Secondo appuntamento del tour de force finale della Formula 1 in Brasile dopo la tappa a Città del Messico e prima di trasferirsi in Qatar. Nella capitale messicana Max Verstappen ha ribadito la sua forza e quella della Red Bull mentre Lewis Hamilton e la Mercedes hanno provato a limitare i danni raccogliendo un buon secondo posto viste le prestazioni.

A centro gruppo la Ferrari si è presa la terza posizione nei costruttori ai danni della McLaren; inoltre grazie all'ottima prestazione di Gasly l'AlphaTauri ha pareggiato i punti della Alpine. Nel round di questo fine settimana ad Interlagos ci sarà la terza ed ultima Sprint Qualifying della stagione.

Il pubblico è spaccato in due in merito dunque sarà interessante provarla sul tracciato brasiliano in previsione di un possibile aumento a sei Sprint Qualifying nel 2022. Andiamo a vedere insieme l'analisi e i pronostici F1 sui piloti favoriti per la vittoria in Brasile, con tutte le scommesse sulla Formula 1*. 

Pronostici Formula 1: come arrivano scuderie e piloti al GP del Brasile

Red Bull va in Brasile con i favori del pronostico sulla Mercedes. Verstappen è in uno stato di forma impressionante e anche Perez è reduce da tre podi consecutivi. In Mercedes invece Hamilton dovrà metterci una pezza ancora una volta mentre Bottas è chiamato ad un riscatto dopo le finora deludenti prestazioni nel continente americano. Red Bull si è sempre dimostrata a suo agio in Brasile e con un pacchetto competitivo come questo può davvero mettere una mano sul trofeo, anche se il divario nei costruttori è di un solo punto e a favore della Mercedes. 

Nel midfield la Ferrari ha superato la McLaren nella battaglia per il titolo di migliore degli altri. Il team di Woking ha avuto forse la gara più difficile della stagione settimana scorsa ed è difficile credere che ciò possa ripetersi. D'altro canto, nonostante un buon quinto e sesto posto, anche la Ferrari non è uscita completamente soddisfatta dall'Autodromo Hermanos Rodriguez. AlphaTauri potrà contare sul costante e velocissimo Gasly nella lotta alla Alpine per il quinto posto. I due team sono ora a pari punti nella classifica e AlphaTauri sembra in questo momento un gradino avanti viste le difficoltà riscontrate in Messico dai francesi. Ritrovata ma piuttosto attardata in classifica è la Aston Martin, in particolare con Sebastian Vettel a punti in entrambi i round americani disputati

Concludiamo con i team di bassa classifica: Williams, Alfa Romeo e Haas. Se nel caso della Williams c'è stato un passo indietro rispetto ai progressi fatti quest'anno, l'Alfa Romeo è stata nel mezzo della lotta a centrocampo, ma anche al centro delle polemiche. Se Raikkonen è riuscito a raggiungere la zona punti, Giovinazzi non ci è riuscito, ancora una volta a causa di una discutibile strategia da parte del team italo-svizzero. L'italiano era al settimo posto quando il muretto lo ha chiamato ai box con largo anticipo, restando così bloccato alle spalle del duo Ricciardo-Bottas. Alfa Romeo ha inoltre comunicato che annuncerà il secondo pilota il martedì successivo al GP in Brasile. Naviga nelle retrovie la Haas anche se è da segnalare l'ottima partenza di Mazepin nello scorso GP lottando per tutta la durata del primo stint con altre vetture. 

Pronostici Formula 1: storia del GP del Brasile

Posto tra due laghi artificiali, il Guarapiranga e il Billings, il tracciato di Interlagos può presentare dei bumps proprio per la natura del terreno su cui è stata costruita la pista. La pista fu inaugurata nel 1940 e la F1 vi fece tappa per la prima volta nel 1972, anche se la prima tappa valida per il Mondiale fu quella del 1973. Il Gran Premio del Brasile, giunto alla sua quarantanovesima edizione, si è corso per trentasette volte a San Paolo ed altre dieci a Jacarepaguá. Intitolato a Juan Carlos Pace, il circuito va percorso in senso antiorario, presenta due zone DRS e i piloti lo percorreranno per 71 giri in gara (e 24 nella Sprint Qualifying). 

La prima edizione del GP del Brasile vide la vittoria di Emerson Fittipaldi – unica vittoria Lotus in Brasile – che si impose anche l’anno dopo. Nel 1976 il primo successo della Ferrari con Niki Lauda. Nel 2003 la gara fu sospesa nel corso del 54° giro a causa di una pioggia torrenziale che causò anche diversi incidenti. Inizialmente la vittoria fu assegnata a Raikkonen, ma fu poi data a Giancarlo Fisichella che vinse così la sua prima gara in carriera su Jordan, al suo primo ed ultimo successo in Brasile.

La tappa brasiliana fu poi spostata nella fase finale del calendario e divenne così luogo di assegnazione di tanti mondiali decisi proprio all'ultima curva. Nel 2005 e nel 2006 Alonso e Renault diventarono campioni (ricordiamo che la gara del 2006 è anche l’ultima di Michael Schumacher alla guida della Ferrari con un gran quarto posto in rimonta). Nel 2007 sono invece Raikkonen e la Ferrari a vincere e conquistare il titolo ai danni di Hamilton e Alonso su McLaren, con Massa a completare la doppietta Ferrari in quel giorno di gloria per il Cavallino. Proprio Massa ed Hamilton saranno i protagonisti della stagione seguente: sfortunatamente per il padrone di casa e i tifosi del Cavallino fu Hamilton ad avere la meglio nel rocambolesco finale in una gara dominata dal pilota della Ferrari. Nel 2009 Button vinse il suo unico titolo con una gara d'anticipo, mentre nel 2012 Vettel riuscì a laurearsi per la terza volta campione nonostante un incidente nel corso del primo giro. 

All'edizione 2017 risale l'ultima vittoria Ferrari, mentre nel 2018 ci fu lo scontro tra Verstappen ed il doppiato Ocon a regalare la vittoria ad Hamilton. Verstappen riuscì poi a rifarsi l'anno successivo in una gara che però ricordiamo per l'incidente tra le due Ferrari ed il podio di Gasly e Sainz. 

Pronostici Formula 1: statistiche del GP del Brasile

  • Prost comanda nella classifica delle vittorie con 6 successi, davanti a Schumacher (4), Reutemann, Vettel (3), e Senna, Mansell, Massa, Hamilton, Rosberg tra gli altri (2); McLaren è il costruttore con più vittorie (12) davanti a Ferrari (11) e Williams (6). 
  • Nelle Pole Position è dominio brasiliano, con Senna al top (6), davanti a Barrichello e Massa (3) insieme ad Hakkinen. McLaren conduce anche qui (11) davanti a Williams (10) e Ferrari (7). 
  • Il record della pista è di Hamilton, in Pole nel 2018 in 1:07.281. 

Clicca qui per maggiori informazioni su tutte le scommesse online* sulla Formula 1.

*Si prega di essere consapevoli del fatto che questo link vi rimanderà al sito scommesse