Precedente Successivo

I programmi TV inglesi più amati (e venduti) nel mondo

Condividi
media

Nel Regno Unito il settore delle produzioni televisive è uno dei più prolifici e di successo al mondo, conosciuto per i suoi format all’avanguardia e per gli show apprezzati in tutto il mondo. Non sorprende quindi che le esportazioni di programmi TV all’estero abbiano raggiunto, lo scorso anno, l’impressionante cifra di 1,48 miliardi di sterline (1,97 miliardi di dollari al cambio attuale).[1]

Ma come fa un programma che è apprezzato in UK a diventare un’icona globale? Quando uno show ha successo a livello domestico, i produttori cercano di venderlo sui mercati internazionali. In questo modo, altri Paesi possono aggiungere il programma ai loro palinsesti, lasciandolo così com’è oppure adattandolo alle preferenze dei propri telespettatori.

L’intento è chiaramente quello di replicare all’estero i risultati ottenuti sul mercato inglese, dove show come Planet Earth, The Chase e Great British Bake Off sono considerati alcuni dei programmi con la maggiore popolarità.[2]

Dato che un numero sempre maggiore di produzioni inglesi sta ottenendo successo a livello globale, Il casinò online* di Betway ha pensato che è arrivato il momento di dare un’occhiata più da vicino a questo affascinante mondo. Così, abbiamo cercato minuziosamente tra reality show, talent, game show e serie TV per trovare i programmi inglesi più apprezzati ed esportati nel mondo.

Quanto incassa il Regno Unito dall’esportazione di prodotti televisivi?[3]

Come accennato in precedenza, le esportazioni TV del Regno Unito hanno totalizzato ben 1,48 miliardi di sterline nel 2020. I programmi venduti senza adattamento come Doctor Who, Downton Abbey e Planet Earth hanno rappresentato il 70% dell’export, superando il miliardo di sterline e confermandosi come la maggiore fonte di incasso del settore.

Gli adattamenti internazionali di famosi format inglesi, come Love Island e Come Dine With Me, si sono assicurati la seconda posizione con 160 milioni di sterline (223 milioni di dollari) ed una quota dell’11% sul totale delle vendite.

Ecco in dettaglio come le esportazioni di prodotti televisivi si distribuiscono tra i mercati nazionali più rilevanti:

I 5 mercati più importanti per l’export TV del Regno Unito 2019/2020

Paese

Fatturato (mln di sterline)

Stati Uniti

466

Francia

102

Australia

98

Canada

80

Paesi nordici

77

Gli Stati Uniti rappresentano il più importante mercato per l’export televisivo del Regno Unito con un fatturato che nel 2020 ha raggiunto i 466 milioni di sterline (649 milioni di dollari). Inoltre, il nord America è il Paese che vale il maggior profitto con un fatturato complessivo che raggiunge i 572 milioni di sterline. 

Ovviamente, i TV show inglesi sono molto apprezzati in molti Paesi anglofoni come l’Australia e il Canada, che si trovano infatti nella top five dei mercati di esportazione. Questi programmi, utilizzando il collaudato format inglese oppure con un leggero adattamento, riescono ad assicurare un importante ritorno economico.

Per quanto riguarda i Paesi che non parlano inglese, la Francia rappresenta il mercato più rilevante con 102 milioni di sterline di fatturato, mentre i Paesi nordici raggiungono i 77 milioni di sterline.

Nel resto del mondo, i mercati sudamericani ed asiatici hanno aumentato il fatturato di prodotti UK rispettivamente del 13% e del 15%. Questo potrebbe essere dovuto all’incremento dei servizi di streaming locali come GloboPlay in Brasile e Bilibili in Cina, che hanno iniziato a trasmettere gli show, in precedenza sottoposti a censura, in modo indipendente.

media

Quali show e formati inglesi sono stati esportati nel mondo?

Un gran numero di programmi inglesi hanno raggiunto gli schermi di tutto il mondo, dalle serie TV in costume alle commedie, dai game show ai reality.

media

Scripted show

Sitcom, commedie, sceneggiati e serie TV ricadono tutti nella categoria degli “scripted show”. Ecco alcuni dei più celebri show che sono stati adattati in versioni diverse sui mercati internazionali:

  • The Office
  • Chernobyl
  • His Dark Materials
  • Doctor Foster
  • Misfits
  • Doctor Who
  • Luther

Molti di questi si sono rivelati un grande successo sia sui canali televisivi che sulle piattaforme di streaming online, ma non sempre va così bene.

