Come molto spesso giornali e tv tendono a precisare, il calcio inglese non è nato nel 1992. Anzi, se vogliamo, sotto certi aspetti, da quando si è deciso di dar vita alla Premier League, le differenze tra i club di prima divisione e quelli appartamenti alle leghe minori, è aumentato. Il gap, infatti, non è solo tecnico e dipendente dalla qualità dei giocatori, bensì economico, in quanto gli introiti delle squadre che partecipano alla Premier League sono di gran lunga maggiori rispetto a quelli di Championship, League One e League Two. 

Molto spesso ci capita di sentir pronunciare o leggere le parole “è stato realizzato il gol più bello della storia della Premier League”, oppure “è il giocatore più talentuoso mai visto su un campo di Premier League”, o ancora “con questo trofeo è diventato l’allenatore più vincente della storia della Premier League”. Peccato però, che prima dell’avvento della Premier League nel 1992 il calcio, soprattutto quello inglese, avesse già scritto pagine indelebili della storia di questo sport. Dalla prima squadra ufficiale (lo Sheffield FC) alla prima competizione ufficiale (la FA Cup), passando per le imprese di Brian Clough con il Nottingham Forest, il Dirty Leeds di Don Revie, il Liverpool di Shankly e Paisley, i Busby Babies, George Best, Duncan Edwards e chi più ne ha più ne metta.

Insomma, se volete conoscere la vera storia dell’Inghilterra e del suo calcio, sarete obbligati ad andare molto più a fondo e non fermarvi all’estate del 1992. Ammesso e non concesso che tutti noi, una volta nella vita, abbiamo sentito parlare di avvenimenti calcistici antecedenti alla data appena citata, più passa il tempo e più si tende a far riferimento a dati e statistiche relativi alla Premier League, non solo perché la First Division non esiste più, ma soprattutto perché si tende a concentrarsi su dati certi e verificabili. Come ben sapete, molti “records” sono andati persi con il corso del tempo, soprattutto per l’impossibilità da parte degli addetti ai lavori dell’epoca di poter immagazzinare determinate statistiche in maniera sistematica e organizzarle in appositi database.

Per questo motivo, facendo fede ai dati ufficiali pubblicati dalla Premier League, abbiamo stilato la classifica dei 10 giocatori che nel corso degli ultimi 27 anni hanno accumulato il maggior numero di presenze. Nel caso non conosciate nessuno dei seguenti nomi, il nostro consiglio è quello di ripassare a fondo la storia del calcio. E non solo quello inglese.

 

1) Gareth Barry (Aston Villa, Man City, Everton, WBA) - 653

2) Ryan Giggs (Manchester United) - 632

3) Frank Lampard (West Ham, Chelsea, Man City) - 609

4) David James (Liverpool, Aston Villa, West Ham, Man City, Portsmouth) - 572

5) Gary Speed (Leeds, Everton, Newcastle, Bolton) - 535

6) Emile Heskey (Leicester, Liverpool, Birmingham, Wigan, Aston Villa) - 516

7) James Milner (Leeds, Aston Villa, Newcastle, Man City, Liverpool) - 516

8) Mark Schwarzer (Leicester, Chelsea, Fulham, Middlesbrough)- 514

9) Jamie Carragher (Liverpool) - 508

10) Phil Neville (Man United, Everton) - 505

 

Clicca qui per maggiori informazioni su tutte le scommesse calcio* sulla Premier League.

*Si prega di essere consapevoli del fatto che questo link vi rimanderà al sito scommesse