Il turno infrasettimanale di Premier League ha regalato grandi emozioni e numerosi risultati dall’esito non scontato. La quattordicesima giornata si apre all’ombra di una nuova solitaria capolista, il Liverpool, salito in cattedra dopo il 2-1 contro il Tottenham. Alle 13.30 i Reds arrivano a Croydon per sfidare il Crystal Palace e difendere la vetta conquistata mercoledì al 91’. A seguire altri due match che promettono spettacolo: alle 16.00 un lanciatissimo Southampton ospita il Manchester City al St. Mary’s e alle 18.30 l’Everton – che sembra aver ritrovato la forma di inizio stagione – accoglie invece un Arsenal in grandissima difficoltà. Chiudono il sabato di Premier Newcastle e Fulham (21.00).

Inaugura i match di domenica la sfida tra Brighton e Sheffield United, per cui resta vitale la necessità di trovare la prima vittoria in campionato. Alle 15.15, nel delicatissimo match con il Leicester, il Tottenham vuole dimostrare di non aver subìto il contraccolpo psicologico dopo la sconfitta contro i Reds. Alle 17.30 altra gara molto sentita, perché a Old Trafford il Manchester United ospita il Leeds in una sfida che storicamente regala emozioni. Domenica sera spazio invece a West Bromwich-Aston Villa che vedrà l’esordio di Allardyce sulla panchina dei Baggies. Nel doppio Monday Night il Burnley incontra i Wolves a Turf Moor e il Chelsea cerca il riscatto nel derby londinese contro il West Ham.

Andiamo ad analizzare tutti i match con i pronostici sulle scommesse Premier League* della prossima giornata!

Crystal Palace – Liverpool

Dopo i due (preziosi) pareggi con Tottenham e West Ham, il Palace cerca un altro grande risultato contro una big, allungando a quattro la striscia di risultati utili consecutivi. Contro il Liverpool le Eagles non vincono dall’aprile 2017 (2-1 ad Anfield). In casa con i Reds ha vinto solo due volte in Premier League e negli ultimi 5 incontri ha sempre perso (5 gol fatti, 14 subiti).

La vittoria nel recupero contro il Tottenham ha lanciato il Liverpool in testa alla classifica, staccando gli Spurs di tre punti. La grande serata ha permesso anche a Roberto Firmino di sbloccarsi e di farlo nel modo migliore, segnando il gol vittoria allo scadere. A Selhurst Park ha vinto 7 delle 14 vittorie in Premier League contro il Crystal Palace.

Southampton – Manchester City

I Saints sembrano non volersi fermare più: dopo le vittorie con Brighton e Sheffield United è arrivato anche l’ottimo pareggio contro un Arsenal alla disperata ricerca di punti. Con il City la musica sarà sicuramente diversa, ma le speranze dei Saints di replicare la vittoria dello scorso 5 luglio (1-0 con gol di Che Adams) rimangono concrete.

Crisi? Forse è troppo presto per dirlo, ma certamente questo City fatica a ingranare e a trovare la miscela giusta per una continuità di rendimento che quest’anno non s’è ancora vista. Considerato il potenziale +3 la strada rimane ancora in discesa, ma Guardiola ora non accetta più passi falsi. I Citizens hanno vinto 4 delle ultime 5 partite in Premier contro i Saints (16 gol fatti, 4 subiti).

Everton – Arsenal

L’Everton ha ripreso a correre e il -5 della vetta è una conferma della serenità ritrovata dagli uomini di Ancelotti. Contro un Arsenal in piena difficoltà, i Toffees cercano la loro terza vittoria consecutiva dopo i tre punti conquistati contro Chelsea e Leicester City. Con l’Arsenal, però, il bilancio non è particolarmente positivo: 56 partite in Premier e appena 8 vittorie (di cui 7 in casa).

Crisi nera invece per l’Arsenal, a caccia di punti e di una vittoria in Premier League che manca da oltre un mese e mezzo (1-0 a Old Trafford, il 1 novembre). Il 15esimo posto spaventa Arteta, che ora deve trovare la formula giusta per risollevare soprattutto il morale dei suoi. Nelle ultime cinque partite giocate contro i Toffes, i Gunners hanno vinto tre volte, nessuna di esse in trasferta.

Newcastle Utd – Fulham

La pesante sconfitta contro il Leeds (2-5) ha riportato a terra i Magpies, che arrivavano dalle ottime prove contro Crystal Palace e West Bromwich. Il calo di tensione nell’ultimo quarto d’ora a Elland Road non deve più ripetersi; con il Fulham gli uomini di Bruce vogliono tornare ai tre punti, provando a replicare la vittoria nel loro ultimo incontro in Premier (4-0, maggio 2019)

Il Fulham ha vinto l’ultima gara contro il Newcastle nel marzo 2014 (1-0); da quella volta sono arrivati un pareggio e una sconfitta (quella di cui sopra). I pareggi contro Liverpool e Brighton hanno ridato slancio ai Cottagers che ora cercano il terzo risultato utile consecutivo. Due delle ultime tre gare giocate al St. James’ Park sono finite 1-0 per i padroni di casa (0-0 la terza).

