Maurizio Sarri si prepara a giocare una delle serate più importanti della sua ancor breve esperienza sulla panchina del Chelsea. I londinesi ospitano l’Eintraht Francoforte nella gara di ritorno delle semifinali di Europa League, dopo aver pareggiato 1-1 nel match d’andata giocato la scorsa settimana in Germania. Il manager italiano dovrà fare a meno di Hudson-Odoi (infortunatosi al tendine d’Achille e fuorigioco fino alla fine dell’anno, oltre a Kanté che ha risentito di un infortunio alla coscia destra.

 

Il Chelsea ancora imbattuto punta tutto sul fattore casa

Tra i tanti record racimolati dai Blues nel corso di questa stagione, tra i più invidiabili c’è sicuramente quello di non aver mai perso una partita in Europa League. Se si prendono in considerazione le 13 sfide giocate in questa stagione in campo europeo, i Blues ne hanno vinte ben 11 e pareggiate solamente 2 (una di queste l’andata con i tedeschi). Non solo, se dovessimo tenere in considerazione esclusivamente i match disputati a Stamford Bridge, le statistiche sarebbero ancor più inquietanti: 6 partite giocate, 6 vittorie e una media gol superiore alle 3 reti per match.

In aggiunta, c’è lo storico relativo agli scontri diretti tra il Chelsea e le squadre della Bundesliga che negli ultimi anni hanno fatto loro visita: 8 partite disputate, 6 vittorie dei Blues e 2 pareggi. Tutto sembra far quindi propendere per una vittoria della compagine londinese, nonostante la voglia di vincere dell’Eintracht Francoforte e il rientro di Luka Jovic (9 gol per lui in Europa League in questa stagione) non renderanno facili le cose agli uomini di Sarri.

I tedeschi sono stati eliminati in 3 delle precedenti occasioni nelle quali hanno pareggiato la partita d’andata, mentre nelle ultime 3 trasferte disputate in tutte le competizioni, hanno subito ben 11 gol, realizzandone appena 4. Non la migliore delle statistiche con la quale presentarsi in casa di una squadra che nel 2019 ha perso una sola partita tra le mura amiche.

La difesa dell’Eintracht dovrà fare attenzione, ancora una volta, a Olivier Giroud, capocannoniere iridato della competizione con 10 gol e pronto a timbrare ancora una volta il cartellino per trascinare i compagni dritti dritti alla finale di Baku del prossimo 29 maggio.


Clicca qui per maggiori informazioni su tutte le scommesse sul calcio.*

*Si prega di essere consapevoli del fatto che questo link vi rimanderà al sito scommesse