Smaltito anche il ritorno dei quarti di Champions ed Europa League, in cui erano coinvolti rispettivamente Chelsea, Liverpool, Manchester City, Arsenal e Manchester United, la Premier League torna ad accendere il weekend con un turno che durerà praticamente una settimana. Si comincia infatti stasera con Everton-Tottenham (21.00) – una sfida cruciale in chiave europea – e si conclude giovedì prossimo con Leicester-West Bromwich (21.00). Nel mezzo tantissime sfide interessanti, a partire da Newcastle-West Ham (sabato alle 13.30), sfida importante per le speranze di salvezza dei Magpies e per le ambizioni europee degli Hammers. Alle 21.15 il Wolverhampton ospita lo Sheffield Utd e domenica alle 14.30 all’Emirates si gioca il derby di Londra tra Arsenal e Fulham.

Domenica pomeriggio (17.00) il Manchester United attende il Burnley a Old Trafford e il Monday Night è dedicato a una sfida dal fascino intramontabile: a Elland Road (21.00) il Leeds attende il Liverpool. Il turno prosegue martedì con Chelsea-Brighton (21.00) e mercoledì con Aston Villa-Manchester City (21.15), prima di lasciare spazio al match di giovedì tra Foxes e Baggies che chiude la trentaduesima giornata.

Andiamo ad analizzare tutti i match con i pronostici sulle scommesse Premier League* della prossima giornata!

Everton – Tottenham Hotspur

La Champions League sembra un miraggio – nonostante il potenziale -4 dal quarto posto – ma l’Europa League è ampiamente alla portata dei Toffees. Gli ultimi quattro incontri tra le due a Goodison Park (in tutte le competizioni) hanno prodotto 22 gol, 8 dell’Everton e 14 degli Spurs. L’ultima partita con gli Spurs è finita 5-4, nel penultimo turno di FA Cup a febbraio.

Momento nero per gli Spurs, che ora cominciano a vedere lontana anche la qualificazione in Europa League. Il Tottenham è però imbattuto nelle ultime sette partite di Premier League a Goodison Park. (3V 4P). Attenzione particolare al solito Harry Kane, che ha segnato 10 gol nelle precedenti 11 gare contro l’Everton in tutte le competizioni, tra cui sei gol in sei presenze in trasferta.

Newcastle United – West Ham United

La fondamentale vittoria sul Burnley – grazie a un super Saint-Maximin che ha svoltato la partita da subentrato – ha permesso al Newcastle di tenere a distanza la zona retrocessione, al momento distante 6 punti (e con una partita in meno). Callum Wilson ha segnato più gol contro il West Ham che contro qualsiasi altra squadra, mettendone a referto 8 in 9 presenze complessive.

Ruolino di marcia impressionante per il West Ham, a un passo da una qualificazione in Champions League che a inizio anno sembrava impronosticabile. Gli Hammers sono imbattuti da 22 partite consecutive contro squadre della seconda metà della classifica (8V, 6P). Il West Ham è andato sul 3-0 nel primo tempo per tre gare di fila: solo il Manchester Utd ha fatto meglio in Premier (4 partite consecutive).

Wolverhampton Wanderers – Sheffield United 

Partita difficile da decifrare visto che per entrambi i club avrà scarsa o nessuna influenza sul destino delle rispettive stagioni. I Wolves sono al momento 12esimi a 38 punti, equidistanti da piazzamenti europei e zona retrocessione. Attenzione a non dare per vinto il Woverhampton: dal loro ritorno in Premier (2018), i Wolves hanno segnato 5 match winner al 90esimo o nel recupero.

A 18 punti dalla salvezza e con solo 21 punti disponibili nelle ultime sette partite, lo Sheffield United potrebbe vedersi materializzare l’incubo retrocessione già questo fine in caso di sconfitta e di risultati positivi tra le altre contendenti in lotta per la salvezza. Nelle ultime 13 partite di campionato al Molineux, lo Sheffield ha vinto solo una volta (6P, 6S).

Arsenal – Fulham 

Ancora in corsa per la Conference League, l’Arsenal proverà a battere il Fulham con tre gol di scarto per la quarta partita consecutiva (5-1, 4-1, 3-0): se i Gunners riuscissero nell’impresa sarebbe un record assoluto nella loro storia in massima divisione. Pierre-Emerick Aubameyang e Alexandre Lacazette hanno segnato in ognuno dei loro 3 incontri contro il Fulham (4 gol a testa).

