Ultima sosta per le Nazionali in archivio e nuovo allungo verso la conclusione di questo particolare anno solare. I viaggi in giro per il mondo hanno portato le conseguenze che molti speravano invece di evitare, con le conseguenti ripercussioni e considerazioni a latere. Bisogna mettersi il cuore in pace, un’annata imprevedibile e anomala dove il risultato sportivo non rispecchia sempre i valori sulla carta.

Dov’eravamo rimasti? A un campionato davvero equilibrato, con qualche sorpresa e poche conferme, tra club in crisi e novità in rampa di lancio. Ottavo turno in arrivo, in trentasei ore avremo la nuova griglia dalla ripartenza.

Scopriamo insieme ora quali sono i pronostici legati alle scommesse Serie A* di questa giornata!

Pronostici Serie A: Crotone – Lazio

Fattore in comune è l’emergenza con cui Stroppa e Inzaghi disegnano i rispettivi undici. In casa biancoceleste la situazione migliora ma non guarisce, sul fronte calabrese pezzi importanti a cui rinunciare.

I calabresi cercano la prima vittoria e contro le big (affrontate tutte in casa, Milan, Juve e Atalanta) non hanno mai demeritato. Ma l’organico ridimensionato rende il compito più arduo.

Parola alla cabala, la Lazio non ha mai vinto contro il Crotone allo Scida e i calabresi rischiano di rivedere lo scettro dell’ultima annata in A (16-17) dove ci vollero nove turni prima di esultare.

Pronostici Serie A: Spezia – Atalanta

Un inno alla spensieratezza, a un calcio dinamico ed elettrico per chi lo guarda. Pochi calcoli nel DNA atalantino, che non si discosta molto da quello degli Aquilotti, galvanizzati da un inizio promettente.

La Dea ammicca alla Champions ma non può distrarsi contro un avversario che ha dimostrato grande concentrazione prima di alzare l’eventuale bandiera bianca.

Inedito in A, l’ultimo match nel 1939, per la compagine atalantina l’occasione di vincere la speciale classifica dei punti in trasferta nell’anno solare.

Pronostici Serie A: Juventus - Cagliari

Da qualche anno a questa parte è forse l’incontro più incerto allo Stadium. Perché è vero che il Cagliari ha fatto grande fatica negli ultimi anni a Torino, ma ha un attacco che non invidia nulla a quello bianconero in quanto a stato di forma.

Proprio l’ultima sconfitta (a campionato conquistato) ha interrotto una striscia di 18 risultati utili della Vecchia Signora al cospetto dei sardi. E Di Francesco atterrerà all’aeroporto di Caselle con tre vittorie nelle ultime quattro giornate. Bottino promettente, difesa permettendo.

Pronostici Serie A: Fiorentina – Benevento

Come in Spagna nel caso del Celta, anche la Viola ha atteso la pausa per cambiare assetto in panchina. Il ritorno di Prandelli ha portato l’entusiasmo che mancava al popolo fiorentino, ma siamo sicuri che il navigatore sia l’uomo giusto in questo momento?

Quel che è certo riguarda la voglia di tutta la rosa di mostrarsi al massimo agli occhi del nuovo mister, con l’obiettivo di una maglia da titolare. Il cambio di modulo potrebbe esaltare le qualità offensive, con buona pace del Benevento che nelle ultime trasferte ha fatto acqua da tutte le parti.

Pronostici Serie A: Verona – Sassuolo

Rivelazioni che non vogliono fermarsi. Ma forse non è più il caso di etichettarle in questo modo. Sono realtà a tutti gli effetti. Peccato l’assenza di alcuni protagonisti che toglierà pathos a una sfida tra filosofie distanti.

I neroverdi hanno vinto le ultime tre trasferte al Bentegodi senza subire alcun gol. Ma questa volta ci sono tutte le condizioni perché l’imbattibilità stagionale possa crollare.

Pronostici Serie A: Inter – Torino

Può l’Inter aver paura di questo Toro? Ovviamente no, Giampaolo non è affatto riuscito a sollevare una squadra tra le più brutte da guardare. Ma, come spesso accade, dei nerazzurri c’è poco da fidarsi. Manca ancora la capacità (e anche la fortuna) di riuscire a gestire le partite.

Non a caso l’Inter ha vinto solo tre volte nelle ultime otto casalinghe contro i granata, a testimonianza di un avversario indigesto. E Conte dovrà rinunciare ad alcune pedine con il Real alle porte.

Pronostici Serie A: Roma – Parma

Non c’è Dzeko? Nessun problema, ci pensano Pedro e Mkhitaryan e trainare la Roma. In particolare, l’armeno sta raggiungendo livelli di prestazione sensazionali, più alti di quelli già validi a cui ci aveva abituato nella scorsa stagione. E nel frattempo la situazione dirigenziale va sistemandosi.

Il Parma guarda con fiducia la prossima sfilza di partite, con l’infermeria meno in affanno. Certo l’impegno è proibitivo e non ci sono segnali di incoraggiamento, statistiche incluse. Si richiede sforzo extra a Gervinho dopo il blitz di San Siro.

Pronostici Serie A: Sampdoria – Bologna

Il brusco stop di Cagliari, condizionato dagli episodi, come fugace disfatta. La Sampdoria è chiamata a vincere contro un Bologna in grandissima difficoltà a livello numerico. Ottenere i tre punti inguaierebbe una diretta concorrente alla salvezza e riporterebbe in auge l’entusiasmo dei doriani.

Le cifre premiamo però la squadra di Mihajlovic, che ha vinto le recenti tre sfide. Sfatato il tabù Marassi che durava da dodici anni. Questa volta però servirà un miracolo, e il record delle 40 partite con almeno un gol subìto è dietro l’angolo.

Pronostici Serie A: Udinese – Genoa

È sfida salvezza a tutti gli effetti, urgono punti in classifica da entrambe le parti. L’Udinese sembra vicino a trovare la quadra tra la trazione anteriore imponente e una difesa sempre un po’ incostante. Il Genoa ha scoperto Scamacca e ha bisogno ancora di qualche settimana per riamalgamare il gruppo, falcidiato dalla pandemia.

Il Grifone non batte l’Aquila friulana da otto gare, da nove in terra nemica. Ma le statistiche allo stato attuale contano davvero poco.

Pronostici Serie A: Napoli – Milan

Siamo arrivati all’epilogo che coincide con la punta dell’Iceberg. Napoli e Milan non hanno sicuramente le rose migliori del campionato ma stanno riuscendo a gestire piuttosto bene il doppio impegno. La qualificazione è ormai una formalità, in campionato è dunque vitale ripartire alla grande.

Un condottiero da una parte, Gattuso, un traghettatore dall’altra, Bonera, in un duello carico di nostalgia. L’assenza di Osimhen peserà, sarà un Napoli old Style, mentre il fattore vecchiaia non sembra scalfire la corazza di Dio Ibra.

Il Milan non batte i partenopei da ben 11 incontri, ha trionfato una sola volta al San Paolo da 2000 a oggi ma al tempo stesso non perde in trasferta da 14 match. Quale tabù è destinato a cadere?

Clicca qui per maggiori informazioni su tutte le scommesse calcio* sulla Serie A.

*Si prega di essere consapevoli del fatto che questo link vi rimanderà al sito scommesse