Brighton & Hove Albion – Sheffield United

Dopo due pareggi e due sconfitte, i Seagulls vogliono tornare a una vittoria che manca dal 21 novembre (2-1 contro l’Aston Villa). Contro lo Sheffield United sarà solo la terza gara in Premier League tra le due. I precedenti risalgono esattamente alla scorsa stagione: una vittoria per le Blades all’AMEX (1-0) e un pareggio (1-1) nel ritorno a Bramall Lane.

13 partite, 1 pareggio, 12 sconfitte: questo il desolante bottino raccolto dallo Sheffield United finora. La buona prova con il Manchester United non è servita a regalare a Chris Wilder i tre punti per la tredicesima gara consecutiva. Il tempo comincia a stringere e se non dovesse arrivare l’inversione di marcia nemmeno contro il Brighton le speranze inizieranno ad assottigliarsi in maniera spaventosa.

Tottenham Hotspur – Leicester City

L’amara sconfitta contro i Reds al 91’ ha spezzato le gambe agli Spurs, i quali però proveranno a non lasciarsi condizionare troppo perché il calendario è fitto e una serie di risultati negativi potrebbe essere fatale in questo momento della stagione. Contro il Leicester City ha vinto 12 dei 28 incontri totali in Premier League, portando a casa i tre punti 4 volte negli ultimi 5.

La sconfitta contro l’Everton ha interrotto nuovamente la striscia positiva delle Foxes che aveva ripreso a vincere e convincere ormai da qualche settimana. Negli ultimi 15 incontri con gli Spurs, il Leicester ha vinto solo 4 volte (di cui una nella FA Cup del 2015), segnando 20 gol e subendone 34. L’ultima vittoria risale allo scorso campionato (2-1, settembre 2019).

Manchester United – Leeds United

Con la vittoria sullo Sheffield United i Red Devils hanno inanellato il sesto risultato utile consecutivo in Premier League (5 vittorie, 1 pareggio). Benché le critiche continuino a piovere su Old Trafford, se il Manchester United vincesse anche questa – smaltito il recupero – potrebbe portarsi a un passo dalla vetta. L’ultima vittoria contro il Leeds risale all’ottobre 2003 (1-0).

Ripresa la quota dopo il roboante 5-2 sul Newcastle, i Whites arrivano a questa sfida sulle ali dell’entusiasmo e consapevoli del significato storico del match contro il Manchester United. Su 24 partite totali giocate in Premier League contro i Red Devils, il Leeds ha vinto appena 4 volte (l’ultima a Elland Road nel settembre 2002), ma nessuna di queste a Old Trafford.

WBA – Aston Villa

Salutato con un velo di amarezza Slaven Bilic, il West Bromwich riparte da Sam Allardyce e dal sorprendente pareggio all’Etihad contro il Manchester City. La formazione che l’ex allenatore di Bolton e Sunderland schiererà sarà presumibilmente meno spregiudicata, considerato anche il buono stato di forma dei Villans. L’ultima sfida tra i due club finì 0-0 al Villa Park (gennaio 2016).

L’Aston Villa dell’anno scorso è un brutto ricordo: ora la squadra di Dean Smith gioca bene e mette in difficoltà avversari ben più quotati. Contro il West Brom non sarà semplice, ma a disposizione di Smith torneranno Matty Cash, Douglas Luiz (squalificati contro il Burnley) e Ross Barkley a pieno regime dopo l’infortunio. Baggies avvisati.

Burnley – Wolverhampton Wanderers

Dopo un avvio che ha fatto sudare freddo i tifosi Clarets, ora il Burnley sembra aver ripreso lentamente la forma dei giorni migliori. Le stagioni da settimo o ottavo posto sembrano lontane in questo segmento della stagione, ma il Burnley c’è e Sean Dyche non molla la presa. In sei incontri totali giocati in Premier contro i Wolves, i Clarets hanno vinto una volta sola (2-0, marzo 2019). 

La vittoria acciuffata nel recupero contro il Chelsea ha gonfiato il morale dei Wolves, che arrivano a Turf Moor con l’entusiasmo alle stelle e il favore dei pronostici. Il Wolverhampton ha vinto 3 volte contro i Clarets in Premier League (di cui solo una in trasferta). Ma l’ultima vittoria dei Wolves in casa Burnley risale al marzo 2010 (1-0).

Chelsea – West Ham United

Le due sconfitte consecutive con Everton e Wolves hanno interrotto il gran momento del Chelsea, che ora guarda i Reds dal sesto posto a -6. L’occasione del riscatto potrebbe servirgliela questo derby londinese in cui i Blues, però, hanno vinto appena una volta negli ultimi 5 incontri di Premier League. Le ultime tre gare a Stamford Bridge con gli Hammers hanno dato tre esiti differenti: 1S, 1V, 1P.

La splendida rovesciata di Haller contro il Palace ha regalato a lui la copertina dell’ultimo match, ma non i tre punti che avrebbero lanciato gli Hammers a un passo dalla zona Champions League. Contro il Chelsea il West Ham vuole replicare il 3-2 dello scorso luglio che fece tremare gli uomini di Lampard, lanciatissimi verso il quarto posto. A Stamford Bridge gli Hammers hanno vinto 5 volte in Premier League.

 

Clicca qui per maggiori informazioni su tutte le scommesse calcio* sulla Premier League.

*Si prega di essere consapevoli del fatto che questo link vi rimanderà al sito scommesse