Si torna finalmente in pista dopo due settimane a motori spenti e tornano anche le scommesse sulla Formula 1*. La F1 arriva ad Imola per il secondo round della stagione 2021 dopo una gara spettacolare in Bahrain. Rispetto alle ultime due stagioni in cui c'è stata una Mercedes imbattibile, il team tedesco appare vulnerabile e la Red Bull sembra essere in grado di poter lottare per tornare sul tetto del mondo. Il GP dell'Emilia Romagna potrà quindi aiutarci e rendere il quadro delle prestazioni più chiaro. Imola è tornata in calendario nel 2020 e punta a diventare una tappa fissa del calendario. Si andrebbe quindi ad avere due appuntamenti fissi in Italia, come accaduto dal 1981 al 2006.

Pronostici Formula 1: i piloti favoriti del GP dell'Emilia Romagna

La prima gara in Bahrain ha confermato le prestazioni viste nei test, sebbene la pista di Imola presenti caratteristiche diverse e sia più completa rispetto al tracciato di Sakhir. Non è da escludere quindi che ci possano essere dei cambiamenti sia nella lotta per la vittoria che nel gruppo dietro a Mercedes e Red Bull.

Red Bull sembra essere più in forma rispetto a Mercedes a livello di performance, ma il distacco è minimo. Ci sono tutti gli elementi per assistere ad un'altra straordinaria lotta tra Verstappen ed Hamilton, con Perez e Bottas che chissà potranno dire la loro. Bisognerà giocare di strategia con prestazioni così ravvicinate, finora la Mercedes ha avuto la meglio gestendo alla grande la gara di Hamilton in Bahrain.

Anche nel pacchetto di centro gruppo si preannuncia una lotta intensa fino alla bandiera a scacchi, con sei team tutti vicini tra loro. McLaren, Ferrari ed AlphaTauri sembrano avere qualcosa in più rispetto alle deludenti Alpine ed Aston Martin e alla sorpresa Alfa Romeo, forte di un propulsore ben più potente rispetto al 2020. Ferrari ha dimostrato un ottimo passo sul giro secco. Tuttavia, in gara la McLaren ha girato su tempi più veloci con maggiore costanza. Punto di domanda AlphaTauri, un fulmine in qualifica ma di cui ancora non conosciamo il reale valore in gara. Aston Martin ed Alpine sembrano sullo stesso piano con l'Alfa Romeo staccata di poco, ma una pista come già detto diversa dal Bahrain potrà ribaltare la situazione.

Il quadro è invece piuttosto chiaro per le ultime due file dello schieramento: la Williams precede una Haas in netta difficoltà totalmente concentrata sul 2022. Mick Schumacher ha avuto un debutto piuttosto pulito, mentre non si può dire altrettanto del suo compagno Mazepin, con qualche difficoltà in più.

Storia dell'Autodromo di Imola

Il Gran Premio dell'Emilia Romagna apre la stagione europea, al contrario dell'anno scorso quando fu l'ultima tappa del mondiale di F1 in Europa. Imola è una pista storica, old school: la presenza di erba e ghiaia può risultare fatale in caso di errore. 

Il circuito fu costruito dopo la conclusione della Seconda Guerra Mondiale, con il supporto delle case automobilistiche italiane. Nel 1950 cominciò la progettazione della pista che terminò due anni dopo, immediatamente inaugurarla con un test di una Ferrari. La prima gara si tenne nel 1953, ma fu una corsa motociclistica. Il debutto delle quattro ruote avvenne un anno più tardi. La Formula 1 approdò ad Imola quasi dieci anni dopo: nel 1963 ci fu la prima corsa ad Imola, seppur non valida ai fini del campionato. Un'altra gara non valida per il mondiale nel 1979 precede l'ingresso nel calendario nel 1980 al posto di Monza per ospitare il Gran Premio d'Italia, entrando ufficialmente nel mondiale di F1.

Dal 1981 fino al 2006 Imola fu lo scenario della seconda gara in Italia visto il ritorno di Monza, ufficialmente nota come Gran Premio di San Marino. Complice la pandemia di Covid-19, Imola è tornata in calendario nel 2020 e nel 2021 con il titolo di GP dell'Emilia Romagna.

Tra le edizioni più memorabili, ricordiamo il GP di San Marino 1982, teatro di una accesa lotta tra le due Ferrari di Villeneuve e Peroni. I due riceverono l'ordine dal muretto Ferrari di congelare le posizioni per portare a casa una schiacciante doppietta. Tuttavia il francese non lo rispettò e passò il canadese alla Tosa nell'ultimo giro, il quale si lamentò del comportamento del compagno dopo la bandiera a scacchi. Nel 1985 trionfò Elio De Angelis su Lotus per quella che fu la sua ultima vittoria in F1. Imola ha anche vissuto il weekend più tragico nella storia della F1, con la morte di Roland Ratzenberger ed Ayrton Senna nel 1994. Tra le gare più recenti invece, da segnalare l'entusiasmante GP del 2005 in cui furono protagonisti Alonso e Schumacher. 

Statistiche delle gare a Imola

Andiamo a vedere le statistiche del tracciato di Imola, combinando l'edizione del Gran Premio d'Italia 1980, le 26 edizioni del GP di San Marino e l'unica edizione del GP dell'Emilia Romagna. Il record della pista appartiene a Valtteri Bottas, che nel 2020 fece la Pole in 1:13.609 migliorando di sei secondi il record della pista del 2004 (Jenson Button, 1:19.753).

Il pilota più vincente sul tracciato di Imola è Michael Schumacher con ben 7 vittorie. Tre successi a testa per Prost e Senna, seguono a quota due Mansell, Damon Hill e Piquet (GP d'Italia 1980 e GP San Marino 1981), un solo successo per Alonso (GP San Marino) ed Hamilton (GP dell'Emilia Romagna) tra i piloti in attività. Per quanto riguarda le scuderie, Williams e Ferrari comandano insieme la classifica con 8 trionfi, segue la McLaren con 6.

Anche per quanto riguarda i podi il dato è sorprendente: davanti a tutti Michael Schumacher con 12 podi - 7 vittorie e 5 secondi posti su 14 edizioni disputate! - con il doppio dei podi di Prost a quota 6. Seguono Berger e Senna con 5, tra i piloti ancora attivi due podi per Alonso e un podio a testa per Hamilton, Bottas, Ricciardo e Raikkonen. Il costruttore con più podi è la Ferrari con 24 piazzamenti nei primi tre, 19 per McLaren e 13 per Williams.

Nella classifica delle Pole Position non c'è Schumacher davanti a tutti (secondo a quota 5), bensì Ayrton Senna con ben 8 partenze dalla prima casella. Seguono con 2 Pole Arnoux, Coulthard e Hakkinen, una per i due finlandesi Bottas e Raikkonen. Per le squadre, sono 9 le Pole della McLaren, 6 della Ferrari e 4 per la Williams.

Clicca qui per maggiori informazioni su tutte le scommesse online* sulla Formula 1.

*Si prega di essere consapevoli del fatto che questo link vi rimanderà al sito scommesse