A poco più di due ore di treno da Liverpool, nel suo nuovissimo stadio inaugurato lo scorso weekend, il Tottenham affronta il Manchester City nell’altra andata dei quarti di finale di Champions League che si giocherà questa sera sul suolo inglese. Spinti da oltre 60 mila spettatori, gli Spurs vogliono tentare il colpaccio nonostante tutte le previsioni vogliano vincitori gli uomini di Guardiola.

 Partita tatticamente bloccata: ne risentirà lo spettacolo? 

 È solo l’andata ma già di per sé la sfida tra due guru del bel gioco come Pochettino e Guardiola sembra indecifrabile. Nelle ultime settimane gli ospiti hanno sempre vinto dominando gli avversari, riscontrando qualche problema di troppo nel segnare tanti gol ai quali si erano abituati nei primi mesi dell’anno. D’altra parte, però, ne ha beneficiato il reparto arretrato: solo 3 gol subiti nelle ultime 10 partite, 0 se si tengono in considerazione solo le ultime 3. Non solo: Aguero e compagni hanno vinto gli ultimi 3 scontri diretti giocati contro il club londinese, faticando anche molto meno del previsto.

 A favore degli Spurs ci saranno fattori quali lo stadio, il pubblico e il recente periodo di forma: se da una parte oltre 60 mila tifosi saranno pronti a spingere i propri beniamini verso un’insperata vittoria, dall’altra a far sorridere è il recente record casalingo: 12 partite d’imbattibilità, nelle quali rientra anche il 3-0 rifilato al Borussia Dortmund nel turno precedente. L’impressione è quella che Kane e compagni siano rivitalizzati dal fattore “casa”, dal momento che in questa stagione hanno perso solo contro le due squadre di Manchester e il Barcellona.

 Peccato solo che questa sera proprio una di quelle due squadre di Manchester, già corsare nel nord di Londra a inizio stagione, torni per imporre la propria forza. Con l’obiettivo di vincere il “Quadruplete”, il Manchester City vuole sbarazzarsi anche dell’ostacolo Tottenham per avvicinarsi ulteriormente alla conquista della Champions League. Nonostante Guardiola abbia di recente escluso che la sua squadra riesca a vincere tutte e 4 le competizione per la quale è in corsa (in realtà una è già saldamente in bacheca), la speranza all’interno dello spogliatoio di riscrivere la storia vincendo ogni singolo trofeo al quale si è partecipato rimane viva.

 Da tenere in considerazione l’approccio aggressivo del Manchester City in queste competizioni: gli uomini di Guardiola hanno pareggiato, infatti, solo 1 delle ultime 13 partite giocate a livello europeo. Il Tottenham è un avversario tostissimo e vista l’importanza di certi risultati in trasferta in tornei come la Champions League, un pareggio con gol potrebbe fare più che comodo alla compagine mancuniana.

Clicca qui per maggiori informazioni su tutte le scommesse sul calcio*.

*Si prega di essere consapevoli del fatto che questo link vi rimanderà al sito scommesse