Ogni italiano, almeno una volta nella vita, ha giocato a carte: chi di noi non dispone di un mazzo che rispolvera nelle più classiche occasioni come ad esempio le feste natalizie?

Che sia in cucina o in salotto, quel mazzo lì attende paziente, per molto tempo, per poi essere tirato fuori al momento giusto!

Ogni famiglia ha poi i suoi giochi preferiti: c’è chi ama le carte siciliane o napoletane, altri invece preferiscono le carte da poker. Ci sono una marea di giochi con cui ci si diletta, ma alcuni di essi hanno fatto breccia nel cuore di un maggior numero di appassionati.

Quali sono questi giochi? Scopriamolo insieme nella prossima sezione.

I giochi e le carte utilizzate: storia e curiosità

I giochi di carte italiani sono da sempre una scelta popolare per lo svago e il divertimento di piccoli e grandi gruppi; questi giochi tradizionali hanno una ricca storia che può essere fatta risalire alla fine del XIV secolo, quando le prime carte furono portate dai Mamelucchi, in Egitto, e localizzate in Italia.

A causa della diversità regionale del nostro Belpaese, diverse influenze hanno contribuito alla formazione dei giochi di carte tradizionali italiani.

Il mazzo convenzionale aveva semi latini e tre facce: il Fante, il Cavaliere e il Re. Tuttavia, erano comunemente utilizzati anche i semi spagnoli, tedeschi e francesi.

Mentre molti dei giochi odierni sfruttano il mazzo di carte standard da 52 carte, i giochi di carte tradizionali italiani fanno spesso ricorso a un mazzo più piccolo, da 40 carte. Ciò riflette le pratiche secolari su cui questi giochi si fondano.

Esistono diverse varianti regionali del mazzo di carte italiano, tra cui i mazzi bolognese, piacentino, bresciano, napoletano, siciliano e altri ancora. Ognuno di questi mazzi di carte porta il suo sapore unico a questi giochi classici.

Come possiamo vedere quindi, la storia delle carte da gioco italiane e dei giochi in sé è davvero ricca e scolpita nel tempo.

Andiamo adesso a vedere nello specifico qual è il gioco di carte più giocato in Italia.

Qual è il gioco di carte più giocato in Italia? Ecco la nostra Top 3!

Qui di seguito riportiamo una nostra personale top 3 dei giochi più appassionanti della penisola:

1. Scopa

Quello della “Scopa” è senza ombra di dubbio il gioco più appassionante e coinvolgente mai pensato per la carte da gioco utilizzate in Italia.

Tipicamente giocato con un mazzo da 40 carte, può essere adattato a un mazzo standard da 52 carte tirandone fuori alcune: qui i giocatori devono “ripulire” il tavolo facendo coincidere le carte in mano con quelle sul tavolo o giocando una carta che sia la somma di esse. 

Altri punti possono essere guadagnati facendo "Scopa", prendendo il "Sette Bello", o magari prendendo l’ultima carta rimasta.

Un gioco dinamico, vivace e sempre aperto, dove si deve essere in minimo in 2 e al massimo in 6.

Esiste poi la variante per esperti, ossia lo Scopone Scientifico, un gioco avvincente che si discosta leggermente dalla versione tradizionale da cui prende spunto.

2. Briscola

La Briscola è sicuramente uno dei giochi di carte italiani più diffusi in assoluto: anche qui si gioca da 2 a 6 persone, e si può anche giocare a squadre!

Ciascun giocatore comincia con tre carte in mano, con una carta che viene messa a faccia in su, determinando così il seme che avrà la briscola in quella data partita.

Il primo turno spetta al giocatore alla destra del banco, con ogni partecipante che lancerà una delle sue tre carte per iniziare il gioco.

Il giocatore che scopre la carta più alta del seme principale dichiara il turno. Se non vengono mostrate carte del seme della briscola, allora vincerà che avrà la carta dal valore più alto.

Chi avrà collezionato un maggior quantitativo di punti allora avrà vinto la mano.

3. Sette e Mezzo

Sette e Mezzo è un altro popolarissimo gioco di carte italiano che si presta alla perfezione ai giochi da casinò online.

Si utilizza le solite carte di cui sopra, e si deve arrivare il più vicino possibile ad ottenere 7,5 punti.

Ciascuna figura vale mezzo punto (ad eccezione del re di denari che vale quanto il giocatore vorrà che valga!), mentre le altre carte rappresentano il loro effettivo numero.

Le carte vengono distribuite una alla volta e i giocatori possono chiederne altre o scegliere di fermarsi dicendo “sto”.

Si gioca a carte scoperte e vince chi si avvicina di più al punteggio di 7,5: se si ottiene lo stesso punteggio del banco, sarà quest’ultimo a vincere e ricorda, lui gioca a carte coperte!

Conclusioni

L'onore di essere il gioco di carte più giocato in Italia va senza dubbio alla Scopa. È un gioco che va oltre ogni gusto o generazione, che riunisce i membri della famiglia e gli amici per innumerevoli ore di divertimento e tanta sana competizione!

In ogni caso, possiamo dire che i giochi di carte italiani hanno tutti una ricca storia e sono ancora popolari al giorno d’oggi, rappresentando un ottimo modo per socializzare e passare il tempo con amici e familiari.

Che preferiate i giochi di squadra o individuali, c'è sempre un bel gioco di carte in Italia che farà al caso vostro.

Che l'ultima carta giocata sia la vostra!

*Si prega di essere consapevoli del fatto che questo link vi rimanderà al  casinò online.