Serata al cospetto di sua maestà con ospiti d’onore come Robin Van Persie, grande amico di MVG. Pubblico non esageratamente caldo, ma d’altronde si sa che nella capitale il livello di barbarie è minore rispetto al resto di Inghilterra. Solito palcoscenico di livello che ispira gli arcieri a dare il meglio. 


Michael Van Gerwen 10-7 Daryl Gurney.

Completo equilibrio nei primi 10 leg che precedono la pausa. 

MVG parte fortissimo giocando a 117 di media, rallentato invece l’inizio del nord irlandese che sta sotto il 90, complici anche le frecce che spesso gli cadono dal bull. 

Entrambi i giocatori sono molto convinti e non perdono il servizio, qualche imprecisione per MVG in doppia ma anche Gurney non riesce a graffiare e a strappare un leg al campione del mondo. 

Scoppiettante inizio con 3 massimi a testa. 

Il rientro dalla pausa è una doccia ghiacciata per Gurney che inizialmente ruba il servizio a Van Gerwen ma poi in preda a non si sa quale ansia molla il colpo e capitola sotto le triple dell’olandese. 

Perde 4 leg consecutivi portandosi così sul 9-6 e abbandonando mentalmente la sfida. 

MVG chiude la pratica dopo aver perso un leg e raggiunge la sua settima finale di questa splendida competizione. 

Qualche numero della sfida: Van Gerwen ha giocato a 96.84 di media, contro i 94 di Gurney, non troppo bene in doppia entrambi 40% per l’olandese mentre 33% per il nord irlandese; da sottolineare, nonostante il grande ritmo, l’assenza di chiusure sopra il 100. 


Rob Cross 10-5 James Wade. 

Derby inglese che non inizia nel migliore dei modi. 

Entrambi i giocatori sottotono in doppia nonostante i 100 punti di media. 

Cross subisce subito un break nel terzo leg e non riesce a reagire a The Machine che cambia così la direzione della partita. 

The Voltage si riprende quando torna con  il servizio in mano portandosi sul 2-3 e poi, con uno splendido leg in 13 frecce, pareggiando i conti. 

Prende poi il ritmo il numero 2 del mondo che tiene le frecce e riesce anche a rubare nuovamente il servizio con un 112 out. 

Wade però non molla il colpo e prima della pausa “breakka” nuovamente Cross dopo un leg con un’infinità di errori in doppia. 

Sfiora il “Big Fish” (170 out) The Voltage nel decimo leg, Wade sbaglia nuovamente in doppia e allora l’ex elettricista non perdona e va alla pausa sul 6-4. 

Il rientro dalla sosta è un pugno in faccia a Wade con un 103 out di Cross, e un 15 frecce che lo portano sul punteggio di 8-4. 

Voltage tiene poi il servizio ma perde due match Darts e dà la possibilità a The Machine di dimostrare il proprio talento con una chiusura con D19 e D20. 

L’ombrellino nel long drink lo mette però Cross che chiude un 128( T20, T20, D4), pettinando definitivamente con un 10-5 James Wade, e raggiungendo la sua prima finale di Premier League


Finale 
media

Rob Cross - Michael Van Gerwen 

La reincarnazione di Terminator si chiama Michael Van Gerwen. 

Dominio totale dell’olandese nei primi 7 leg della finale, due soli leg concessi a Cross ma soprattutto una serie di break molto pesanti ai danni del campione inglese. 

L’alieno gioca oltre il 100 di media con un buon 5/13 in doppia; chiude al 90, al 112, un leg in 13 e un leg in 15, lascia un leg per strada quando avrebbe potuto fare il quarto break e resuscita The Voltage. 

Il numero due del mondo si fa sentire in pedana esultando quando raggiunge il 5-3 dopo che MVG aveva avuto l’opportunità per tenere il servizio. 

Ribaltone di Cross che mostra gli occhi della tigre e ricorda a tutti di essere il degno erede di Phil Taylor, chiude in 14 per il 5-4 ma poi sbaglia incredibilmente tre frecce in doppia regalando all’olandese il 6-4 prima della pausa. 

Ripresa catastrofica per Cross che perde subito il servizio e poi subisce un 11 frecce con MVG che si porta sull’8-4. 

Reazione di orgoglio per l’inglese che nonostante una serie di errori in doppia riesce a strappare il leg all’alieno. 

Mostruoso Michael Van Gerwen che in modo spaventoso con tre leg consecutivi, una chiusura al 72 e una al 130, decisiva, riesce a vincere la sua quinta Premier League che lo iscrive definitivamente nell’Olimpo delle Darts. 

Apprezza Van Persie che è ormai di casa alla O2 Arena.

103.36 di media per MVG, 100 per Cross che onora comunque la finale giocando a un ottimo livello. 

Van Gerwen si porta a casa 250mila sterline e l’ennesimo trofeo della sua immensa carriera. 


Clicca qui per maggiori informazioni su tutte le scommesse online* sulla Premier League of Darts.

*Si prega di essere consapevoli del fatto che questo link vi rimanderà al sito scommesse