Dopo tre giornate ricche di gol e gare giocate con grande intensità, la Premier League entra nel vivo cominciando a mettere in chiaro timori e ambizioni delle venti protagoniste. La quarta giornata si apre con il Chelsea che ospita il Crystal Palace, anticipando il match delle 16.00 tra la capolista Everton e il Brighton. Alle 18.30 big match nello Yorkshire, con la gustosissima sfida tra Bielsa e Guardiola in Leeds-Manchester City. A chiudere il sabato di Premier ci sono Newcastle e Burnley a St. James’ Park.

Domenica tocca al Leicester City di Brendan Rodgers che affronterà il West Ham in contemporanea alla sfida tra Southampton e West Bromwich (13.00). Alle 15.00 l’Arsenal trova lo Sheffield United all’Emirates mentre il Wolverhampton ospita il Fulham, ancora ultimo a 0 punti dopo tre giornate. Alle 17.30 ecco il match più atteso: a Old Trafford Manchester United e Tottenham si ritrovano contro in una sfida che nel corso della stagione potrà corrispondere a una lotta per un piazzamento in Europa. La quarta giornata si chiude al Villa Park, teatro di Aston Villa-Liverpool (21.00).

Andiamo ad analizzare tutti i match con i pronostici sulle scommesse Premier League* della prossima giornata!

Chelsea – Crystal Palace

I Blues vogliono lasciarsi alle spalle lo 0-2 contro il Liverpool, il pareggio con il WBA e l’eliminazione dalla Carabao Cup per mano del Tottenham. Il Chelsea ha vinto ognuno degli ultimi 5 incontri con il Palace e il match in questione non finisce in pareggio da 18 partite consecutive. I Blues non perdono le prime due in casa dalla stagione 1978-1979. Se il Crystal Palace dovesse vincere, sarebbe solo la terza volta in Premier League che riesce a ottenere i tre punti in ognuna delle prime due gare in trasferta del campionato. Roy Hodgson ha perso gli ultimi sei match giocati a Stamford Bridge dalle sue squadre. La sua ultima vittoria risale al 1998 con il Blackburn.

Everton – Brighton

L’avvio sorprendente dell’Everton – al momento capolista a punteggio pieno – spaventa il Brighton, preoccupato dal rendimento dei Toffees. Negli ultimi tre incontri a Goodison Park contro i Seagulls l’Everton ha sempre vinto, segnando sei gol e subendone solo uno. In caso di vittoria, la squadra di Ancelotti eguaglierebbe il record della stagione 1969/1970, quando poi vinse il titolo. Le due sconfitte consecutive contro il Manchester United (Premier League e Carabao Cup) bruciano e la voglia di riscatto si fa sentire. Contro l’Everton non sarà semplice, considerando soprattutto che il Brighton non ha mai vinto in trasferta contro i Toffees in qualsiasi competizione.

Leeds – Manchester City

I 6 punti guadagnati finora in Premier certificano il talento di Bielsa e le potenzialità di questa squadra, che contro il City cerca una vittoria che manca dal marzo 2004 (2-1). I Whites non vincono tre partite consecutive in Premier League dal 2003. Occhio a Patrick Bamford, che ha già segnato tre gol nelle prime tre partite (uno in ognuna di esse: meglio di lui, nel Leeds, solo Mark Viduka). Guardiola spera che la brutta sconfitta contro il Leicester (2-5) non abbia gravi implicazioni sul morale, dato che il City incontrerà un Leeds sulle ali dell’entusiasmo dopo le ultime due vittorie. A tranquillizzare i Citizens ci pensa un dato: hanno perso solo uno degli ultimi 31 incontri contro squadre neopromosse.

Newcastle United – Burnley

L’avvio altalenante non ha dato indicazioni precise sulle ambizioni del Newcastle, che con il Burnley vuole mostrare un cambio di passo rispetto alle ultime due gare. I Magpies sono imbattuti nelle loro ultime 7 gare in casa contro il Burnley, il quale non vince a St. James’ Park in campionato dal 1976. Il Burnley delle prime gare ha deluso e con il Newcastle cerca il riscatto, forti del fatto che non perde le prime tre gare in Premier League/First Division dal 1927/1928. Il 50% dei match giocati in Premier League tra le due è finito in pareggio: entrambe contano due vittorie a testa delle 8 gare disputate finora.

