La stagione 2020 di Formula 1 sarà difficilmente dimenticabile per gli appassionati, anche quelli di scommesse sulla Formula 1*. Siamo arrivati alla terza gara ufficiale di Formula 1! Questo weekend si correrà sul GP di Ungheria, andiamo quindi a scoprire le quote e i piloti favoriti per la prossima gara.

Pronostici Formula 1: come arrivano le vetture al GP di Ungheria

Dopo il doppio appuntamento austriaco, il Circus è pronto a spostarsi varcando il confine con l’Ungheria. Alle porte l’edizione numero 35 sulla pista dell’Hungaroring, una manciata di chilometri dalla capitale Budapest.

Terzo round di un mondiale che sta ampliando lentamente il calendario (si è aggiunto il Mugello, mentre è ancora in forse Imola) ma che obbliga i piloti a ridurre a zero gli errori in pista.

In tale ottica, il weekend nerissimo della Ferrari, con entrambe le monoposto fuori gioco, certifica l’amara verità per i tifosi del Cavallino Rampante: la macchina, così com’è, non è competitiva. E sui social si rincorrono puntualmente gag e meme nel tentativo di sdrammatizzare una situazione che vedeva in Leclerc l’unico bagliore, prima che il monegasco tradisse le aspettative con una manovra da principiante.

E se in rete si trova tempo e modo per riderci sopra, nell’ambiente della Rossa sono già iniziate attente riflessioni sul da farsi. Continuare a insistere portando nuovi aggiornamenti, oppure pensare già al prossimo anno? Ma il dilemma più grande riguarda il manico, sempre più in bilico.

Sul fronte delle altre scuderie, il GP di Stiria restituisce un Hamilton in versione Hammer Time e un Bottas non più vittima sacrificale ma leader della classifica piloti. Chi ha invece deluso è la Red Bull, out con entrambe le vetture all’esordio e incapace di portare Max Verstappen sul secondo gradino del podio con una strategia alquanto rivedibile nell’ambito del pit-stop.

E le altre? I riflettori si sono puntati sulla Racing Point, a oggi candidata principale come terza forza nel campionato costruttori. La scuderia britannica non ha mai nascosto di aver studiato e analizzato la Mercedes, con cui è attiva una partnership in tema di motori e piloti da svezzare. Bene anche Mclaren e Renault, mentre Alfa Romeo, Alpha Tauri e Haas rincorrono. Non pervenuta invece la Williams.

Pronostici Formula 1: le quote del GP di Ungheria

Difficile aspettarsi grandi cambiamenti in una sola settimana di lavoro. Vero è che il circuito dell’Hungaroring è una pista assai diversa rispetto a Zeltweg. Molti meno rettilinei e molte più curve. Tradotto significa poche chance di sorpasso e importanza capitale del carico aerodinamico.

Nonostante il carattere parco in termini di spettacolarità, il tracciato ungherese ha nascosto spesso insidie e sorprese. La prima vittoria in carriera di Jenson Button nel 2006,  imitato due anni dopo dal finlandese Heikki Kovalainen. Sempre qui Max Verstappen conquistò la sua prima pole position. A proposito di giri veloci, complice quanto detto sopra, la qualifica e la conseguente ottima partenza in griglia è il primo obiettivo da perseguire. E questo basta per posizionare Lewis Hamilton in testa ai favoriti.

Il britannico ha infatti un feeling speciale con l’Hungaroring, dove su otto podi ha conquistato ben sette successi (tra cui le ultime due edizioni). Un altro pilota che conosce bene questo tracciato (ma in generale tutti) è Kimi Raikkonen,  con nove podi in diciassette partecipazioni. L’occasione per riportare l’Alfa Romeo in zona punti?

Un occhio particolare anche al meteo, dove le previsioni danno possibili piogge sia nella giornata di venerdì che per domenica. Un ulteriore elemento che aggiungerebbe credibilità a una vittoria di Hamilton sotto la bandiera a scacchi. Tra Max Verstappen e Valtteri Bottas l’olandese sembra gradire maggiormente la pista, mentre il pilota scandinavo ha all’attivo un solo podio nel 2017.  

Clicca qui per maggiori informazioni su tutte le scommesse online* sulla Formula 1.

*Si prega di essere consapevoli del fatto che questo link vi rimanderà al sito scommesse