Tutto in 90 minuti. Nella inusuale formula adottata nelle coppe europee post-confinamento non sono ammessi passi falsi e seconde chances: le otto squadre rimaste a giocarsi un posto in semifinale dovranno convogliare le proprie energie verso un’unica gara, consapevoli di non avere più a disposizione i canonici 180’ per guadagnarsi la qualificazione.

Gli scontri diretti – che si terranno tutti in campo neutro e tutti in Germania – cominceranno il 10 agosto e saranno così composti: Inter - Bayer Leverkusen, Manchester United - Copenhagen, Shakhtar Donetsk - Basilea e Wolverhampton - Siviglia, a discapito di Getafe, Rangers, Istanbul Basaksehir, Wolfsburg, Eintracht Francoforte, Olympiacos e Roma, uscite agli ottavi tra gare secche (Getafe e Roma) e abituali sfide andata e ritorno.

Clamorosa l’eliminazione dei neo campioni turchi dell’Istanbul Basaksehir contro il Copenhagen, che ha saputo ribaltare lo 0-1 dell’andata con un inaspettato 3-0 al Telia Parken nella capitale danese. Meno sorprendente è stato invece il verdetto del Manchester United, che dopo il 5-0 inflitto al LASK in Austria poteva permettersi di giocare con le seconde linee all’Old Trafford, rivolgendo tutta la concentrazione ai quarti. A figurare tra le qualificate c’è anche l’Inter – l’unica italiana rimasta in competizione –, decisamente rasserenata dopo il burrascoso finale di stagione per le dichiarazioni di Conte e corroborata dal 2-0 con cui ha contribuito ad allungare la striscia negativa del Getafe. Oltre i verdetti già ben indirizzati (Shakhtar, Basilea, Bayer Leverkusen), rimaneva in bilico Olympiacos - Wolverhampton (finita 1-1 all’andata), che ha visto prevalere i Wolves, ancora scottati dalla mancata qualificazione europea per mano dell’Arsenal, vincitore in finale di FA Cup. Nell’altra gara secca oltre Inter - Getafe, si è imposto invece il Siviglia con un convincente 2-0 su una Roma apparsa decisamente fuori condizione.

Europa League: Inter – Bayer Leverkusen

Messe (momentaneamente) da parte le incomprensioni e gli screzi con la dirigenza, ora Conte vuole convogliare sforzi ed energie verso le eventuali tre partite che separerebbero l’Inter dal primo titolo in oltre nove anni. Tuttavia, i nerazzurri non hanno mai superato i quarti di finale nella moderna Europa League uscendo contro il Tottenham nel 2012/13, contro il Wolfsburg nel 2014/15 e contro l’Eintracht Francoforte nella passata stagione.

Contro l’Inter ha giocato solamente due volte, nei gironi di Champions League 2002/2003, perdendo entrambe le sfide (3-2 e 2-0). Ai quarti ci arriva dopo aver battuto i sorprendenti Rangers di Steven Gerrard, in una doppia sfida che l’ha visto prevalere in entrambe le gare. Gli uomini di Peter Bosz si affideranno all’ormai quasi partente Havertz, particolarmente in forma dopo la ripresa dei campionati (sette gol e due assist nelle ultime nove gare). Dal 2009/2010, nelle quattro precedenti partecipazioni all’Europa League, il Bayer Leverkusen non è mai andato oltre gli ottavi di finale.

Europa League: Manchester United – FC Copenhagen

I Red Devils arrivano a questa sfida con il Copenhagen dopo aver passeggiato sul LASK Linz (7-1 in totale) e dopo aver guadagnato il pass per la prossima Champions League avendo chiuso la Premier al terzo posto. Con i danesi il bilancio è perfettamente in equilibrio, con una vittoria e una sconfitta entrambe registrate durante la fase a gironi della Champions League 2006/2007. L’unica volta che lo United ha superato gli ottavi nella moderna Europa League, ha poi vinto in finale (2016/2017).

Il secondo posto in Superligaen ha deluso profondamente gli uomini di Solbakken, che è stato poi bravo a toccare le corde giuste prima del match contro il Basaksehir nel quale il Copenhagen è riuscito a ribaltare lo 0-1 dell’andata con un netto 3-0. Passare contro una delle maggiori pretendenti al titolo non sarà semplice, ma gli stimoli per fare bene non mancano. Mancherà invece la stella Dame N’Doye, svincolato dopo aver annunciato l’addio ai danesi (che hanno già strappato Wilczek ai rivali del Brondby).

Europa League: Shakhtar Donetsk – Basilea

Lo Shakhtar che ha schiantato il Wolfsburg (2-1 e 3-0) vorrà provare a eguagliare il percorso di dieci anni fa, in cui riuscì a vincere la finale contro il Werder Brema nell’ultima edizione della Coppa Uefa. Contro il Basilea, nei tre precedenti incontri nella storia dei club, non ha mai perso, collezionando due vittorie (5-0 e 2-1 ai gironi di Champions League 2008/2009) e un pareggio (2-2), risalente alla Coppa Intertoto 1996/1997.

Nel doppio scontro contro l’Eintracht Francoforte, il Basilea di Marcel Koller è apparso solido e organizzato, riuscendo a imporsi 4-0 nel totale dei 180’. In caso di passaggio contro lo Shakhtar eguaglierebbe il miglior piazzamento della storia del club in Europa League/Coppa Uefa (semifinale, raggiunta e poi persa contro il Chelsea nella stagione 2012/2013). Attenzione all’intramontabile Fabian Frei, già autore di 5 gol in questa edizione e forte candidato per il titolo di capocannoniere.

Europa League: Wolverhampton – Siviglia

Nella delicata sfida con l’Olympiacos, i Wolves sono riusciti a qualificarsi grazie al provvidenziale gol di Jimenez su calcio di rigore. Non ancora metabolizzata l’esclusione dall’Europa per il prossimo anno, la squadra di Nuno Espirito Santo ora ha una sola possibilità per accedervi: vincere l’Europa League. Il piazzamento migliore risale alla stagione 1971/1972, quando si qualificò in finale ma perse nell’ultimo atto contro il Tottenham.

L’ottima prova contro la Roma ha dimostrato quanto il Siviglia tenga a questa competizione, della quale è il club con il maggior numero di vittorie (5). Nelle ultime 10 edizioni è arrivato in finale tre volte, vincendo altrettanti titoli (2013/2014, 2014/2015, 2015/2016). Occhi puntati su Munir, già 5 gol in Europa League quest’anno e pronto a contendersi lo scettro di capocannoniere con Bruno Fernandes (6), Diogo Jota (6), Fabian Frei (5) e Mason Greenwood (5).

Clicca qui per maggiori informazioni su tutte le scommesse sul calcio.*

*Si prega di essere consapevoli del fatto che questo link vi rimanderà al sito scommesse