Dopo la vittoria del Newcastle di settimana scorsa, il Fulham sembra ormai rassegnato a passare la stagione 2021/2022 in Championship. Contro l’Arsenal serve una vittoria per continuare a sperare nel miracolo, ma i numeri giocano a sfavore dei Cottagers: il Fulham non ha mai vinto in casa dell’Arsenal in nessuna competizione (5P, 24S) e Mitrovic non ha vinto nessuno dei 16 London Derby disputati in carriera.

Manchester United – Burnley

La vittoria sul Tottenham ha permesso al Man Utd di rimanere aggrappato al secondo posto e di cementare un vantaggio considerevole in ottica Champions League. Occhio a dare per vinti i Red Devils – come ha dimostrato la partita di settimana scorsa: quest’anno hanno vinto 9 partite in rimonta. Meglio del Man Utd ha fatto solo il Newcastle nella stagione 2001/2002 (10).

Dopo la sconfitta con i Magpies, si torna a parlare di zona retrocessione in casa Clarets, nonostante i rassicuranti 7 punti di vantaggio sul Fulham terzultimo. Ma la trasferta a Manchester al Burnley porta bene: potrebbe diventare solo la seconda squadra nella storia della Premier a evitare la sconfitta in 5 gare consecutive disputate a Old Trafford (solo il Chelsea ha fatto meglio, con 6).

Leeds United – Liverpool

La vittoria sul Manchester City ha fatto schizzare alle stelle il morale dei Whites, che sull’onda dell’entusiasmo potrebbero regalare qualche sorpresa in queste ultime 7 gare. Dopo i tre punti conquistati all’Etihad e con un’eventuale vittoria contro il Liverpool, il Leeds potrebbe diventare il secondo club nella storia della Premier a battere consecutivamente la capolista e la squadra campione in carica.

Dopo l’eliminazione dalla Champions League, le energie di Reds si riverseranno solo sul campionato e su un quarto posto da raggiungere a tutti i costi. Il Liverpool ha vinto 5 delle ultime 6 partite di Premier in trasferta e ognuna delle ultime 4 nello Yorkshire. Salah è a un gol dal diventare il primo giocatore del Liverpool a raggiungere quota 20 in tre diverse stagioni di Premier.

Chelsea – Brighton  

La vittoria sul Crystal Palace e la qualificazione alla semifinale di Champions League coronano il periodo magico che sta vivendo il Chelsea nel 2021. Quarto e terzo posto sono alla portata (rispettivamente a -1 e -2), ma per arrivarci serve mantenere alta la concentrazione. Contro il Brighton in Premier League non ha mai perso (6V, 1P) e a Stamford Bridge ha sempre vinto.

Nonostante l’ottimo gioco espresso, le tante occasioni create e il favore di media e tifosi, il Brighton fatica ad archiviare definitivamente il discorso salvezza – nonostante sia comunque a 33 punti, a +7 sul Fulham e con una partita in meno. Contro il Chelsea però i Seagulls hanno sempre fatto fatica in Premier League, ma non solo: l’ultima vittoria risale a un turno di FA Cup nel 1933.

Aston Villa – Manchester City  

I Villans di Dean Smith non hanno più molto da chiedere a questo campionato, che vede l’Aston Villa tranquillamente salvo e potenzialmente ancora in corsa per un posto in Europa. Contro il Manchester City il trend è negativo, come dimostrano le 5 sconfitte consecutive nelle ultime 6 in Premier League, condite da 15 gol subiti e appena uno realizzato.

La sconfitta contro il Leeds è stata subito dimenticata grazie alla prima qualificazione in una semifinale di Champions League per i Citizens. Ora però la testa deve tornare subito al campionato, per poter archiviare in fretta anche la pratica titolo. Contro l’Aston Villa ha vinto 25 (di cui 8 al Villa Park) delle 41 partite complessive giocate in Premier League dalle due (9P, 7S).

Leicester City – West Bromwich Albion

Riusciranno a mandare all’aria la qualificazione in Champions League anche quest’anno? Questo è l’interrogativo che riempie i pensieri di giocatori e tifosi del Leicester, preoccupati dalle 3 sconfitte nelle ultime 6 gare di campionato. Contro il West Brom ha vinto 3 delle ultime 5 partite in Premier League, ma in casa con i Baggies non ha mai conquistato i tre punti.

Retrocessione ormai praticamente certa per il West Brom, che però vuole spostare più avanti possibile il verdetto finale prima di dover pianificare la prossima stagione in Championship. Le due vittorie nelle ultime due (con Chelsea e Southampton) hanno riacceso una flebile speranza in casa Baggies, ora a -2 dal Fulham, che ha una partita in più. Mai direi mai…

 

Clicca qui per maggiori informazioni su tutte le scommesse calcio* sulla Premier League.

*Si prega di essere consapevoli del fatto che questo link vi rimanderà al sito scommesse