Leicester City – West Ham United

I 5 gol contro il Manchester City hanno dato morale e certificato un primo posto (9 punti su 9) che il Leicester non ha intenzione di lasciare tanto facilmente. Le Foxes hanno vinto entrambi gli incontri della scorsa stagione contro il West Ham e ora puntano a conquistare i tre punti per la quarta giornata consecutiva (delle prime quattro), come mai nella storia del club, L’ultima vittoria degli Hammers contro il Leicester risale al maggio 2018, che è anche l’unica negli ultimi 11 incontri tra le due. Attenzione al rendimento del West Ham in trasferta: con David Moyes ha vinto solo 4 gare delle ultime 23 lontane dal London Stadium e nelle precedenti 11 ha guadagnato i tre punti solo una volta.

Southampton – West Bromwich

L’1-0 contro il Burnley ha rasserenato gli animi, ma l’apprensione per un avvio un po’ deludente rimane. Contro il WBA sarà fondamentale trovare tre punti preziosi in chiave salvezza, proseguendo la striscia di tre vittorie consecutive con i Baggies, con i quali ha la miglior percentuale di clean sheets (56%) rispetto a quella con le attuali altre squadre di Premier. Passare da 3-0 a 3-3 fa sempre male, ma il WBA si tiene ugualmente stretto il punto fondamentale guadagnato settimana scorsa contro il Chelsea. Con i Saints i Baggies cercano la prima vittoria in campionato, ma dovranno assolutamente migliorare la gestione dei secondi tempi, nei quali hanno subito tre gol nelle prime tre giornate.

Arsenal – Sheffield United

La sconfitta contro il Liverpool non ha influito eccessivamente sul morale dell’Arsenal, consapevole dei propri mezzi e di poter ritrovare subito i tre punti a partire dalla gara contro lo Sheffield. L’ultima volta che i Gunners hanno battuto le Blades risale al settembre 2006 (3-0): dopodiché sono arrivati un pareggio e due sconfitte. Lo Sheffield ha bisogno di riprendersi prima che le cose comincino a complicarsi. Rialzare la testa contro l’Arsenal non sarà una passeggiata, ma se non altro potrà contare sul suo ottimo rendimento quando gioca a Londra: non perde da nove gare consecutive nella capitale inglese, con 4 vittorie e 5 pareggi.

Wolverhampton - Fulham

Il Fulham potrebbe essere l’avversario giusto per ritrovare punti, morale e condizione. I Wolves hanno perso le ultime tre gare – compreso lo 0-1 contro lo Stoke in Carabao Cup – e non vedono l’ora di invertire la tendenza. La squadra di Nuno Espirito Santo ha perso solo uno degli ultimi 10 incontri contro i Cottagers. Tre partite, tre sconfitte, zero punti. Il Fulham ha un disperato bisogno di ritrovare sé stesso con una vittoria che alleggerirebbe decisamente l’ambiente – incupito ancor di più dopo lo 0-3 incassato dal Brentford in Carabao Cup. Ma sembra tutto fuorché semplice, considerando anche che il Fulham non vince al Molineux dal 1985.

Manchester United – Tottenham

A Old Trafford va in scena una sfida che tradizionalmente vuol dire spettacolo. Negli ultimi 14 incontri nel ‘Teatro dei Sogni’ non c’è mai stato spazio per il pareggio (3 vittorie per gli Spurs, 11 per lo United). I Red Devils non perdono le prime due gare in casa dalla stagione 1986/1987, sconfitti da due squadre londinesi. Situazione curiosa, perché quest’anno lo United ha perso alla prima con il Palace… Solita altalena di emozioni per il Tottenham che nel giro di pochi giorni ha vinto e convinto contro i Saints, pareggiato in maniera immeritata contro il Newcastle, vinto 7-2 in Europa League e perso per infortunio Son. Gli Spurs dovranno stare particolarmente attenti in difesa: hanno ottenuto due soli clean sheets nelle ultime ventisette gare di Premier giocate in trasferta.

Aston Villa – Liverpool

L’avvio è stato promettente e l’intenzione di raggiungere la salvezza con minore apprensione rispetto all’anno scorso è una priorità. Fare punti contro il Liverpool non sarà del tutto semplice, considerando anche che negli ultimi 5 incontri ha sempre perso, segnando appena 3 gol e subendone 15. Il Liverpool arriva a questa sfida a punteggio pieno e forte del suo rendimento al Villa Park: negli ultimi 19 incontri giocati a Birmingham ha perso solo una volta, con uno 0-1 risalente al maggio 2011. I Reds hanno vinto le prime quattro gare di Premier nelle ultime due stagioni: se dovessero vincere anche con l’Aston Villa sarebbero i primi a riuscirci per tre campionati consecutivi.

Clicca qui per maggiori informazioni su tutte le scommesse calcio* sulla Premier League.

*Si prega di essere consapevoli del fatto che questo link vi rimanderà al sito scommesse