La stagione 2020 di Formula 1 sarà difficilmente dimenticabile per gli appassionati, anche quelli di scommesse sulla Formula 1*. La partenza ritardata, il calendario ridotto, le "doppie corse", sono diversi gli elementi rivoluzionari che renderanno l'edizione numero 74 della principale competizione a quattro ruote sicuramente unica.

A riempire il vuoto lasciato dal rombo dei motori ci hanno pensato alcune le polemiche fuori dal tracciato e qualche novità in vista del futuro. Dalla power-unit Ferrari che ha provocato dubbi nei rivali al DAS Mercedes (uno sterzo più leggero). Dal meccanico McLaren positivo in Australia al botto rappresentato dall'addio di Sebastian Vettel alla Rossa al termine di questa stagione. Ah, per non parlare della forte presa di posizione di Lewis Hamilton contro ogni forma di discriminazione razziale.

Se dunque il Motodrom non ha faticato a ritagliarsi un po' di spazio sui giornali, è arrivato il momento di tornare alla cronaca pura, quella in pista, perché anche un piccolo errore potrebbe rivelarsi fatale.

Pronostici Formula 1: le quote del GP d'Austria

Il grande clima di incertezza che ha accompagnato i mesi scorsi rende difficile pare un pronostico sul lungo termine oppure, paradossalmente, lo rende fin troppo facile. Lewis Hamilton insegue gli ultimi record da strappare a Michael Schumacher (numero di titoli e di vittorie) e la concorrenza, soprattutto quella Ferrari, sembra arrancare, complice un rapporto tra Charles Leclerc e Sebastian Vettel tutto da scoprire.

Il monegasco, alla luce delle scelte operate dalla scuderia, è ormai ufficialmente diventato la prima guida del Cavallino Rampante. Ma è impensabile credere che il tedesco farà la comparsa, dal momento che la sensazione di essere stato scaricato dal team è molto forte. Senza contare che questa versione ridotta del calendario sarà per lui la vetrina per cercare un volante nella stagione 2021.

Più che Leclerc, il cui talento cristallino è comunque sotto gli occhi di tutti, il ruolo di antagonista del britannico è soprattutto sulle spalle di Max Verstappen . Il figlio di Jos ha più esperienza del ferrarista. Un bagaglio che gli ha permesso di essere molto meno impulsivo e di saper pensare alla tattica all'occorrenza. Se la monoposto sarà all'altezza potrà essere lui l'eccezione in una rassegna eccezionale.

Pronostici Formula 1: caratteristiche del GP d'Austria

Ad aprire le danze sarà il Gran Premio d'Austria, sul circuito di Spielberg. L'appuntamento del weekend sarà poi replicato sette giorni dopo, sotto il nome di Gran Premio di Stiria. Il tracciato, conosciuto anche come A1 Ring (oggi RedBull Ring), ha una fisionomia molto simile a quella di Monza, con tanti rettilinei e poche curve.

I tre tratti veloci sono da sempre punti clou per lo spettacolo, complici i numerosi sorpassi e gli altrettanto frequenti contatti tra le vetture. La potenza del motore sarà determinante, così come quella dell'impianto frenante, chiamato a una forte sollecitazione. Più tranquilla la situazione relativa all'usura degli pneumatici (si andrà sulla singola sosta), ago della bilancia specialmente in qualifica.

Nel 2019 trionfò Max Verstappen con un sorpasso da urlo a pochi giri dal termine su Lewis Hamilton. Il campione del mondo non ha grande feeling sulla pista austriaca, dove ha trionfato una sola volta in carriera. Le Ferrari partono sfavorite rispetto alle rivali, avendo bloccato lo sviluppo della macchina durante l'emergenza.

Non così improbabile pensare a qualche sorpresa dalle retrovie, per quanto riguarda il podio. McLaren e Force India partono più avanti rispetto a Toro Rosso e Alfa Romeo. Tutti ai semafori di partenza. La stagione 2020 sta per prendere ufficialmente il via.      

Clicca qui per maggiori informazioni su tutte le scommesse online* sulla Formula 1.

*Si prega di essere consapevoli del fatto che questo link vi rimanderà al sito scommesse