Due settimane di pausa portano il Circus da Barcellona a Monaco, quinta prova del mondiale 2021. La Formula 1 si appresta a tornare tra le strette stradine del Principato, per il weekend più glamour ed uno tra i più iconici della stagione, assente nel 2020 a causa della pandemia. Curioso sarà osservare la rinnovata lotta Hamilton-Verstappen ed i valori in campo tra le curve di MonteCarlo. Ma andiamo a vedere insieme l'analisi e i pronostici sui piloti favoriti per la vittoria, con tutte le scommesse sulla Formula 1*.

Pronostici Formula 1: i piloti favoriti di Montecarlo

I primi quattro appuntamenti iridati hanno mostrato un Verstappen determinato a spodestare Hamilton in questo anno di transizione verso il 2022. Da parte sua, tuttavia, Sir Lewis non sembra voler mollare lo scettro del Circus: la conquista di tre vittorie su quattro GP lo porta in vetta alla graduatoria con 14 lunghezze di margine sul rivale della Red Bull.

In Costa Azzurra Verstappen è chiamato a rispondere all’allungo del britannico. L’olandese, mai a podio nel Principato, ha la monoposto per puntare al bottino pieno e ci proverà. L’imperativo in casa Red Bull è vincere per non concedere la fuga mondiale al #44 di Mercedes.

La scuderia di Brackley non resterà a guardare e si giocherà le proprie carte ad armi pari con i concorrenti austriaci. Sempre estremamente vicini in qualifica, i duellanti combatteranno per una pole probabilmente sul filo dei millesimi, in un tracciato in cui, essendo i sorpassi proibitivi, la qualifica assume un valore ancor più determinante.

MonteCarlo sarà inoltre importante per l’evolversi della classifica costruttori. Da tenere d’occhio sarà senza dubbio Valtteri Bottas, tanto criticato per le performance in gara, quanto veloce e vicino al compagno in qualifica. A concedere meno sicurezze è Sergio Perez, ancora agli albori della propria esperienza a Milton Keynes: il talentuoso messicano deve ancora raggiungere i livelli auspicati dal team, difficile pensare che in una pista dove serve la massima confidenza con il mezzo Checo possa insidiare la prima fila.

Scendendo di qualche piazzola troviamo, a contendersi il ruolo di terza forza, due team storici come Ferrari e McLaren. Distanti dai britannici di sole cinque lunghezze, i ragazzi di Maranello proveranno a chiudere il gap con la squadra d’Oltremanica. La Ferrari vista nei primi atti del mondiale è apparsa più competitiva di McLaren in curva ed in qualifica, giungerà nel Principato con l’obiettivo di uscirne da terza forza: riuscirà la fame del pilota di casa Leclerc e del già in palla Sainz a far volare il Cavallino tra i muretti di Monaco? Di certo Lando Norris e Daniel Ricciardo, a bordo di una monoposto dalla livrea vintage, non renderanno vita facile ai ferraristi, vorranno riprendersi dopo un GP di Spagna non al top.

GP di Spagna che, soprattutto in qualifica, ha migliorato la considerazione nei confronti di Alpine. La scuderia transalpina, apparsa in ombra nei primissimi weekend, ha recuperato fiducia e prestazioni anche grazie alle solide prestazioni di Esteban Ocon. Ora la squadra di derivazione Renault è quinta forza e vorrà confermarsi tale.

Nella seconda metà della graduatoria scorgiamo due delusioni di questo primo quartetto di gare: AlphaTauri e Aston Martin. Il team di Faenza può contare su un’ottima velocità sul dritto, ma appare ancora indietro in altre aree. L’ex Toro Rosso dovrà sperare nel miglior Gasly e nel talento del giovane Tsunoda, ancora inesperto e dal carattere piuttosto acceso.

Cosa aspettarci invece da Aston Martin? La vettura della squadra di Lawrence Stroll sembra la brutta copia della monoposto che la passata stagione ebbe la capacità di trionfare a Sakhir. Sebastian Vettel e Lance Stroll dovranno dare il massimo per provare ad entrare in Top 10.

In chiusura ecco Alfa Romeo, Williams e Haas, tre squadre ancora a secco di punti nel 2021. Se per Alfa Romeo (e anche Williams) le prestazioni non sembrano così impietose, per Haas la situazione non è delle migliori e lo sguardo è interamente sul 2022. Per tutti i team sarà comunque un GP privo di grandi speranze, solo una gara anomala potrebbe portare a punti una vettura delle sopracitate.

GP di Montecarlo: caratteristiche del circuito e statistiche

Il Gran Premio di MonteCarlo è senza ombra di dubbio l’evento più glamour del programma annuale della Formula 1. La prima gara valida per il mondiale fu nel 1950, anno di nascita della F1, quando a trionfare fu Juan Manuel Fangio su Alfa Romeo. L’appuntamento monegasco divenne poi fisso a partire dalla stagione 1955.

Le stradine del Principato sono intrise di storia, cultura e tradizione e portano in un’atmosfera d’altri tempi. A Monaco si è fatta la storia del motorsport, qui hanno vinto piloti entrati nel mito delle corse, sfrecciando tra i muretti di un circuito tanto atipico quanto leggendario.

A vincere il maggior numero di gran premi di Monaco, uno dei cardini della Triple Crown, è stato Ayrton Senna, autore di 6 trionfi nel Principato (detentore anche del record di pole position, cinque). Il brasiliano è seguito, con cinque primi posti, da Michael Schumacher e Graham Hill.

Solamente questo podio fa venire i brividi, ma alle loro spalle non si scherza. Quattro vittorie per il “Professore” Alain Prost; tre per Moss, Stewart, Rosberg e Hamilton. Due volte hanno trionfato piloti come Vettel, Alonso, Lauda e Fangio.

Il primato di vittorie per costruttore è da attribuire alla McLaren, che ha tagliato per prima il traguardo per ben 15 volte. Nove vittorie invece per la Ferrari, tornata alla vittoria a MonteCarlo con Sebastian Vettel nel 2017, sedici anni dopo Michael Schumacher nel 2001.

L’ultimo Gran Premio, quello del 2019, ha visto il trionfo dell’attuale leader mondiale Lewis Hamilton, davanti a Vettel, Bottas ed un penalizzato Verstappen, secondo al traguardo ma quarto dopo la decisione dei commissari.

I piloti domenica percorreranno le 19 curve dei 3.337 metri del tracciato monegasco per 78 volte, coprendo una distanza di 260.286 km.

Clicca qui per maggiori informazioni su tutte le scommesse online* sulla Formula 1.

*Si prega di essere consapevoli del fatto che questo link vi rimanderà al sito scommesse