcastle, entrambe chiamate a cambiare marcia. Sabato tocca invece a Brighton e Liverpool (13.30), con il Liverpool intenzionato a ritrovare punti ed energia dopo la brusca sconfitta contro l’Atalanta in Champions. A seguire ci sono Manchester City-Burnley (alle 16.00) ed Everton-Leeds (alle 18.30), due match potenzialmente ricchi di spettacolo. Chiude il sabato di Premier la sfida tra West Brom e il deludente Sheffield, ancora a secco in campionato.

Le gare della domenica iniziano alle 15.00 con Southampton-Manchester United al St.Mary’s per poi lasciare spazio al big match della decima, l’interessantissimo derby londinese tra Chelsea e Tottenham che potrebbe dare importanti segnali in vetta al campionato. Domenica sera ecco altre due squadre in cerca di riscatto: all’Emirates si gioca (20.15) Arsenal-Wolverhampton. Nel doppio Monday Night spazio invece alla voglia di rivalsa del Leicester dopo il pesante 0-3 contro il Liverpool e alla necessità di uscire dalle zone basse del Fulham. Chiude la decima giornata l’interessante sfida tra West Ham e Aston Villa (21.00).

Andiamo ad analizzare tutti i match con i pronostici sulle scommesse Premier League* della prossima giornata!

Crystal Palace – Newcastle United

La sconfitta contro il Burnley ha riportato il Palace con i piedi per terra, intenzionato però a replicare a Selhurst Park la buona prova contro i Clarets (sperando di non ritrovare un Darlow in formato Nick Pope…). L’ultima sconfitta in Premier contro il Newcastle in casa risale al dicembre 2013, quando le Eagles vennero travolte 3-0 dai Magpies. Nell’altalenante stagione del Newcastle ci si potrebbe aspettare di tutto, dal momento che finora è stato davvero complicato provare a fare un pronostico sul suo andamento. I Magpies hanno perso più partite di Premier in trasferta a Londra di qualsiasi altra squadra nella storia della competizione (79), ma in questa stagione sono ancora imbattuti nella capitale (1V 1P).

Brighton & Hove Albion – Liverpool

La preziosa vittoria contro l’Aston Villa ha ridato slancio al Brighton che ora però si trova difronte un Liverpool con una gran voglia di lasciarsi alle spalle la sconfitta europea. Se non bastasse la fame dei Reds, ci pensano le statistiche a mettere paura: dal 2011, in tutte le competizioni, il Brighton ha sempre perso (8 su 8), subendo 24 gol e realizzandone appena 5. Riconquistata la testa della classifica ora l’obiettivo dei Reds è quello di difenderla. Con il Brighton in Premier League il Liverpool ha sempre vinto (3 vittorie ad Anfield, 3 vittorie all’AMEX), l’ultima volta a luglio di quest’anno (3-1). Ai Reds, tuttavia, è mancata la vittoria negli ultimi 3 incontri in trasferta in campionato. Per trovare 4 gare consecutive senza i tre punti, bisogna tornare indietro al marzo 2017.

Manchester City – Burnley

La brusca frenata con il Tottenham ha creato più di qualche grattacapo a Guardiola, ora costretto a cambiare marcia visto il preoccupante 13esimo posto in cui il City si trova prima di questa sfida. Contro i Clarets il Manchester City ha vinto 8 delle 12 partite giocate in totale in Premier contro il Burnley, segnando almeno 4 gol in 3 delle ultime 5. La vittoria di misura sul Crystal Palace ha permesso a Dyche di tirare un enorme sospiro di sollievo e ai Clarets di veder sparire quello “0” alla voce “vittorie”. Il Burnley ha vinto una sola volta contro il City, risalente al marzo 2015 (1-0) e al momento ha il peggior attacco del campionato (4). Nelle partite dei Clarets sono stati segnati appena 16 gol (4 fatti, 12 subiti), meno di qualsiasi altro club.

Everton – Leeds United

La vittoria contro il Fulham ha riportato il sorriso a Liverpool, sponda Everton. I Toffees sono imbattuti nei 12 match giocati in casa contro il Leeds, chiudendo l’incontro a porta inviolata in 8 degli ultimi 10. Attenzione a Calvert-Lewin, capocannoniere della Premier, che ha già segnato 10 gol in 9 partite: meglio di lui ha fatto solo Les Ferdinand con il Newcastle nel 1995/1996 (13 in 10). Il pareggio contro l’Arsenal ha lasciato l’amaro in bocca agli uomini di Bielsa, che non sono riusciti a portare a casa i meritati tre punti per questione di centimetri, visti i tre pali colpiti in 90’. Contro l’Everton i Whites vogliono trovare i tre punti, come non succede da quasi vent’anni. Se dovesse segnare, Patrick Bamford eguaglierebbe Thierry Henry per gol segnati nelle prime 5 gare in trasferta della propria squadra.

