Sarà difficile, se non impossibile, ribaltare il risultato. Perdere 0-2 in casa in una competizione come la Champions League è una mazzata che metterebbe alle strette qualsiasi squadra, figuriamoci un club come il Manchester United, rimaneggiato da una lunga serie di infortuni e obbligato all’impresa contro un Paris Saint-Germain forte del risultato ottenuto all’andata e la lunga serie di partite d’imbattibilità ottenute tra le mura amiche.

Impresa impossibile per i Red Devils?

Giusto per rendere l’idea, Ole Gunnar Solskjaer dovrà fare a meno di: Herrera, Pogba (squalificato), Sanchez, Mata, Matic, Lingard, Valencia e, molto probabilmente, Martial. Detto questo, avere la meglio su un PSG in forma smagliante (escluso Neymar ancora infortunato), sembra davvero improbabile.

Nelle ultime 5 partite giocate in casa, i parigini hanno segnato una media di 3,5 gol, subendone appena 2 (in totale). Non solo, da inizio stagione Cavani e compagni hanno perso al Parco dei Principi solo contro il Guingamp in Coppa di Francia, hanno pareggiato contro il Napoli e hanno vinto tutte le altre partite.

Sono invece 8 le vittorie esterne consecutive del Manchester United, sebbene il dato sia riferito solamente ai match giocato all’interno dei confini nazionali. Il problema per gli uomini di Solskjaer è che questa serve davvero un’impresa: vincendo con due gol di scarto andrebbe solamente ai supplementari, mentre per assicurarsi il passaggio del turno dovrebbe vincere segnando 3 gol in più degli avversari.

Sarà una grande sfida, ma il risultato sembra quantomeno scontato.



Clicca qui per maggiori informazioni su tutte le scommesse sul calcio*.
*Si prega di essere consapevoli del fatto che questo link vi rimanderà al sito scommesse