Mercato di Serie A: il punto sul Milan

Dopo la stagione 2018/19 che ha visto il Milan chiudere in quinta posizione, ad un passo dalla qualificazione in Champions League, che manca dalla stagione 2013/14, la squadra milanese ha dovuto rinunciare anche alla partecipazione all’Europa League 2019/20 per ragioni dovute al bilancio, con questa mossa la società rossonera ha ricevuto dalla Uefa un anno in più per sistemare i conti relativi al Fair Play Finanziario, precedentemente la scadenza era fissata per il 2021, ora è stata posticipata al 2022.

Come prima mossa di mercato per questo ennesimo anno di rifondazione il Milan ha cambiato allenatore, scegliendo Marco Giampaolo per guidare la squadra, ci sono stati cambiamenti anche nell’organigramma della società, Massara è diventato il nuovo direttore sportivo, Paolo Maldini direttore dell’area tecnica e Boban Chief Football Officer, con Leonardo che è tornato al Psg.

Il nuovo allenatore del Milan nel corso della sua carriera ha sempre utilizzato il 4-3-1-2, modulo su cui in queste prime settimane di preparazione sta insistendo tantissimo, l’alternativa visti gli uomini a disposizione è il 4-3-3.

Per quanto riguarda il ruolo del portiere, a meno di stravolgimenti di mercato, il titolare sarà Gigio Donnarumma, lo United ha rinnovato De Gea e il Psg pare che non sia disposto a soddisfare le richieste economiche del club rossonero, per questo motivo le sirene di mercato attorno al portierone classe 1999 si sono spente per ora; alle sue spalle ci saranno Reina e Antonio Donnarumma, con Plizzari che molto probabilmente partirà in prestito.

Per quanto riguarda la difesa, Gustavo Gomez è stato ceduto al Palmeiras per 4,5 milioni di euro, Ignazio Abate e Cristian Zapata, a cui è scaduto il contratto, si sono svincolati. L’unico acquisto per ora è stato quello del terzino sinistro Theo Hernandez, arrivato dal Real Madrid per 20 milioni di euro. Ad oggi visto l’infortunio di Mattia Caldara, che starà lontano dai campi fino a fine ottobre, la batteria dei centrali difensivi è composta da Romagnoli, Musacchio e Gabbia, con quest’ultimo che potrebbe partire in prestito, nel ruolo di centrale difensivo, sul mercato sono seguiti i profili di Demiral della Juventus, di Upamecano del RB Lipsia e di Lovren del Liverpool. I terzini a disposizione di Giampaolo sono Calabria, Conti, Strinic, Rodriguez, Laxalt e il nuovo acquisto Hernandez, molto probabilmente saranno ceduti due terzini sinistri, i maggiori indiziati a partire sono Strinic e Rodriguez.

A centrocampo hanno lasciato la squadra rossonera Montolivo, Bertolacci, Jose Mauri e Bakayoko che è tornato al Chelsea. Già ufficiale l’acquisto della mezzala offensiva proveniente dall’Empoli, Rade Krunic, per 8 milioni di euro, invece manca solo l’ufficialità per il regista ormai ex Empoli, Bennacer. Sfumato l’acquisto di Veretout, passato alla Roma, per il Milan resta viva la pista Praet della Sampdoria, che lo valuta 25 milioni di euro, ancora troppo per la dirigenza rossonera. Resta da capire la posizione sul mercato di Suso, Calhanoglu e Kessie, se verranno ceduti andranno sostituiti. Paquetà, Biglia e Bonaventura dovrebbero rimanere, con quest’ultimo che sarà praticamente un nuovo acquisto visto il grave infortunio dello scorso anno, giocatore che da quando è arrivato al Milan nel 2014 ha sempre fatto bene e si è dimostrato fondamentale nel gioco dei rossoneri.

 

Nel reparto offensivo l’unico intoccabile è Piatek; Andre Silva, ritornato dal prestito al Sevilla, stava per essere ceduto al Monaco prima che la trattativa saltasse all’improvviso, la sensazione è che uno tra lui e Cutrone partirà sicuramente, con il portoghese indiziato numero uno. Borini vista la sua duttilità molto probabilmente rimarrà, da capire invece la posizione di Castillejo, visto che Giampaolo non usa ali nel suo modulo, nelle prime uscite stagionali è stato provato come seconda punta al fianco di Piatek, ma anche qui la sensazione è che davanti alla giusta offerta lo spagnolo potrebbe partire. Notizia dell’ultima settimana è l’interessamento per Angel Correa dell’Atletico Madrid, con cui è stata imbastita una trattativa che pare già vicina alla conclusione, l’argentino dovrebbe sbarcare a Milano a titolo definitivo per 40 milioni di euro fissi più 5 di bonus, per rivestire il ruolo di seconda punta al fianco di Piatek.

I sostenitori dei diavoli rossoneri sperano che questa possa essere la stagione della svolta, annata nella quale si spera di raggiungere la qualificazione alla tanto agognata Champions League, sarà sicuramente una lotta fino alla fine del campionato visto che tutte le dirette concorrenti Juventus, Napoli, Inter, Roma e Atalanta si sono rinforzate.

Clicca qui per maggiori informazioni su tutte le scommesse Serie A.*
*Si prega di essere consapevoli del fatto che questo link vi rimanderà al sito scommesse