Dopo un weekend di pausa, la Formula 1 torna in pista per il sesto appuntamento stagionale. Messo in archivio il GP di Monaco, la F1 si sposta in Azerbaigian, per correre in un altro tracciato cittadino, quello di Baku. Lo scorso anno il circus non fece tappa sul circuito azero. Nonostante si correrà ancora una volta in un circuito cittadino, le differenze tra Montecarlo e Baku sono davvero importanti, per questa ragione anche gli equilibri tra i vari team, all’interno del weekend di gara, saranno molto diversi. Andiamo allora a vedere insieme l'analisi e i pronostici sui piloti favoriti per la vittoria, che potrebbero rappresentare una variabile interessante nelle scommesse sulla Formula 1*

Pronostici Formula 1: i piloti favoriti a Baku

Le prime gare della stagione hanno mostrato come la Red Bull e la Mercedes saranno per tutta la stagione le squadre da battere. Con ogni probabilità, i due team si giocheranno il Mondiale fino alle ultime gare, visto l’equilibrio mostrato al vertice nei primi GP dell’anno. Lo stesso discorso vale per i due alfieri di Red Bull e Mercedes: Max Verstappen e Lewis Hamilton. Verstappen arriva a Baku con 4 punti di vantaggio su Hamilton nel Mondiale, e forte della vittoria appena ottenuta a Monaco. Dalla parte opposta, Lewis arriva da una delle sue peggiori gare degli ultimi anni, conclusa al settimo posto dopo un weekend in cui non è mai stato veloce. Le caratteristiche del circuito di Baku, però, possono ridare molte speranze a Mercedes. Il lungo rettilineo di più di 2 chilometri, permetterà a Hamilton e Bottas di compensare le prestazioni altalenanti nella parte più “cittadina” del tracciato. Inoltre, quando Lewis Hamilton sbaglia un weekend, difficilmente sbaglia anche il successivo. Per questa ragione Max e Lewis saranno, con ogni probabilità, gli assoluti favoriti per la vittoria in Azerbaigian.

Alle loro spalle, i due maggiori candidati a giocarsi il terzo posto del podio sono i rispettivi compagni di team, Sergio Perez e Valtteri Bottas. Entrambi reduci da un inizio di Campionato non esaltante, ma entrambi al volante di vetture che, con i loro compagni di squadra, hanno per ora vinto tutte le gare in programma. Inoltre, a Baku, entrambi sono andati a podio due volte in carriera, sui soli quattro Gran Premi disputati. Senza particolari sorprese, che però a Baku sono sempre dietro l’angolo, saranno loro due a contendersi il terzo e quarto posto in gara. 

Le chance della Ferrari a Baku: LeClerc e Sainz

E la Ferrari, che è reduce da Pole position e podio a Monaco? Beh per quanto riguarda la Ferrari, il weekend sarà molto probabilmente meno entusiasmante di quello di Montecarlo. La Rossa è una vettura perfetta per le curve lente di Monaco, che ritroveremo anche nella parte centrale del circuito di Baku. Il primo e il terzo settore, però, caratterizzati da alte velocità di punta, metteranno in difficoltà la Ferrari, ancora alle prese con un motore non a livello dei top team. Situazione quasi opposta per la McLaren, avversaria principale della Ferrari in questa stagione. Il team inglese potrà sfruttare tutta la velocità che sul dritto gli regala il motore Mercedes, oltre ad una macchina pensata più per i tratti veloci, che per quelli lenti.

Le mine vaganti: Gasly e Aston Martin

Per le rimanenti posizioni, i piloti con più chance di concludere il GP di Baku a punti sono di certo Gasly, sempre competitivo con la sua AlphaTauri, poi i due piloti Aston Martin, che ha ritrovato un buon passo nell’ultima gara di Monaco, e infine la coppia della Alpine. Buone chance anche per le Alfa Romeo di Giovinazzi e Raikkonen, sempre pronti a sfruttare eventuali errori delle vetture che li precedono in classifica.

Attenzione però a dare per scontato qualcosa sul circuito di Baku. Qui le sorprese, gli incidenti, e le Safety car sono sempre protagoniste. Non a caso, soltanto nell’edizione del 2019 andarono a podio solo le due vetture favorite. Ogni anno qualche pilota riesce a sfruttare gli inconvenienti accaduti agli avversari per regalarsi un weekend con un risultato finale ben oltre il proprio potenziale.

Statistiche del GP di Azerbaigian

Il GP di Azerbaigian giunge quest’anno alla quinta edizione, ed è già diventato in poco tempo un appuntamento iconico del Mondiale di Formula 1. Questo per via delle incredibili caratteristiche del suo tracciato, che passa da un rettilineo da oltre 360 km/h, a stradine strettissime che passano in mezzo alla città di Baku.

Su quattro Gran Premi disputati, la F1 ha visto trionfare quattro piloti diversi: Rosberg nel 2016, Ricciardo nel 2017, Hamilton nel 2018 e Bottas nel 2019. In tre hanno vinto guidando una Mercedes, mentre Ricciardo ha siglato l’unica vittoria di altri team, a bordo della Red Bull. Vettel, Hamilton, Bottas, e Perez sono i piloti con più podi all’attivo a Baku: ne hanno conquistati due a testa.

 

 

Clicca qui per maggiori informazioni su tutte le scommesse online* sulla Formula 1.

*Si prega di essere consapevoli del fatto che questo link vi rimanderà al sito scommesse