La prossima tappa del calendario del MotoGP ferma in Italia, in provincia di Firenze, nel comune di Scarperia e San Piero: più facilmente, al Circuito Mugello. I motociclisti riceveranno il via alle 14 di domenica 30 maggio, due settimane dopo la doppietta siglata da Jack Miller grazie alla vittoria a Le Mans. Ma il GP italiano è il terreno di casa della Ducati, e per questo non sarà facile per nessuno, Bagnaia compreso - considerato il massimo favorito -, che dovrà vedersela con due fra i ducatisti più in forma del momento: Johann Zarco e Jack Miller.

Ma vediamo singolarmente i piloti favoriti per il GP italiano 2021.

GP del Mugello: i piloti favoriti

Qui le Ducati hanno vinto le ultime tre edizioni e quindi, in ottica favoriti, non si può che partire dalle rosse di Borgo Panigale, in corsa per il podio nella gara al Mugello: il primo su tutti è Francesco Bagnaia, 4° a Le Mans davanti alla sorpresa Danilo Petrucci, e secondo, adesso, a un solo punto da Quartararo, in classifica generale: in caso di vittoria Pecco agguanterebbe la vetta. Ma per lui non sarà affatto facile perché i concorrenti non saranno, per usare un eufemismo, fra i più comodi, anche e soprattutto perché il motore Ducati perfettamente adatto, grazie alla sua potenza, al lungo rettilineo del Circuito Mugello potrà essere sfruttato anche da loro: Jack Miller e Johann Zarco. Il primo, però, parte avanti rispetto al compagno di scuderia, forte (anzi, fortissimo) del doppio primo posto tra Jerez e Le Mans, le ultime due gare ufficiali in cui Miller ha fatto mangiare la polvere a tutti gli altri, Pecco compreso. Discorso simile per Johann Zarco, partito in quinta in questa stagione (già tre podi), ma che ha frenato leggermente prima del secondo posto in Francia, e che spera che sia la sua, fra le tre favorite, «la prossima Ducati a vincere al Mugello».

Ma non è finita perché Fabio Quartararo grida vendetta dopo il piazzamento, non alla sua altezza, a Jerez, causato dall’infortunio al braccio e solo in parte vendicato con il podio francese: la vetta della classifica è comunque ancora sua, ma senza quel problema, molto probabilmente i punti di vantaggio su Bagnaia sarebbero stati tanti di più. Ha l’occasione per dare continuità all’ultimo buon risultato in questa che per lui è «una delle piste preferite», nonostante «sarà difficile battere la Ducati al Mugello».

Maverick Vinales questa volta parte un po’ dietro a tutti quelli già citati, viste le sue ultime prestazioni non brillantissime. A pochi giorni dalla nascita della figlia Nina, i suoi doveri da pilota, e soprattutto di pilota che deve migliorare la propria classifica lo allontaneranno, nel weekend, da quelli di padre: ricordando che di solito al Mugello lui «va molto veloce», ora deve mettere in atto una prestazione convincente per tornare nella posizione che gli compete in classifica piloti.

Lo squadrone Yamaha, però, non ha intenzione di dare la caccia al podio (e alle Ducati) “solo” con la coppia Quartararo-Vinales, perché anche Franco Morbidelli in Petronas vorrà dire la sua: dopo l’incidente ai box a Le Mans in quella che doveva essere per lui la pista del riscatto, la voglia di rivalsa sarà ancor maggiore, considerato lo “zero” in classifica generale che gli è costato quel guaio. Basterà per colmare qualche lacuna tecnica di troppo della sua M1 e i pronostici avversi nei confronti degli altri favoriti?

Clicca qui per maggiori informazioni su tutte le scommesse online* sul motomondiale

*Si prega di essere consapevoli del fatto che questo link vi rimanderà al sito scommesse