Lotta al titolo e lotta salvezza che si decidono tutte all’ultima giornata in un campionato combattutissimo. La corsa al trofeo ormai è una questione a due tutta madridista tra Real e Atletico, con quest’ultima che sarà l’ago della bilancia anche in zona retrocessione.

Ma tuffiamoci di testa in questo 38° turno di Liga spagnola e vediamo insieme tutti i pronostici, partita per partita, legati alle scommesse sulla Liga*.

Levante – Cadice

Il Levante non ha più molto da chiedere a questa stagione e lo si nota anche dagli ultimi risultati negativi: dopo un buon inizio di stagione che ha raggiunto il picco intorno a metà campionato, c’è stato un costante calando per i ragazzi di Paco López, e alle ultime 7 sono arrivati solo 2 punti, anche se comunque i levantini non hanno mai rischiato di sprofondare troppo in basso in classifica. Sono loro i super favoriti in questa partita.

Gli ospiti hanno arrivano da 2 vittorie e 2 sconfitte nelle ultime quattro, ma nelle ultime due giornate sono arrivati zero punti con Osasuna ed Elche, non proprio avversari irresistibili. In ogni caso l’obiettivo stagionale è stato centrato, con il 12° posto che è un ottimo risultato per una squadra neopromossa. La partita priva di troppa tensione emotiva potrebbe lasciare spazio a un po’ più di spettacolo.

Celta Vigo – Betis

Al Celta aspetta una partita equilibrata, anche se non c’è matematicamente margine né per raggiungere il Villarreal 7°, né per essere raggiunti dal Bilbao 9°: la stagione è quindi già definitivamente decisa, ma la partita può essere bella specialmente grazie all’ottima stagione giocata dalle due squadre che vorranno lasciare un ultimo bel ricordo a questa Liga.

Il Betis, a differenza degli avversari di giornata, può ancora raggiungere il 5° posto che significherebbe Europa League. Nella speranza di un risultato negativo della Real Sociedad diretta rivale, il Betis deve fare di tutto per portare a casa un risultato da questa partita decisiva.

Eibar – Barcellona

Le sorti dell’Eibar sono già decise e coincidono con la retrocessione, dal momento che, anche in caso di propria vittoria e di eventuale sconfitta delle altre contendenti, i criteri della classifica avulsa non danno ragione all’Eibar in caso di arrivo a pari punti. Sono pochi, dunque, gli stimoli della squadra nell’affrontare il Barcellona.

Il Barcellona, però, ha abbandonato ufficialmente la corsa al titolo dopo la sconfitta con il Celta Vigo di domenica. In ogni caso, è ancora presente il rischio di essere superati anche dal Siviglia e di arrivare addirittura quarti in classifica: chiudere fuori dal podio sarebbe un risultato (negativo) storico, che non accade dalla stagione 2002/2003, quando i blaugrana arrivarono addirittura sesti. Per scongiurare il pericolo, però, sabato basterà un pareggio anche in caso di vittoria del Siviglia, per chiudere bene una stagione, comunque, caratterizzata da alti e bassi.

Elche – Athletic Bilbao

L’Elche può ancora centrare la salvezza, sempre però, dipendente dal risultato dell’Huesca. Servirà un risultato migliore di quello dei contendenti aragonesi per raggiungere l’obiettivo e quindi questa partita è strettamente collegata a quella dell’Alcoraz. L’importanza del match per i padroni di casa li fa essere abbondantemente favoriti sabato.

La classifica nella zona dell’Athletic Bilbao (metà classifica) è molto corta. Arrivare in una posizione o in un’altra non permette di raggiungere alcun obiettivo, ma comunque per qualche squadra può far la differenza chiudere con un piazzamento migliore, specialmente per migliorare il risultato della scorsa stagione: il Bilbao è una di queste squadre che potrà trarre una spinta in più dalla volontà di migliorare l’11° posto nella Liga 2019/1010.

Huesca – Valencia

Anche l’Huesca si gioca la salvezza all’ultima giornata, ma dalla sua può sfruttare la posizione di vantaggio ottenuta con i risultati positivi negli scontri diretti. Ora la classifica segna la squadra al 17° posto, che significherebbe salvezza, ma si deciderà tutto alla fine della 38a: basterà replicare il risultato dell’Elche per non retrocedere, e per condannare Valladolid, Eibar ed Elche.

La sfavorita di giornata è però il Valencia che, nonostante la miglior posizione in classifica, sta vivendo un campionato sottotono. La salvezza è arrivata da giornate, ma l’impressione è che manchi il mordente per vincere le partite, e a fine campionato senza più obiettivi da raggiungere, gli stimoli saranno ancor più a raso terra, nonostante la vittoria all’ultima per 4-1 sull’Eibar.