West Bromwich Albion – Sheffield United

Gioca bene, offre buone prestazioni, ma i risultati non arrivano: contro lo Sheffield – l’unica altra squadra ancora senza vittorie in campionato – l’imperativo è vincere. Per quella che sarà una sfida inedita in Premier League (la 885esima gara diversa disputata nella competizione), i Baggies vogliono provare a invertire la tendenza, cercando anche di portare a casa il secondo clean sheet stagionale. Ancora alla ricerca della prima vittoria, le Blades arrivano a questa sfida con lo stesso imperativo degli avversari. Lo Sheffield Utd ha vinto entrambi gli incontri nell’ultima stagione in cui ha affrontato il West Brom nella massima divisione (1972/73). In caso di pari, sarà solo la terza stagione nella storia della Premier in cui due squadre non sono riuscite a vincere nessuna delle loro prime 10 partite.

Southampton – Manchester United

L’ottimo momento dei Saints non deve essere condizionato dal pareggio in rimonta nell’ultima sfida contro i Wolves. Al St. Mary’s gli uomini di Hasenhuttl cercheranno l’ottava vittoria in 43 incontri in Premier con i Red Devils, contro i quali comunque non ottengono i tre punti dal marzo 2016. Il Southampton ha vinto gli ultimi tre incontri giocati in casa, trionfando sempre per 2-0. I preziosissimi tre punti conquistati dagli uomini di Solskjaer contro il WBA hanno contribuito alla serenità di un ambiente che ribolle ormai da tempo. Contro i Saints un’altra vittoria sarà fondamentale non solo per il morale, ma anche per tornare ad annusare l’Europa. In caso di tre punti, sarebbe la prima volta che lo United vince 8 partite consecutive in trasferta nella massima divisione.

Chelsea – Tottenham Hotspur

Il Chelsea che affronterà il Tottenham domenica pomeriggio è un Chelsea particolarmente in forma, che viene da una lunghissima serie di risultati utili consecutivi dal momento che l’ultima sconfitta tra tutte le competizioni risale al 20 settembre (0-2 contro il Liverpool). I Blues hanno vinto 8 degli ultimi 10 derby di Londra giocati in casa dall’inizio della stagione 2018/2019. Questa prima parte di stagione degli Spurs riflette rendimento, prestazioni e secondo posto che a inizio anno erano difficilmente pronosticabili. José Mourinho ha perso entrambi gli incontri in Premier contro Frank Lampard la scorsa stagione; finora però non ha mai perso tre partite di campionato consecutive contro lo stesso manager o lo stesso club.

Arsenal – Wolverhampton Wanderers

I Gunners sono in difficoltà e hanno bisogno di una scossa quanto prima. L’Arsenal ha perso solo uno dei suoi ultimi 19 incontri nella massima serie contro i Wolves (13V 5P) – al Molineux nell'aprile 2019. Negli ultimi sette incontri in casa in Premier League, i Gunners non hanno mai chiuso una partita a porta inviolata. Dopo 1 punto nelle ultime due partite, i Wolves cercano di rialzare la testa contro l’Arsenal, con cui ha pareggiato 1-1 gli ultimi tre incontri giocati all’Emirates (dove non ha ancora vinto su 10 gare in totale disputate). Se in attacco il Wolverhampton sembra avere qualche difficoltà, dietro la squadra di Nuno Espirito Santo sta facendo bene: sono 10 i gol subiti finora, uno in più del Tottenham, che ha la miglior difesa.

Leicester City – Fulham

La sconfitta contro il Liverpool e il pareggio – acciuffato ben oltre il 90° - contro il Braga riflettono un momento non esattamente positivo per le Foxes, che con il Fulham vogliono tornare alla vittoria, nonché a rimettersi in corsa per rimanere in zona Champions League. Il Leicester ha vinto solo una volta contro il Fulham in Premier League, risalente al marzo 2019. Dopo tre sconfitte nelle ultime quattro, il Fulham proverà a sfruttare il rendimento non del tutto brillante del Leicester. Contro le Foxes in Premier League il Fulham ha ottenuto un clean sheet nel 67% degli incontri tra le due (ovvero in 4 dei 6 totali). I Cottagers hanno vino ben quattro delle ultime sei gare giocate di lunedì, tra cui l’unica vittoria in campionato finora (contro il WBA).

West Ham United – Aston Villa

Dopo un avvio deludente, gli Hammers hanno saputo rialzare la testa perdendo una sola gara nelle ultime sette. Contro l’Aston Villa in Premier League non vincono dal febbraio 2016 (2-0), conquistando i tre punti in sole 9 occasioni nei 42 match giocati tra le due. Il West Ham ha perso solo una delle ultime otto partite contro i Villans (le ultime due sono finite in pareggio). La sconfitta contro il Brighton ha riaperto alcune ferite in casa Aston Villa, che vuole però proseguire il suo ottimo score in trasferta (3 vittorie su 3 finora in campionato). Come al Fulham, anche all’Aston Villa piace giocare di lunedì: ha vinto tre degli ultimi quattro Monday Night, inclusi i due giocati in questa stagione, nei quali oltretutto non ha subito gol.

Clicca qui per maggiori informazioni su tutte le scommesse calcio* sulla Premier League.

*Si prega di essere consapevoli del fatto che questo link vi rimanderà al sito scommesse