Produzioni inglesi di successo sul mercato domestico come The Inbetweeners, Skins e Broadchurch non sono riuscite a raggiungere lo stesso risultato negli Stati Uniti. Questo è forse dovuto alle sceneggiature, rimaste uguali all’originale e quindi non in grado di entrare in risonanza con gli spettatori di un Paese differente.

media

Unscripted format

I programmi come i reality show, i talent o i dating show vengono classificati come “unscripted format”. Tra i prodotti che sono stati venduti sui mercati internazionali con successo di pubblico ci sono:

  • Chi vuol essere milionario?
  • Love Island;
  • Got Talent;
  • Strictly Come Dancing;
  • Planet Earth;
  • Great British Bake Off;
  • Come Dine With Me;
  • Gogglebox;
  • First Dates.

Sebbene gli scripted drama rimangano la maggiore fonte di fatturato per il Regno Unito, anche i format “unscripted” fanno registrare ottimi risultati. Infatti, il Paese di Sua Maestà è il maggior produttore al mondo di questo tipo di prodotti televisivi con il 42% delle vendite globali del settore nel 2020.[4]

Quali sono i programmi inglesi più popolari di sempre?

Dato che i format e gli show inglesi stanno guadagnando una sempre maggiore popolarità in tutto il mondo, abbiamo deciso di vedere quali sono i maggiori successi di tutti i tempi. Abbiamo suddiviso i programmi in quattro categorie:

  • Macchine da soldi: i format che hanno ottenuto i guadagni più alti in assoluto;
  • I più visti: gli show con il maggior successo di pubblico;
  • I più diffusi: i programmi che sono stati adattati nel maggior numero di mercati;
  • Migliori dell’originale: gli adattamenti che hanno avuto più successo del format originale.

Macchine da soldi

Lo show The Great British Bake Off è andato in onda in 26 mercati internazionali, dagli Stati Uniti alla Danimarca, dall’Italia alla Francia. Dato il successo raggiunto, non sorprende che rappresenti ben il 28% dell’intero export britannico nel 2020.[5]

Anche Top Gear, prodotto dalla BBC, è un altro programma che si contende il gradino più alto del podio per il maggior successo economico, con un fatturato annuale intorno ai 50 milioni di sterline in ben 214 mercati e con un’audiance globale di 350 milioni di spettatori.[6]

I più visti

Per quanto riguarda le produzioni che hanno ottenuto il maggior successo di pubblico, The Office (US) è sicuramente ai vertici della classifica, dato che è lo show più visto su Netflix con oltre 57 miliardi di minuti di streaming nel 2020.[7]

Ma anche alcuni programmi “unscripted” hanno raggiunto risultati importanti. Ballando con le stelle – chiamato Strictly Come Dancing nella versione originale inglese – ha accumulato più di 270 stagioni in oltre 50 Paesi, arrivando all’incredibile cifra di 500 milioni di spettatori in tutto il mondo.

I più diffusi

I reality talent show registrati in studio rimangono uno dei format più richiesti. Il programma Got Talent si è assicurato 78 vendite in altrettanti mercati globali nel 2020[8], mentre Strictly Come Dancing ha raggiunto 63 vendite; The X Factor e Idols sono stati venduti in 56 mercati.

Anche i “period drama” inglesi si sono confermati un successo globale, con gli show come Downtown Abbey e Vera che hanno raggiunto ben 250 mercati. Le serie TV classiche del genere crime, come Agatha Christie’s Poirot e Midsomer Murders, hanno raccolto ottimi risultati con ben 200 vendite ognuna.[9]

Migliori dell’originale

La stagione iniziale di sei episodi di The Office US replicava la sceneggiatura originale inglese, ma ben presto fu chiaro ai produttori che per adattarsi al mercato locale era necessario uno script pensato per l’America. Questa decisione portò alla seconda stagione di 22 episodi, che aprì la strada ad altre nove stagioni di grande successo.

Oggi, la versione americana ha raggiunto la notevole valutazione di 8.9 stelle su IMDb e la 26esima posizione nel ranking di popolarità globale, mentre la versione originale inglese si è fermata al 558esimo posto con un rating di 8.6 stelle.

