Wimbledon: è tutto pronto!

Manca pochissimo e poi, finalmente, inizierà il torneo più bello e più antico del mondo.

Lunedì, infatti, sui prati verdi londinesi inizierà la caccia al terzo slam stagionale.

Il favorito della vigilia è Djokovic, campione in carica. Il serbo, nonostante non abbia fatto nessun torneo su erba nel 2019, si presenta a Wimbledon con la convinzione di essere il più forte tra i presenti. Ad aiutarlo nella strada verso la vittoria finale c’è un tabellone molto agevole. Superato lo scoglio Kohlschreiber (abile sull’erba ma autore di una stagione deludente) Djokovic potrebbe faticare solo ai quarti di finale contro Tsitsipas. Per il campione dell’edizione 2018 ci sono tutti gli ingredienti per tentare il bis.

Il principale candidato a mettere i bastoni tra le ruote a Djokovic è Federer. Il campione svizzero, nonostante i quasi 38 anni, ha appena vinto il suo 10^ titolo ad Halle e si presenta a Wimbledon in gran forma.

Anche il 20 volte campione slam ha potuto usufruire di un’urna benevola che gli consentirà di affrontare avversari nettamente inferiori. Per Federer, ovviamente, sarà fondamentale spendere meno energie possibili così da arrivare carico per i match più importanti.

A completare il quadro dei big3 c’è Nadal anche se, come è noto, l’erba per il mancino iberico non è territorio amico.

Il fresco vincitore del Roland Garros si presenta sui prati verdi senza particolare fiducia e appare quasi più interessato a salvaguardare le proprie rotule che ad ottenere la vittoria finale.

Per lo spagnolo, a differenza di Federer e Djokovic, c’è un’incognita non di poco conto come un tabellone assai ostico.

Se il primo turno contro Sugita rappresenta poco più di un allenamento, il secondo turno con Kyrgios rappresenta un ostacolo molto duro visto che l’australiano ha già battuto Nadal qui a Wimbledon.

L’ultimo quarto del tabellone è rappresentato da Anderson, finalista qui nel 2018. L’australiano, vero specialista della superficie, si presenta in condizioni fisiche non ottimali essendo appena rientrato da un infortunio al gomito. Per lui già il primo turno con Herbert potrebbe essere insormontabile, a tal punto che appare anacronistico pensare di vedere Anderson arrivare a replicare il risultato dello scorso anno.

Tra le mine vaganti del torneo vanno tenuti d’occhio i due giovanissimi Auger Aliassime e Tsitsipas. Il canadese ha giocato molto bene in queste due settimane di preparazione e, con un tabellone agevole, potrebbe regalarsi un ottavo di finale molto interessante contro Djokovic.

Il greco, ormai, è una sicurezza e l’essere testa di serie numero 6 lo dimostra. Il suo gioco, adatto all’erba, e un tabellone non impegnativo lo proiettano già verso un quarto di finale scintillante contro Djokovic.

Un’altra coppia di giocatori da tenere d’occhio è quella composta da Berrettini e Tsonga.

L’azzurro si presenta con una vittoria (Stoccarda) e una semifinale (Halle) e tutte le migliori intenzioni per giocare un Wimbledon da protagonista. Il tabellone, però, non è stato benevolo con Berrettini che già al secondo turno potrebbe affrontare Berdych.

Il francese, invece, nonostante una stagione complicata ha rischiato di eliminare Federer ad Halle arrendendosi solo nel terzo set per 7-5. Il suo gioco potente gli permette di essere una vera mina vagante e un potenziale secondo turno contro Shapovalov si prospetta davvero avvincente.

Capitolo italiani: detto di Berrettini, Fognini, che si presenta come numero 10 del mondo, esordirà in un match ostico contro Tiafoe ma - di lì in avanti - potrebbe avere un tabellone assolutamente alla sua portata.

Seppi, molto abile sull’erba, esordirà contro il bombardiere Jarry, mentre Caruso avrà la possibilità di affrontare Simon dopo averlo già battuto al Roland Garros.

Impossibili, almeno sulla carta, gli esordi di Fabbiano (Tsitsipas), Lorenzi (Medvedev) e Arnaboldi (Karlovic). Sonego, finalista oggi in un 250 ad Antalya, esordirà con Granollers prima di un potenziale secondo turno contro Monfils davvero interessante.

La 133^ edizione di Wimbledon è ormai alle porte: Djokovic per il bis, Federer per la leggenda, Nadal per zittire i critici ma anche tanti altri. Lo spettacolo sta per iniziare, mettetevi comodi!



Clicca qui per maggiori informazioni su tutte le scommesse tennis.*

*Si prega di essere consapevoli del fatto che questo link vi rimanderà al sito scommesse