Osasuna – Real Sociedad

L’Osasuna ha ormai da tempo ben poco a cui ambire dalla sua posizione di metà classifica, ma che può ritenersi soddisfatta della salvezza conquistata con grande anticipo dopo il periodo complicato passato fra le ultime posizioni. La sconfitta con l’Atletico è arrivata risicata, con tutti gli eventi che sono accaduti negli ultimi 15 minuti, e in ogni caso sono 4 i punti conquistati nelle ultime 3: un discreto bottino.

La Real Sociedad sta chiudendo un’ottima stagione, la migliore degli ultimi 8 anni, e la sta concludendo con la conquista della seconda qualificazione di fila in Europa League. Il risultato che serve per mettersi al riparo anche da una vittoria del Betis, sono i 3 punti, e gli ospiti hanno tutte le carte in regola - e i favori del pronostico - per portarli a casa.

Real Madrid – Villarreal

Real Madrid che affronta la fresca finalista di Europa League nel match decisivo per la Liga. Certo, tutto dipenderà dal risultato dell’Atletico in contemporanea, ma per provare a vincere il titolo la squadra di Zidane deve vincere a tutti i costi. Per questo motivo, anche se la partita sulla carta può essere super equilibrata, i favoriti alla vittoria sono i Blancos, che giocheranno con un unico risultato disponibile: la vittoria.

L’avversario di giornata non è però fra i più agevoli, perché il Villarreal, oltre che aver raggiunto la finale di Europa League, sta disputando una signora stagione anche in Liga, nella quale è ancora pienamente in corsa verso la qualificazione alla prossima Europa League, specialmente dopo il sonoro 4-0 rifilato addirittura al Siviglia domenica scorsa. Col Real in corsa-titulo la partita sarà complicata, ma anche il Villarreal sta lottando per un importante obiettivo.

Valladolid – Atletico Madrid

Il Valladolid ha la possibilità di tirarsi fuori dalle sabbie mobili solamente vincendo contro l’Atletico che sarà la squadra che deciderà le sorti della retrocessione mentre si sta giocando il titolo. Sarà complicatissimo portare a casa una vittoria, l’unico risultato disponibile per salvarsi, contro l’Atletico che ha il destino della Liga nelle proprie mani, che può avere la sicurezza di conquistarsi solo vincendo a Valladolid.

Vittoria al cardiopalma per l’Atletico che ha rischiato seriamente di perdere sia la partita, sia il posto in vetta, a due sole giornate dalla fine. Tra l’82° e l’88° sono arrivati il gol pareggio e il gol vittoria che hanno consentito ai Colchoneros di mantenersi saldi in vetta, in attesa di questa partita… che va vinta, perché in caso di pareggio e di vittoria Blancos, saranno i ragazzi di Zidane ad alzare il trofeo al cielo.

Granada – Getafe

Granada 10° e che ha ancora la possibilità di rosicchiare una posizione, ma anche di perderne due in caso di particolari incroci di risultati. La squadra di Diego Martínez Penas si sta lasciando dietro molti punti nel girone di ritorno, e nelle ultime giornate sembra non arrivare la svolta: zero punti in quattro giornate, risultati che possono essere riscattati solo da un’ultima vittoria, fattibile, col Getafe.

La partita sarà comunque equilibrata, perché il Getafe è finalmente salvo e può giocare questa ultima di campionato a mente libera, dopo aver portato a casa la vittoria col Levante, ottenuta dopo tre brutte sconfitte consecutive.

Siviglia – Alaves

Forse la prima vera brutta prestazione del Siviglia si è vista domenica scorsa in casa del Villarreal, in cui i ragazzi di Lopetegui hanno subito addirittura 4 reti dai Sottomarini Gialli di Emery. La stagione del Siviglia in campionato resta comunque da incorniciare, con la possibilità di chiudere al 3° posto addirittura sopra al Barcellona che è sì ancora viva, ma molto fievole: non basterà una vittoria se non accompagnata da una sconfitta del Barça contro l’ultima in classifica già retrocessa. In ogni caso, secondo i bookmakers il Siviglia rimane, comunque, favorito di netto.

L’Alavés è ufficialmente salvo, e addirittura adesso può puntare a raggiungere il 14° posto e chiudere la stagione in una posizione di classifica più che dignitosa per una squadra che per molte giornate è stata a un passo dal baratro. Servirà però una prestazione sontuosa col Siviglia, di cui può sfruttare un ipotizzabile allentamento di tensione vista la quasi totale irrilevanza della partita ai fini della classifica per gli andalusi.

Clicca qui per maggiori informazioni su tutte le scommesse calcio.*