Per quanto riguarda i format, Chi vuol essere milionario? è diventato un successo planetario con oltre 100 versioni prodotte al di fuori del Regno Unito. Ha incontrato i favori del pubblico soprattutto negli Stati Uniti, dove è stato trasmesso anche un reboot nel 2020 che ha ottenuto una media di 5,6 milioni di spettatori ed un’audience finale di 6,5 milioni.[10]

Al contrario, la nuova edizione dello stesso programma trasmessa nel Regno Unito nel 2018, che vedeva Jeremy Clarkson come nuovo conduttore, si è fermata a 5,06 milioni di spettatori.[11]

Come sarà il futuro dei programmi TV inglesi?

Secondo le stime, il fatturato del settore “entertainment e media” nel Regno Unito è destinato ad aumentare nei prossimi cinque anni, da 71,3 miliardi di sterline nel 2021 a 87,9 miliardi nel 2025. Queste proiezioni indicano che ci possiamo aspettare non solo un aumento della quantità e della qualità delle produzioni inglesi, ma anche un incremento delle esportazioni all’estero.

La crescita degli abbonamenti ai servizi video on demand (SVOD) continuerà nei prossimi anni, con gli abbonamenti a livello globale che dovrebbero raggiungere 1,495 miliardi entro il 2026. Questa è una buona notizia per il settore nel Regno Unito, dato che le piattaforme on demand attualmente rappresentano il 38% di tutte le vendite internazionali.[12]

L’Europa rappresenta oggi il secondo mercato per le esportazioni TV inglesi, ma questo scenario è probabile che sia destinato a cambiare nei prossimi anni a seguito delle conseguenze della Brexit.

Infatti, è già stato comunicato che l’Unione Europea è intenzionata a mettere un freno al dominio della TV britannica nel continente al fine di migliorare la diversità culturale e di dare agli show minori di altri Paesi la possibilità di crescere.[13]

Per il Regno Unito c’è comunque la possibilità di costruire solide relazioni con altri mercati come gli Stati Uniti, il Sud America e l’Asia. Basta guardare alla piattaforma brasiliana GloboPlay, che ha sottoscritto un importante accordo con ITV Studios per acquisire più di 400 ore di show britannici nel 2021.[14]

[1] https://www.pact.co.uk/static/ba645c40-0b89-46aa-bda67577d73afc3e/ExportReport2020.pdf?userDownload=true

[2] https://yougov.co.uk/ratings/media/popularity/all-time-tv-shows/all

[3] https://www.pact.co.uk/static/ba645c40-0b89-46aa-bda67577d73afc3e/ExportReport2020.pdf?userDownload=true

[4] https://k7.media/wp-content/uploads/2021/04/K7-Special-Report-Tracking-the-Giants-2020-2021-1.pdf

[5] https://www.pact.co.uk/static/ba645c40-0b89-46aa-bda67577d73afc3e/ExportReport2020.pdf?userDownload=true

[6] https://www.theguardian.com/media/2015/mar/11/top-gear-bbc-jeremy-clarkson

[7] https://www.wsj.com/articles/netflix-battles-rivals-for-its-most-watched-shows-friends-and-the-office-11556120136?shareToken=stb3190ef1056940f1bc366ef2c370ca99

[8] https://k7.media/wp-content/uploads/2021/04/K7-Special-Report-Tracking-the-Giants-2020-2021-1.pdf

[9] https://edition.cnn.com/2017/11/14/entertainment/gallery/biggest-british-television-exports/index.html

[10] https://tvseriesfinale.com/tv-show/who-wants-to-be-a-millionaire-season-one-ratings/

[11] https://www.express.co.uk/showbiz/tv-radio/956427/Who-Wants-To-Be-A-Millionaire-Jeremy-Clarkson-Chris-Tarrant-Ratings-Viewers-Comparison-ITV

[12] https://tbivision.com/2021/05/10/global-svod-subs-to-hit-1-5-billion-within-five-years/

[13] https://www.theguardian.com/world/2021/jun/21/eu-prepares-cut-amount-british-tv-film-shown-brexit

[14] https://www.itvstudios.com/news/itv-studios-closes-400hour-drama-package-with-globopla

*Si prega di essere consapevoli del fatto che questo link vi rimanderà al Casinò Online.

Articoli correlati

media

Dietro il lancio del telescopio spaziale Hubble

media

I migliori videogiochi degli anni 90

media

Il Trono di Spade: ecco tutte le principali curiosità

;